Il tanto atteso progetto sulla vita di Mike Tyson, che vanterà tra i produttori anche Martin Scorsese, si farà, e avrà come protagonista Jamie Foxx

Da tempo si parla di un biopic cinematografico su Mike Tyson, ma il progetto sembrava un po’ sparito dai radar, perlomeno fino a qualche ora fa, quando è stato annunciato che vedrà la luce come miniserie e non più come film, e che il protagonista sarà il Premio Oscar Jamie Foxx.

Il progetto dunque trova il suo format e il suo protagonista, e i nomi coinvolti sono davvero importanti, anche perché tra i produttori esecutivi della miniserie ci sono anche, oltre allo stesso Mike Tyson, anche Martin Scorsese e Antoine Fuqua (Training Day), che sarà anche dietro la macchina da presa. Lo script è stato invece affidato a Colin Preston.

Attualmente la serie si trova in fase di pre-produzione, e sarà presto alla ricerca di una piattaforma streaming o di un network televisivo per la sua distribuzione, ma siamo sicuri che non faticherà a trovarne. Racconterà della vita di una delle figure della boxe più importanti probabilmente di sempre.

jamie foxx mike tyson

“Voglio raccontare la mia storia da un bel po’ di tempo, e non vedo l’ora di collaborare con Martin, Antoine, Jamie e l’intero team creativo, per far vedere al pubblico una serie che non solo catturi il mio viaggio professionale e personale, ma sia anche in grado di ispirare e intrattenere”, ha detto Mike Tyson in un comunicato per la presentazione dello show.

Curiosamente non si tratta dell’unico progetto sulla vita di Tyson in sviluppo, dato che Hulu ha annunciato qualche settimana fa di star lavorando sulla sua serie incentrata sul pugile, sebbene non autorizzata, scritta dallo sceneggiatore di Tonya, Steven Rogers.

Vi incuriosisce la miniserie in arrivo? Cosa vi aspettate da un progetto sulla vita di Mike Tyson?

(Fonte: TV Line)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.