Vi ricordate della sfida USA-Giappone tra megarobot?

Qualche tempo fa MegaBots aveva lanciato un guanto di sfida a Suidobashi Heavy Industry, entrambe aziende produttrici di robot, per un combattimento all’ultimo…bullone, tra due mecha di loro produzione. L’azienda giapponese aveva accettato la sfida, d’altronde i robot giganti fanno parte da tempo della cultura popolare giapponese, ponendo come condizione che lo scontro dovesse essere “Melèe”, ossia corpo a corpo.

Il Mark II della MegaBots dovrà quindi subire dei profondi cambiamenti strutturali per soddisfare tale regola, e per far sì che il robot possa utilizzare diversi tipi di armi, mantenendo comunque l’incolumità dei piloti, c’è bisogno di fondi.
Fondi che sperano ora di trovare grazie a una campagna Kickstarter lanciata nelle ultime ore, (per chi fosse interessato, la trovate qui ) con la quale si punta a raggiungere la cifra minima di 500mila dollari per realizzare un upgrade di base, fino ad arrivare, a prezzi logicamente più alti, a sistemi decisamente più avanzati, puntando anche sull’aiuto nientemeno che della NASA, che ha accettato di scendere in campo come supporter d’eccezione a fianco di MegaBots.

In attesa dunque di contromosse dalla Terra del Sol Levante, lo scontro si preannuncia già da adesso, caldissimo.