Musica, intrattenimento digitale e realtà virtuale: questi sono gli ingredienti della nuova etichetta discografica indipendente WANTmusik, progetto lanciato da Gianni Ricciardi, compositore e sound designer nel settore dei videogiochi, dopo la sua recente uscita da Ovosonico, il game production studio tutto italiano da lui co-fondato, noto per aver prodotto l’apprezzatissimo Murasaki Baby per PlayStation Vita.

WANTmusik si occuperà di produzione musicale e intrattenimento digitale come nessun altro ha fatto prima, coinvolgendo professionisti provenienti dall’industria discografica e dal game audio e rivolgendo un audace sguardo verso il futuro per esplorare in maniera pionieristica le nuove possibilità offerte dalla realtà virtuale.

“La VR apre a scenari inesplorati ancora tutti da definire” spiega il compositore di Murasaki Baby, “La nostra mission è quella di offrire nuove possibilità di fruizione, immersive e interattive, che possano ridefinire l’esperienza musicale. Grazie a questa nuova ed entusiasmante tecnologia, che sta evolvendo in maniera rapidissima, l’ascoltatore può diventare protagonista”.

I progetti già in cantiere prevedono la collaborazione con musicisti riconosciuti a livello internazionale, come Howie B, l’eclettico produttore che ha lavorato al fianco di artisti del calibro di Bjork, Brian Eno e U2.

La potenza evocativa ed emozionale della musica è invece l’aspetto che ha spinto Flavio Parenti, attore e regista francese che vanta ruoli al fianco di Woody Allen e Peter Greenaway, a unirsi a WANTmusik in un nuovo sodalizio cross-mediatico.

“La realtà virtuale è oggi un media nuovo, come lo fu il cinema agli inizi del ‘900, e sta catalizzando l’attenzione dell’industria in tutti i campi dell’entertainment” sostiene Flavio, già fondatore di Untold Games, lo studio di produzione che ha realizzato Loading Human, uno dei titoli disponibili al lancio di PlayStation VR. “I video a 360° sono già stati sperimentati con successo in ambito musicale. Noi intendiamo spingerci oltre, rompendo le barriere della fruizione passiva grazie all’uso della tecnologia propria dei media interattivi come i videogiochi. L’ascoltatore diventa così parte integrante di una storia sentendosi coinvolto in un’esperienza musicale del tutto personale”.

A breve saranno annunciati i primi progetti di WANTmusik, che prevedono produzioni discografiche con artisti provenienti da diversi paesi, videoclip musicali di nuova generazione da fruire sugli attuali sistemi VR e collaborazioni più strettamente legate all’industria dei videogiochi.

No more articles