Inferno è il terzo film tratto da un libro di Dan Brown, diretto da Ron Howard con protagonista Tom Hanks: ormai il trio scrittore-regista-attore è più che affiatato e i risultati, se non dal punto di vista qualitativo almeno da quello dell’affidabilità del prodotto a un certo canone, si vedono tutti.

Il film, quasi interamente ambientato in Italia, racconta le rocambolesche avventure di Robert Langdon alle prese con l’ennesimo piano del pazzo di turno, stavolta impegnato a diffondere un virus mortale.

Le riprese si sono susseguite tra Firenze, Venezia e Istanbul mentre i protagonisti – Tom Hanks nei panni di Langdon e Felicity Jones in quelli di Sienna Brooks – correvano al seguito delle orme di Dante partendo degli Uffizi, passando per il Corridoio Vasariano, la Basilica di San Marco e approdando infine nella Cisterna Basilica della città turca.

In Italia è già uscito da qualche giorno il cofanetto dell’edizione 4k Ultra Hd e Blu-ray, ormai impostosi come uno degli standard nel mercato dell’home video di alto livello. Come sempre, noi di Stay Nerd abbiamo recensito il pacchetto completo, analizzato le differenze, i pregi e i difetti di ognuna delle due versioni ed oggi siamo qui a parlarvene.

Scheda tecnica

Disco 1: 4K Ultra HD

Video: formato panoramico ad ultra definizione 1.85:1

Audio: Inglese Dolby Atmos (Dolby True Hd 7.1 compatibile); Italiano, francese, giapponese, polacco, portoghese, russo, spagnolo, tailandese, tedesco, turco, ungherese Dolby Digital 5.1

Sottotitoli: Italiano, inglese, arabo, cinese, ceco, coreano, danese, estone, finlandese, francese, giapponese, lettone, lituano, norvegese, olandese, polacco, portoghese, rumeno, russo, spagnolo, svedese, tailandese, tedesco, turco, ungherese.

Disco 2: Blu-ray

Video: formato panoramico ad alta definizione 1.85:1

Audio: Italiano, inglese, tedesco, Dolby Digital 5.1

Sottotitoli: Italiano, inglese, tedesco, turco.

Video

La resa grafica del 4K Ultra HD è davvero impressionante: in alcuni momenti abbiamo avuto l’impressione che gli attori dovessero bucare lo schermo e passare a salutarci in salotto, per quanto erano vividi i colori.
Le qualità delle scene di inseguimento – vista lo loro caratteristica frenesia, gli stacchi continui e gli sbalzi di luce – avrebbe potuto essere quella maggiormente penalizzata e invece anche in questa occasione la risoluzione eccelsa ha fatto il suo dovere. Con ottimi risultati, aggiungiamo.

In ogni caso, sia quando Langdon e la Brooks sono impegnati a risolvere un enigma, sia quando vengono inquadrate le meravigliose città italiane e i loro scorci mozzafiato, ed anche nei frangenti in cui il tono del film si fa più cupo, la brillantezza della resa visiva non perde un colpo.
Non temete, però, il Blu-Ray è ancora un ottimo prodotto, almeno in questo caso: al di là dell’effetto attori in salotto, tipico del 4K Ultra HD, i colori, le sfumature e i pregi delle riprese si avvertono tutte anche nel secondo disco (che per di più contiene anche gli extra!).

Audio

I film d’azione o quelli – come Inferno – in cui le scene veloci, col montaggio serrato, spari, fughe rocambolesche e inseguimenti a go-go, sono quelli in cui si riesce ad apprezzare maggiormente la profondità del suono offerta dal sistema Dolby Digital.
Gli altoparlanti delle attuali smart TV riescono a regalare una godibilissima esperienza ma noi vi consigliamo, per una resa ottimale del suono, il collegamento ad un impianto Dolby o almeno allo stereo di casa. Con un settaggio anche medio dell’impianto home video, riuscirete ad apprezzare i bassi fin dentro lo stomaco, mentre gli alti faranno tremare i vetri delle vostre finestre.
In ogni caso, sia che abbiate o meno un impianto Dolby collegato al televisore di casa, il nostro consiglio è di vedere il film scegliendo la versione inglese. Avrete due vantaggi in uno: apprezzare il valore degli attori nella loro lingua natia e usufruire del formato Dolby al meglio delle sue possibilità.

Extra

Un profilo di Langdon, Questa è Sienna Brooks e Il miliardario malefico Bertrand Zobrist raccontano le storie di provenienza dei tre personaggi chiave del film attraverso il commento degli attori, del regista Ron Howard, dello sceneggiatore David Knepp e ovviamente dello scrittore Dan Brown. Molto interessanti, se vi piace approfondire ulteriormente le vite prima e dopo il film dei personaggi che avete visto in scena.

Ron Howard, diario di un regista è il simpatico racconto dell’inizio delle riprese e del suo rapporto con cinema e i suoi potenti mezzi, fatto proprio da Ron Howard. Il regista di Inferno ci racconta la sua passione sui social, il suo rapporto con i fan e le emozioni che prova quando lancia il primo ciak.

Scene eliminate, come da titolo, offre una selezione di alcune scene che sono state eliminate dal montaggio finale.

Visioni dell’Inferno, ovvero un interessante commento sulla rappresentazione dell’Inferno che ci è stata data da Dante nella sua Divina Commedia, e di come alcune visioni siano talmente terrificanti ancora oggi che non sfigurerebbero accanto ad un film horror di prim’ordine.

Inferno around the world, infine, è una panoramica sui luoghi delle riprese, tre tra le città più belle al mondo: Venezia, Firenze e Istanbul.


Verdetto:


Inferno, nella sua versione home video 4K ultra HD + Blu-Ray è  davvero un ottimo prodotto. Il cofanetto contiene appunto 2 dischi, e mentre il primo punta sulla qualità audio-video, il secondo ha il suo piatto forte sui surplus.
La versione 4K Ultra HD ci regala una resa grafica impressionante, ed il Blu-Ray si attesa come un buon prodotto assolutamente in linea con gli standard.
Per quanto concerne l’audio, come al solito, troviamo un Dolby Digital incredibile, da apprezzare assolutamente nella versione in inglese.
Gli extra, infine, costituiscono un pacchetto più che dignitoso, grazie ad interessanti contenuti non solo di natura cinematografica.

 

Inferno - Recensione Cofanetto 4K Ultra HD + Blu-Ray
7.8Voto
Reader Rating 0 Votes
0.0
No more articles