J.K. Rowling denuncia la sua assistente per furto di denaro e merchandise di Harry Potter

J.K. Rowling ha denunciato la sua ex assistente personale Amanda Donaldson per furto di denaro e di prodotti di merchandise di a Harry Potter.

La BBC ha riportato qualche dettaglio riguardo alla notizia. Donaldson lavorò per la scrittrice tra il 2014 e il 2017, e fu licenziata lo scorso aprile per condotta scorretta. Con l’affidamento di una carta di credito per spese lavorative, avrebbe speso il denaro per scopi personali: per Starbucks, Paper Tiger, cosmetici e due gatti.

Inoltre all’assistente fu assegnata la responsabilità di badare alla corrispondenza con i fan e agli oggetti da collezione. Avrebbe rubato anche un modellino motorizzato dell’Espresso per Hogwarts del valore di 600 dollari, una Wizard’s Collection da 3000 dollari e un cofanetto delle Fiabe di Beda il Bardo da 500 dollari, tutti appartenenti a J.K. Rowling.

L’ammontare totale del furto dovrebbe corrispondere in totale a 31.000 dollari. Il caso verrà discusso in tribunale nonostante la negazione di Amanda Donaldson.

(fonte: comicbook.com)

No more articles