MediEvil: sulla remastered del celebre titolo su PlayStation 4 è presente un emulatore “nativo” di PSOne, che gli hacker stanno già sfruttando

Sulla remastered di MediEvil è presente un emulatore PSOne “nativo” nascosto nei file del gioco, che è stato prontamente scoperto da alcuni hacker, che hanno provveduto subito ad utilizzare per far partire diversi titoli storici come Wipeout 3, Spyro the Dragon e Silent Hill.

L’emulatore è stato scoperto grazie a un errore di un nuovo aggiornamento del firmware, che ha esposto il fianco al back end della remastered del 2019, su cui i curiosi si sono fiondati. Era stato originariamente incluso per far sì che i fan sbloccassero la versione PSOne del gioco una volta completate tutte le sfide.

medievil emulatore psone

Da quando è stato scoperto però, è stato utilizzato appunto come emulatore vero e proprio, e su internet si possono infatti vedere diversi video in cui partendo dalla remastered di MediEvil, alcuni utenti si divertano a far partire i grandi classici dell’epoca PlayStation, alcuni con successo, altri meno.

Stando ad alcuni siti internazionali, potrebbe addirittura trattarsi dell’emulatore “ufficiale” usato da Sony per far girare i propri titoli classici su tecnologia current-gen.

Che ve ne pare?

(Fonte: Games Radar)

No more articles