L’uso e abuso dei Cliffhanger ci ha davvero stancato.

Il titolo dice tutto, perché noi di Stay Nerd continuiamo a guardarlo? Al 90% per deriderlo il lunedì mattina con colleghi e amici in pausa pranzo e sui social. E la vostra scusa quale sarebbe? Siete masochisti? Se fosse così, beh congratulazioni. Durante il finale di stagione ve la siete spassata allora. Prima di continuare, premettiamo che nell’articolo saranno presenti spoiler!

Mi vergogno nel dire che prima della puntata ero addirittura quasi emozionato al pensiero di un finale elettrizzante. Ma dopo quaranta minuti mi sono detto: poteva finire in un altro modo? Certo che no. Come avrebbe potuto il solito gruppo di sceneggiatori idioti che ci avevano servito la finta morte di Glenn come Cliffangherone l’altra volta, darci un finale degno di questo nome? Hanno passato l’intera stagione a costruire questo hype massiccio per la figura di Negan, bisbigliando che già nel fumetto il suo arrivo sarebbe corrisposto alla morte violenta di uno dei personaggi principali del cast e, dopo tredici estenuanti ore spalmate in quattro mesi, ce l’hanno messo in quel posto.

the walking dead

Alcuni di voi già saranno pronti a dire: “Ma perché ti scaldi tanto?” “I cliffhanger ormai sono un classico delle season finale no? NO. Non in questo caso. Ecco perché: l’ansia e il rischio che lo spettatore corre quando inizia a vedere un telefilm tipo Game of Thrones è che uno dei personaggi principali, a cui magari ci si sta affezionando, prima o poi dovrà morire. Ma a parte questa paura, questa come altre altre serie sviluppano in contemporanea altre sotto-trame e rendono godibile la visione anche per altre ragioni. In The Walking Dead la domanda “Chi cazzo morirà stavolta?!” è L’UNICO E SOLO PUNTO CARDINE DELLA VICENDA. Ed è una roba inaccettabile.
Mi ci gioco una mano che molti dopo essersi arrabbiati come iene per questo stupido finale di stagione, continueranno comunque a guardare la serie il prossimo anno, e purtroppo sono anche certo che lo Share sarà sempre a livelli altissimi.

negan

Ormai AMC può permettersi il lusso di creare una serie spietata e cinica a cui non frega niente di offrire una buona storia, perché il loro scopo primario è solo quello di solleticare la curiosità e la morbosità dello spettatore, facendosi guardare a tutti i costi. È come quando siete per strada e capita un incidente stradale a qualcuno, voi vi fermate a guardare cosa succede, non perché vi piaccia quello che state vedendo, volete solo vedere cosa succede dopo. Non so se ci avete fatto caso ma sono riusciti a prenderci per il culo con la finta morte di un personaggio ben tre volte in questa stagione, facendoci ricredere ogni volta. Prima Glenn, poi Daryl e ora il misterioso bersaglio della mazza di Negan. Neanche il tempo di esclamare: “Cazzo ma allora Daryl non era morto la scorsa puntata, era stato solo ferito!” E via un altro Cliffhanger più grande, ormai quasi ci si dimentica di quello della settimana precedente. Quindi il punto non è il cliffhanger in quanto tale, la tecnica non ci dispiace affatto ma è il suo abuso a stufarci. Quasi ogni puntata arriva puntuale, anche quando non è assolutamente necessario. Pensate a Serie TV come Breaking Bad, i cui Cliffhanger, pochi e cadenzati, erano presenti solo come corollario ad una narrazione più fitta e corposa. Qui invece ci sembra che gli sceneggiatori abbiano trovato un sistema che funziona e che in qualche modo mitiga gli svarioni e gli errori fatti sotto altri frangenti, il problema è che, se ci pensate, è un po’ come nascondere la polvere sotto il tappeto. Quindi è normale che la gente si aspettasse una vera e propria svolta in quest’ultima puntata; dopo 13 ore di “Negan si vendicherà sul gruppo di Rick”, non puoi dire al pubblico: Ok, ora dovrete aspettare altri 6 mesi per sapere in che modo lo farà. Tanto sappiamo che lo farete.

Chiudiamo con un presagio: secondo me l’illustre vittima non sarà né Glenn (troppo amato dal pubblico) né Rick o Carl. Punto su Abraham, personaggio onesto ma non così poi importante ai fini dell’intera vicenda. Sarà lui? Lo vedremo. O meglio, lo vedrete. Per me TWD finisce qui.

ARTICOLI SCELTI PER TE

  • Fabio Coimbra

    Ma poi… tutta una stagione ad aspettare che arrivi ‘sto Negan… alla fine e’ arrivato ed e’ una macchietta, un tipico cattivo da comics e B-Movies americani: chiacchera, si mette in pose sbilenche, ammicca, ammazza qualche personaggio che non interessa a nessuno e non si capisce perché nessuno gli spari in fronte mentre fa il demente. In realta’ si sa il perché: come in tutti i comics americani il supercattivo deve essere sgominato dal superbuono Rick nella scontata resa dei conti finale. Probabilmente, a questo punto, nel finale dell’ottava stagione, quando il buono si sara’ leccato le ferite, avra’ raccolto ed addestrato il suo esercito etc… etc… nel frattempo ci sussiamo una quindicina di puntate ridicole di riempimento.
    Purtroppo questa serie che era partita bene, con la pretesa di essere un’avventura drammatica e credibile ha virato da troppo tempo verso il trash, tanto che serie dichiaratamente trash, come Z-Nation, risultano spesso piu’ godibili…