L’Internet of things, conosciuto anche con l’acronimo di IoT, è, come dice la traduzione, l’internet “delle cose”, e riguarda tutti quegli oggetti di uso quotidiano che diventano “smart” per offrire un’esperienza migliore e più interattiva, ad esempio attraverso l’utilizzo di smartwatch, smart speaker, auto connesse ecc. Con il passare degli anni questa particolare tecnologia ha preso piede nel mondo aziendale, questo perché chi produce beni e servizi riesce a sfruttare al meglio l’enorme quantità di dati (Big data) provenienti dalle apparecchiature e dai dispositivi connessi al worl wide web. La possibilità per le aziende di analizzare i dati in quesitone gli permette di aumentare l’efficienza e di ottimizzare i costi di produzione, con un conseguente miglior andamento di gestione.

Digitalizzazione della fase produttiva e della distribuzione

Oggigiorno, in un mercato sempre più globalizzato, è fondamentale per le imprese digitalizzare la fase produttiva e la fase distributiva dei propri prodotti. Puntare sulla tecnologia IoT è un ottimo modo per poter rilanciare la propria azienda e diventare super competitivi. Non è un caso se gli esperti di economia affermano che ormai stiamo attraversando una vera e propria nuova rivoluzione industriale, innescata non dalle nuove tecnologie bensì dall’enorme flusso di dati che circola in rete. Riuscire ad interpretare i dati grezzi significa dominare il mercato. È inevitabile quindi che il processo di produzione debba essere rivoluzionato e debba rispecchiare le caratteristiche dei tempi attuali. Grazie alla tecnologia, l’intera catena di produzione potrebbe essere resa autonoma e super efficiente. L’IoT, in poche parole, contribuisce a migliorare in modo notevole l’analisi delle informazioni che pervengono all’azienda: i dati vengono memorizzati ed analizzati minuziosamente così da creare delle vere e proprie risposte programmate da parte di software intelligenti (ad esempio robot industriali). Questo significa che mediante Internet of things, è possibile raccogliere ed analizzare i dati in modo automatico in modo da prendere decisioni informatiche ed ottimizzare i tempi di produzione. 

Smart e connected Car e Smart home

Uno dei principali ambiti dell’Internet of Things riguarda le auto. Anche nel nostro Paese, il mercato di auto intelligenti (smart) e connesse è in costante crescita. Queste automobili comunicano in tempo reale le informazioni a chi le guida, attraverso la connessione tra diversi veicoli oppure con le infrastrutture circostanti. Lo scopo delle auto del futuro è quello di semplificare l’esperienza di guida, fornendo i dettagli sulla sicurezza stradale oppure sulla viabilità, o aiutando il soggetto alla guida del veicolo di ridurre i consumi. Le auto connesse, solitamente dispongono di box GPS/GPRS per localizzare la vettura e registrare i dati alla guida. Un altro settore interessato dalla suddetta tecnologia è quello immobiliare, o meglio, quello delle smart home, ovvero la casa connessa, attraverso l’utilizzo di strumenti di gestione automatica di impianti e dispositivi presenti nell’abitazione.

L’ambito di utilizzo è diversificato, a seconda delle esigenze: i device in questione permettono di risparmiare energia, semplificare le azioni quotidiane, aumentare il divertimento e garantire la sicurezza. Per ottenere una casa “smart” gli oggetti utilizzati sono gli smart speaker, da connettere a qualsiasi oggetto in grado di supportare la tecnologia IoT. Ad esempio, si possono collegare agli impianti di climatizzazione e riscaldamento, come condizionatori, termostati, caldaie smart; agli elettrodomestici come forni e lavastoviglie, per accenderli o spegnere da remoto; al sistema di illuminazione, per spegnere, accendere le luci, cambiare colore o tonalità; alle televisioni, per accedere ai contenuti online e cambiare canale, ecc. Oppure, possono essere utilizzati senza l’ausilio di altri strumenti, chiedendo semplicemente informazioni sul meteo, sul traffico, sui ristoranti aperti, o per chiedere di annotare un promemoria, impostare una sveglia, o mettere un po’ di musica.

Stay Nerd è un collettivo di menti, ma soprattutto un portale di informazione e (contro) cultura NERD. Trattiamo l'informazione come una chiacchiera tra amici, abbandonando ogni fronzolo, ogni cazzata, ogni parolone per restituire alla gente il concetto così com'è: forte & chiaro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui