Criminal seconda stagione su Netflix? Ne parlano gli showrunner

Dal 20 settembre 2019 il catalogo Netflix si è aggiunto un nuovo interessante prodotto: Criminal. Si tratta di una serie antologica molto particolare, che ammicca in minima parte a Mindhunter, e questa prima stagione è costituita da dodici episodi, ambientati in quattro differenti nazioni. Tre episodi in Regno Unito, tre Francia, tre Germania e altri tre in Spagna, ed anche le riprese delle singole puntate sono state effettuate nei luoghi in cui sono ambientate.
Molti utenti Netflix l’hanno già divorata attraverso uno sfrenato binge watching, ed iniziano a chiedersi se ci sarà una seconda stagione di Criminal.

Come ogni serie crime, ogni episodio di Criminal è incentrato su un caso diverso, ma tutti sono ambientati nella stanza degli interrogatori e lo scopo è, ovviamente, arrivare alla verità. Nei 12 episodi si susseguono molti attori noti, tra cui David Tennant e Hayley Atwell.

criminal seconda stagione

Criminal 2 ci sarà?

Come dicevamo, chi ha già visto la prima stagione si starà chiedendo se ci sarà o meno una seconda stagione di Criminal. Ovviamente è molto presto per rispondere, dato che come di consueto Netflix si affiderà in buona parte allo share della serie.

Tuttavia filtra un cauto ottimismo, dal momento che in una intervista a Cosmopolitan gli showrunner George Kay e Jim Field Smith hanno dichiarato: “Speriamo che si faccia, ne stiamo parlando”.

Ed hanno poi aggiunto:

“Ci piacerebbe fare più episodi nel Regno Unito, ma finché non vediamo come reagisce la gente a questo show non siamo sicuri al 100% di cosa abbia senso fare dopo. Lo stiamo ancora valutando”.

Ai fan e agli amanti di Criminal dunque non resta altro da fare che aspettare e sperare che piaccia anche al resto dell’utenza Netflix. Dal canto nostro non appena avremo ulteriori informazioni, ve le forniremo.

Vi è piaciuta la prima stagione di Criminal? E sperate di vedere nuovi episodi di questo show?
Ditecelo nei commenti.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryn Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui