Un gradito ritorno

Sono ormai passati diversi anni dal lontanissimo 2003, l’anno in cui vedeva la luce sul Game Boy Advance Mario & Luigi: Superstar Saga.
Uscito in Giappone con il titolo Mario & Luigi RPG, il gioco sviluppato da AlphaDream e pubblicato da Nintendo è stato il primo della saga dei giochi di ruolo Mario & Luigi. Al tempo, sorpresero positivamente le novità relative alle meccaniche, rispetto alle precedenti avventure dei due idraulici: non più unicamente platform, ma un ibrido dai tratti presi dal mondo dei giochi di ruolo, trasportati e adattati nello stile tipico di quello di Super Mario.
È quindi a distanza di quasi quattordici anni che Nintendo ha pubblicato una versione interamente rimasterizzata del titolo, adattandone la grafica, le animazioni e inserendo la nuovissima modalità Scagnozzi di Bowser, con la propria storyline e stile di gioco.

Sebbene siano state introdotte diverse novità rispetto alla sua prima versione, andremo con ordine, esaminando inizialmente ciò che è rimasto invariato.
Partiamo ovviamente dalla storia principale di Mario & Luigi: Superstar Saga. La quiete nel Regno dei Funghi viene interrotta dal sorgere di una nuova minaccia: dal regno di Fagiolandia è infatti giunta la strega Ghignarda che, tramite un sotterfugio, è riuscita a rubare la voce della Principessa Peach seminando il panico. La principessa è disperata poiché non solo la strega le ha rubato la voce, ma l’ha sostituita con un ghigno così tremendo che persino Bowser, giunto per rapirla, ha preferito desistere temendo per il suo castello. Vengono quindi convocati d’urgenza Mario e Luigi che, mettendo da parte la rivalità con lo storico nemico e utilizzando il suo Tartaplano, partiranno all’avventura per recuperare la voce della Principessa Peach e sventare i piani della malefica strega Ghignarda e del suo assistente Sogghigno.

Prendendo il controllo dei due idraulici più famosi del mondo videoludico, ci faremo strada attraverso ambientazioni coloratissime in svariate sezioni platform, saltando da una superficie all’altra. Controlleremo allo stesso tempo le azioni di tutti e due personaggi, infatti tramite la pressione del tasto A sarà Mario a saltare, con B sarà Luigi mentre con X entrambi in sincrono. Al salto base saranno affiancate all’interno del gioco diverse altre tipologie che ci permetteranno di approdare in posti altrimenti irraggiungibili, o di azionare meccanismi per risolvere gli elementari enigmi che popolano il gioco. Ad ogni tipo di salto la formazione cambierà automaticamente, andando a mettere in testa Mario o Luigi a seconda della situazione, al contrario di quanto accadeva nella prima versione del gioco. Inoltre, sfruttando il touch screen del Nintendo 3Ds, potremo avere sempre una vista ordinata delle abilità disponibili e di quella attualmente selezionata, così da poter cambiare quella in uso semplicemente con un click o con i tasti dorsali. Un ulteriore dettaglio riguardante le abilità di salto è che – contrariamente al passato – l’aggiunta del salto in sincrono con X permetterà di avere sempre la possibilità di effettuare uno “normale”, indipendentemente dall’abilità selezionata.

Che il salto sia un elemento base del genere platform è risaputo, ma in Mario & Luigi: Superstar Saga, esso è anche la principale arma all’interno dei combattimenti. Non a caso, per avviare uno scontro con un nemico sarà sufficiente saltarci su così da cominciare la battaglia. Al centro dello schermo apparirà una stella che ci informerà delle condizioni iniziali della sfida: ad esempio, se all’interno della stella vedremo una scarpa significherà che saremo stati abili nel colpire per primi e i nemici cominceranno lo scontro con dei punti vita in meno a causa del nostro attacco a sorpresa. Le battaglie del gioco sono facili, veloci e molto intuitive: oltre alla possibilità di fuga e di usare gli strumenti, potremo attaccare i nemici con il salto classico, con abilità extra che sbloccheremo col proseguire della storia, come l’uso del martello, o con delle abilità speciali combinate chiamate Attacco Fratello. In ogni caso, indipendentemente dalla tipologia di attacco selezionata, sarà fondamentale premere i tasti indicati al momento giusto per poter massimizzare il danno e ottenere lo score “Fantastico”, che ci indicherà l’ottima riuscita dell’impresa. Di particolare importanza sono gli attacchi fratello che, consumando degli appositi Punti Fratello, permetteranno ai due idraulici di effettuare combo dalla potenza ed effetti devastanti. Poiché però inizialmente potrebbe risultare complicato maneggiare la tempistica degli attacchi combinati, è stata inserita la possibilità di sfruttare una vera e propria Modalità Pratica in cui allenarsi nell’esecuzione perfetta, consultando un’apposita guida. Inoltre, se la pratica non bastasse, sarà possibile tentare una versione facilitata degli attacchi pagando una quantità maggiore di Punti Fratello. Ma dopo i nostri attacchi sarà il turno dei nemici di sferrare l’offensiva, ed i loro colpi potranno essere evitati saltando con il giusto tempismo o utilizzando la Guardia D’Emergenza, possibilità introdotta nel remake che ci consentirà di difenderci automaticamente, riducendo i danni subiti. Infine, se le battaglie dovessero farsi troppo dure, sarà sempre possibile impostare il gioco in Modalità Facile, rendendo istantaneamente i nemici più deboli e facili da affrontare.

Oltre ai combattimenti a turni, il gioco prende altri elementi dal filone RPG quali la crescita dei personaggi. Gli idraulici accumuleranno punti esperienza al termine di ogni battaglia, salendo di livello e aumentando il punteggio relativo alle statistiche classiche quali punti vita, attacco, difesa e velocità, a cui si vanno ad aggiungere l’ammontare dei punti fratello e i baffi, che incrementeranno la probabilità di mandare a segno attacchi critici e di avere sconti al negozio. Ad ogni livello sarà possibile scegliere una statistica da potenziare di un numero pseudo-casuale, selezionandolo col giusto tempismo dal selettore. Sarà inoltre possibile acquistare equipaggiamenti e strumenti per rendere più agevole la nostra impresa, rendendo Mario e Luigi pronti a qualsiasi combattimento.

Sul fronte storia, i dialoghi sono leggeri e divertenti, chiaramente pensati per un pubblico più giovane ma decisamente godibili anche per gli adulti. Le simpatiche gag di cui il gioco è pieno vanno ad impreziosire una storia lineare e dagli enigmi semplici ed intuitivi, fruibile da un pubblico di qualsiasi età senza cadere nella noia o nel banale, ma andando a rendere il tutto più vivace e accattivante. Le ambientazioni riccamente definite, sapientemente animate e dai colori sgargianti, garantiranno una piacevole passeggiata all’interno dei vari regni che ci troveremo ad attraversare, ognuno composto da un discreto numero di aree da esplorare. In aiuto al giocatore, ci sarà la mappa munita di un vasto numero di funzionalità, grazie alla quale sarà praticamente impossibile perdersi, data la possibilità di zoomare fino ai minimi particolari, così da individuare tutte le sporgenze e percorsi utili. Sarà inoltre possibile posizionare degli adeguati segnaposti, limitati in numero, in modo da contrassegnare punti di interesse in cui ritornare e, inoltre, saranno indicati tutti i punti di salvataggio e per recuperare i punti vita e fratello, oltre all’obiettivo corrente. Relativamente a questo, Mario & Luigi: Superstar viene incontro anche ai casual gamer con una funzionalità aggiuntiva che fornisce un riassunto di tutti gli eventi avvenuti nel gioco fino a quello in cui si trova, tenendo traccia della missione in corso e utile per riprendere familiarità con la trama.

E se tutto ciò non fosse abbastanza? Finora ci siamo concentrati sulla parte Mario & Luigi: Superstar, ma il titolo completo include Scagnozzi di Bowser, una modalità completamente inedita sbloccabile dopo le prime ore di gioco a cui sarà possibile accedere dal menu. Qui vestiremo i panni di un Goomba più sveglio degli altri che, ritrovatosi improvvisamente capitano di una truppa di scagnozzi, partirà alla ricerca del grande leader Bowser disperso in azione. Gli avvenimenti si svolgeranno in parallelo rispetto alla storia principale, andando ad incrementare la longevità del titolo e aggiungendo altre ore di puro divertimento in compagnia degli storici sgherri più sfortunati del panorama videoludico. Di contrasto rispetto alla storia principale dal genere platform e rpg, in Scagnozzi di Bowser avremo a che fare con un gioco di strategia in piena regola, in cui dovremo schierare le nostre truppe che, automaticamente, combatteranno gli avversari attraverso i vari stage fino al completamento della missione in corso. Le unità saranno divise in unità da mischia, unità volanti e unità da distanza, ognuna con le proprie forze e debolezze per mezzo di uno schema simile al gioco di carta, sasso e forbice.

Prima di ogni missione, ci verrà chiesto di stabilire una formazione in cui disporre le truppe, decidendo chi schierare e chi lasciare in archivio, anche in base alle unità che ci troveremo ad affrontare. Per vincere una battaglia avremo solo due possibilità: eliminare tutti i nemici o sconfiggerne il capitano; da qui emerge l’importanza della figura del nostro capitano, che andrà protetto ad ogni costo, portando al game over istantaneo in caso contrario. Oltre a poter decidere le sorti dello scontro, potremo utilizzare i poteri del capitano per direzionare a nostro vantaggio la sfida stessa. Infatti, sebbene i combattimenti si svolgano in automatico, di tanto in tanto il focus si sposterà su una nostra unità in procinto di effettuare un attacco speciale che andrà a segno se avremo il giusto tempismo nel premere il tasto A. Questo si verificherà anche nel caso di truppe avversarie ma, ad esempio, spendendo un punto di comando, tramite il potere del nostro capitano potremo annullare l’azione speciale del nemico, guadagnando vantaggio tattico e salvando le nostre unità. Sarà dunque possibile ripetere ogni livello completato per addestrare le truppe schierate e farle progredire di livello così da avanzare in modo più semplice attraverso gli stage successivi.

Mario & Luigi Superstar Saga Scagnozzi di Bowser Recensione

Verdetto:

Mario & Luigi: Superstar + Scagnozzi di Bowser è un gioco adatto a tutti, dai più piccini che si approcciano per la prima volta al mondo dei videogame, ai più grandi e nostalgici a cui farà piacere vedere le vecchie animazioni svecchiate e restaurate con un nuovo motore grafico. L’unico elemento che potrebbe far storcere il naso è l’assenza del 3D, mentre non manca il supporto agli amiibo. Le avventure di Mario e Luigi costituiranno un piacevole passatempo in grado di accontentare gli amanti di una moltitudine di generi diversi: dal platform al gioco di ruolo, passando per una parentesi strategica, il tutto con l’ironia, la spensieratezza e il divertimento che accompagnano da sempre questo universo videoludico.

Mario & Luigi: Superstar Saga + Scagnozzi di Bowser - Recensione
8.5Voto
Reader Rating 0 Votes
0.0

ARTICOLI SCELTI PER TE