Piccola, versatile ed elegante: Music Box 9 è lo speaker per tutti quelli che vogliono tutto senza spendere troppo

Che Energy Sistem abbia catturato la nostra attenzione è un dato di fatto. L’azienda di Alicante pare sempre più intenzionata a conquistare il mercato europeo, complice non solo l’arrivo dei suoi prodotti in diversi paesi al di là dei confini spagnoli (Italia compresa), ma anche un ottimo rapporto qualità/prezzo, capace di restituire apparecchiature performanti, ben costruite, e soprattutto abbordabili anche a chi non ha il feticcio estremo per l’acustica di lusso.

Seguendo questa filosofia commerciale, Energy Sistem ha presentato, alla fine del 2017, il suo Music Box 9, uno speaker bluetooth dalle buone performance, nato con l’intenzione di seguire il trend imposto da Creative, e portato alla ribalta da Bose. In vendita anche nel nostro paese dall’inizio del 2018, il Music Box 9 ci si è presentato piuttosto bene, pur se con qualche limitazione. Vediamo quali.

Compatto, minimale e molto elegante, il Music Box 9 si presenta subito come un dispositivo accattivante e smart, complice le sue linee di design che, per quanto non proprio in linea con altri prodotti più “giovani” e modaioli, lo rendono comunque uno strumento portatile piacevole da ammirare e sfoggiare. Anche in termini di disposizione e comodità dei tasti l’apparecchio si comporta piuttosto bene, risultando intuitivo anche ai meno avvezzi a questo tipo di dispositivi. Sulla parte superiore, dunque, i tasti dedicati alla riproduzione e all’accensione, sei in tutto: accensione, i due tasti volume, back, play/pausa, next, tutti retroilluminati (che, a nostro giudizio, non è poco) e molto comodi al tatto. Sul lato destro troviamo invece i tasti dedicati alla sorgente audio, con anche la possibilità di connettere contemporaneamente più dispositivi, qualora ad esempio si volesse utilizzare la cassa come vivavoce o come diffusore per un PC. Sempre alla destra, un tasto per impostare la cassa come destra o sinistra di una eventuale coppia (Music Box 9 può infatti essere accoppiato con un secondo dispositivo identico per un effetto stereo), mentre sulla sinistra ingresso AUX, USB e Micro-SD, offrendo quindi una scelta di fonti audio collegabili perfettamente in linea con la concorrenza di fascia alta, e di certo ben superiore a qualunque altro prodotto di prezzo simile.

Music Box 9, in sostanza, si presenta subito benissimo, complici i materiali utilizzati, ricoperti da un rivestimento in gomma per aumentarne la durata nel tempo, specie per chi vorrà portare la cassa in giro per feste o simili. Il problema, semmai, è il peso, che con i suoi 2 kg circa costituisce un grosso ostacolo rispetto a prodotti certamente più concorrenziali, che comunque sfigurano in termini di rapporto qualità/prezzo, essendo l’offerta di Energy Sistem molto vantaggiosa e comunque inferiore ai 100 Euro. Da considerare poi la durata a dir poco esagerata dello speaker: ben 14 ore consecutive di utilizzo, ridotte di pochissimo se utilizzato al massimo del volume, ma comunque più che dignitose per un dispositivo che vuole fare della portabilità uno dei suoi punti di forza. Peso permettendo, ovviamente.

Dal punto di vista della connettività, Music Box 9 si affida al rodato sistema Bluetooth che, peraltro, esula da qualunque applicazione di terze parti o simili, il che è molto gradito considerato il recente passato di Energy che, purtroppo, non aveva avuto la stessa lungimiranza con la sua Tower System.

La connessione è semplice, intuitiva e pulita, ed offre una riproduzione audio di qualità senza evidenti problemi di pulizia o compressione (che non dipendano dalla traccia originale, naturalmente). Ovviamente, nonostante le sue buone intenzioni, Music Box 9 è comunque un prodotto di fascia medio/bassa e, in quanto tale, non offre un audio al livello dei principali competitor di razza. Tuttavia il compromesso è più che buono, e soprattutto per l’uso casalingo Music Box 9 si presenta con una qualità del suono accettabile, con unico limite forse solo il livello massimo di volume, perfetto per l’ambiente domestico, forse un tantino sottotono per quello urbano. Al di là di questo piccolo compromesso tecnico, c’è da dire che il suono resta sempre e comunque pulito e cristallino, seppur mai esaltante né sulle frequenze alte né su quelle basse. Nel complesso, tuttavia, il suono è privo di imprecisioni, pulito ed armonico, ed attesta la volontà di Energy di offrire sì un compromesso (per lo più economico) con il pubblico, ma senza che questo svantaggi in alcun modo l’acquirente.

In tal senso, Music Box 9 è un prodotto nella media, che però si eleva dalla sua fascia d’acquisto di appartenenza per materiali, connettività ed affidabilità, sia per uso interno che esterno. L’acquisto è consigliato caldamente a chi cerca un buon rapporto tra qualità e prezzo, e che voglia affidarsi ad un brand forse non ancora conosciutissimo, ma con alle spalle un’esperienza rilevante nell’impiantistica audio, con risultati più che soddisfacenti.

energy sistem music box 9 recensione

 


Verdetto


Music Box 9 è un apparecchio leggero e versatile, i cui punti di forza sono la grande connettività, la solidità e la qualità dei materiali. Andandosi a piazzare in una fascia di prodotti medio/alta, cerca in questa il miglior rapporto qualità prezzo, portando a casa il risultato senza troppi compromessi, e risultando una scelta a dir poco obbligata per chiunque cerchi un dispositivo portatile affidabile ed elegante, con una pulizia del suono apprezzabile ma senza vezzi. Peccato solo per il peso, forse veramente eccessivo per una perfetta portabilità, ma considerato il prezzo e la qualità generale, potrebbe essere un problema per pochi.

Energy Sistem Music Box 9 - Recensione
7.5Voto
Reader Rating 0 Votes
0.0
No more articles