La prima storica apparizione di Pennywise in formato blu ray

Prima che arrivasse Muschietti con il suo recente remake, la più celebre trasposizione del famosissimo romanzo di Stephen King era quella del 1990, ad opera di Tommy Lee Wallace. Non parliamo esattamente di una versione cinematografica del libro ma di una mini serie televisiva, accorpata per l’occasione in un lunghissimo film di circa 190 minuti che ripercorre l’intera storia di IT, ovvero sia la parte relativa ai giovani “Perdenti” che quella in cui da adulti, i protagonisti cercano di mettere fine una volta per tutte all’incubo chiamato Pennywise, interpretato da un brillante Tim Curry. Che dire, tutti conosciamo questa miniserie diventata negli anni un CULT, e sebbene rivederla oggi tradisca non poco molte ingenuità di messa in scena (parliamo pur sempre di un prodotto destinato alla tv), non si può negare che abbia ancora un certo fascino. Una recitazione non proprio al top (Tim Curry escluso) dei vari interpreti e alcune scelte stilistiche sopratutto negli effetti speciali che oggi riterremo “trash” rendono il film obiettivamente mediocre sotto diversi aspetti, ma tutto sommato rimane piacevo per chi ne conserva un ricordo nostalgico ed è affezionato ad un prodotto horror che bene o male, è diventato sicuramente iconografico.

Scheda Tecnica:

Formato: 1080p 4×3 1.33.1
Dischi: 1
Durata: 187 minuti ca.

Sottotitoli: Francese, Finlandese, Olandese, Danese, Ceco, Tailandese, Svedese Spagnolo, Portoghese, Polacco, Norvegese.  Non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco.

Extra: Commento del regista Tommy Lee Wallace e degli attori Dennis Christopher, John Ritter e Richard Thomas.

Il disco

A livello visivo, non c’è poi da gridare al miracolo, ma d’altro canto stiamo nella media della qualità riservata a questo tipo di pellicole un po’ vetuste. Ovviamente, il formato dello schermo è il 4:3. Fastidioso sui televisori moderni, ma inevitabile. Per quel che riguarda invece la pulizia dell’immagine, tutto considerato possiamo ritenerci soddisfatti visto il materiale originale, anche se è ben visibile una certa grana e puntinatura nell’immagine che evidentemente non è stato possibile eliminare, ma che non dà tutto sommato cosi fastidio.

Audio

Il suono è piuttosto pulito nonostante non sia stato ovviamente possibile rilavorare sul master originale e il suono è quindi quello stereofonico di quasi trent’anni fa. Il bilanciamento tra dialoghi e musiche è comunque buono. Naturalmente, la qualità sonora migliore l’avrete con la traccia originale inglese che risulta sicuramente più definita e nitida rispetto a qualsiasi doppiaggio.

Verdetto:

Peccato per gli extra quasi del tutto inesistenti, ma probabilmente, non si poteva pretendere molto di più da un’edizione comunque super economica (lo trovate a circa 10 euro su amazon) di un film così lungo che tutto sommato non lasciava poi molto spazio per altri contenuti sul disco. Non c’è molto da dire su questo blu ray di IT se non che è consigliato solo ed esclusivamente ai fan della miserie, che non vogliono né spendere grosse cifre per edizioni particolari, né allo stesso tempo, farsi mancare un cult degli anni ’90 in collezione.

 

IT - Recensione Blu Ray
6Overall Score
Reader Rating 0 Votes
0.0
No more articles