Mutanti scemi? Basta cercare e ne troverete a bizzeffe!

Con l’arrivo nelle sale del nuovo X-film, la febbre mutante (che non è il nome di una brutta, bruttissima, malattia) incalza di nuovo, riportando alla popolarità alcune pessime categorie dell’umanità digitale, tra le cui peggiori ricordiamo: 1: le squinzie che si accaldano per Hugh Jackman; 2: i nerd che fanno i precisini della fungia su quelle connessioni tra i personaggi che nessuno si incula; 3: i fan dei film di Nolan (“Batman è meglio, gnegnegne!”). Noi di Stay Nerd, salvo Dario (facente parte della prima categoria), siamo per fortuna esenti da tali oscure meccaniche da feissbuk e vi proponiamo oggi, per il nostro “mese dei supereroi” una delle liste che ci hanno già resi celebri. Sistematevi la mutanda sopra i pantaloni gente! Oggi si parla dei “5 mutanti più scemi mai concepiti”. EXCELSIOR

 

Jubilee – 1989 – Uncanny X-Men 244

Jubilee-600x450Registrata all’anagrafe con il fighissimo nome di Jubilation Lee (meglio c’è solo il “Max Power” di Homer Simpson), Jubilee è quanto di più stereotipato si possa trovare negli anni ’90. Prendete la lingua biforcuta del tipico teenager novantino, mettetegli un vestito in parte attillato, in parte con colori allucinanti stile Beverly Hills, dategli un pacchetto di chewing gum et voilà! Il gioco è fatto. Ricordiamo Jubilee fondamentalmente per due cose: il suo contributo inutile e scassapalle nella serie animata degli X-Men, e il suo contributo sfregiaminchia nella serie con Wolverine. Membro di lunga data di diversi X gruppi, fondamentalmente Generation X e X-Men, Jubilee non è solo una che si veste male e parla troppo, ma è anche la detentrice di un potere che fondamentalmente non serve a una fava: sparare raffichette luminose e scoppiettanti. In pratica è come se la tizia lanciasse le minerve (si, le miccette che si accendevano sotto i piedi delle vecchie fuori scuola da bambini) in faccia ai nemici, mentre gli altri menano come dei fabbri. Jubilee non è mai servita a nulla, e anche quando hanno cercata di renderla portavoce del lato umano e paterno di Wolverine, nell’uomo medio non ha avuto altra reazione che una sonora caduta di palle al pavimento. Di recente è diventata una vampira ed ha avuto pure un figlio, Shogo, il bambino con il nome più cesso della storia.

 

Slipstream – 2001 – X-treme X-Men 6

Davis_Cameron_(Earth-616)_from_X-Treme_X-Men_Vol_1_10Dave Cameron, che di mestiere fa… il bagnino, viene creato da Cleremont e Larroca nel corso della loro X-Treme X-Men, serie con dei disegni bellissimi ma delle storie, diciamocelo, un pochino (ma un pochino) inconcludenti. Come che sia, Sliptream ha sin da subito le premesse giuste per essere un personaggio scemo forte: non sa di essere un mutante, è belloccio e idiota (salvo poi ovviamente diventare eroico secondo la tipica profilassi fumettistica), fa il surfista e non si sa bene che cazzo ci faccia in mezzo agli X-Men. Diventato un mutante (grazie a Sage se la memoria mi dice giusto), Slipstream è in pratica dotato delle stesse abilità di trasporto di un potente teleporta. Un teleporta livello Cloak o Nightcrawler, solo che lui è un attimino più bello da vedersi e fa il surfista. Ora: se c’è un surfista che la gente tollera, ma giusto per rispetto, è Silver Surfer, e avere un mutante che ti fa surf su una tavola metallica (senza il quale è fondamentalmente un povero stronzo) suona molto, ma molto pezzente. Aggiungetevi pure il fatto che sulla fottuta tavola assume sempre pose da Power Ranger, e che senza attaccarsi alla tavola o al suo culo, nessuno può godere di un “passaggio”, e capirete perchè la gente continua a preferire sbrattare e puzzare di zolfo usando i “banf!” di Nightcrawler. Come quasi tutti i mutanti scemi e inutili creati negli ultimi anni, ha perso i suoi poteri nel corso dell’M-Day (use google man!), il che significa che ce lo siamo levati dalle palle per sempre.

 

Stacy X – 2001 – Uncanny X-Men 399

stacyx_04Dopo il bellissimo ciclo di Grant Morrison, grazie al quale la gente tornava a leggere le storie degli X-Men con un minimo di attesa, la Marvel è un attimino allo sbaraglio ed affida la serie regolare ad un po’ di autori che, ovviamente, sentono su di loro il peso dell’eredità dell’autore scozzese. Succedono quindi due cose: ci sono autori che cercano di scimmiottare le tematiche adulte di Morrison (ma senza la sua classe) e altri che tirano dentro invece situazioni che riportino ad un qualche status quo con personaggi nuovi (e cagosi). Ecco, Stacy X è il risultato di entrambe le cose. Miranda Leevald è una prostituta che usa il suo controllo dei feromoni per dare una “dolce morte” ai suoi clienti. Se l’idea può anche essere interessante per qualcuno (chi?), nessuno ha ancora capito perchè una volta incontrata, la zoccola mutante debba essere entrata per le file degli X-Men in cui, indovinate un po’? Ha provato a farsi inforcare da ogni X-Manzo degno di nota, ricevendo diversi rifiuti. Abbandonata la squadra, ha perso i suoi poteri in quella manna dal cielo che è stato l’M-Day, sparendo definitivamente dalla nostra vista. Un personaggio veramente senza logica… ma come avrete capito l’inizio dei 2000 fu un periodo molto duro…

 

Toad – 1964 – X-Men 2

TOAD_pryde_060611Mortimer Toynbee non è solo il tizio con uno dei nomi più brutti di sempre, ma è anche uno dei mutanti più sfigati e fondamentalmente inutili nella storia dei comics. Sopravvissuto a mille revisioni che hanno cercato persino di dargli un minimo di decenza (come se i bambini volessero mai farsi comprare un giocattolo di Toad… mha…), Toad, letteralmente “Rospo”, gode di un set di abilità sovrumane standard, con in più una lingua lunghissima, una prominente gobba, l’occasionale capacità di sputare muco viscoso e pure una bella acconciatura a scodella per renderlo ancora più cesso. Legato a Magneto come viscido leccaculo e poco più, Toad è sempre stato abbastanza brutto e inutile, sia in combattimento che fuori. Grazie a una seconda mutazione è diventato sempre più verdognolo e squamoso ed è oggi quanto di più prossimo ci sia in un ibrido uomo-rana. Un personaggio inutile e scemo, tant’è che negli ultimi anni è finito a fare il bidello nella scuola per mutanti gestita da Wolverine (don’t ask!).

Adam X the X-Treme – 1993 – X-Force Annual 1

mutantiCreato da Fabian Nicieza nei folli anni ’90, Adam Neranami doveva essere, almeno nelle intenzioni del suo autore, il terzo fratello Summers perduto, e quindi imparentato con Ciclope e Havoc. Con l’abbandono di Nicieza dalla serie, questa storyline venne cestinata, giocoforza la popolarità del personaggio che… bhe… tipo non esisteva. Il terzo fratello Summers, come (non) saprete, fu poi creato in tempi più recenti, e corrisponde al nome di Vulcan, tuttavia negli anni si è comunque sottesa una qualche parentela tra Adam e i la Summers family, che hai lì anni di storie e che fai? Li butti tutti?! Anyway, trattasi del mutante più scemo di sempre, incarnante, come Jubilee, il peggio degli anni ’90. Non ci credete? Che ne dite di un tizio con i capelli ossigenati alla Axl Rose, il cappellino al contrario, che dice parolacce, su parolacce, su parolacce e beve birra? Se non siete ancora convinti sappiate pure che i suo potere è quello di far ribollire il sangue… non nel senso che lo vorreste prendere a calci in culo (che pure è un’opzione), ma che Adam fa letteralmente incendiare il sangue dei suoi avversari. Ora, direte voi, che è un potere figo… certo! Se non fosse che per farlo deve avere accesso al sangue del suo avversario, il che significa girare con un paio di lame Shi’ar per tagliuzzareil nemico, farlo sanguinare e solo dopo dargli fuoco. Ma non faresti prima ad accoltellarlo e basta, brutto coglione?! Negli ultimi anni, per grazia di Dio, è sparito, e se anche Nicieza se ne è dimenticato una ragione ci sarà…

No more articles