Gli eroi DC arrivano nelle nostre case. In Ultra HD!

Lo scorso novembre le nostre sale avevano accolto Justice League, ultimo film DC, diretto da Zack Snyder con la complicità di Joss Whedon. Come al solito il cinecomic della casa di Burbank ha ricevuto critiche controverse, nonostante sia opinione piuttosto comune che si tratti attualmente del miglior film del DC Extended Universe.
La maggior parte dei giudizi negativi hanno riguardato l’eccessivo ammiccare ai cugini del MCU, in particolar modo ad una struttura in stile Avengers, con una vena comica piuttosto viva, e poi anche per il complesso dualismo registico Snyder-Whedon, nonostante l’abbandono del primo in corso d’opera fosse dovuto a motivi molto seri.
Tuttavia non siamo per parlavi del film in sé, cosa che abbiamo ampiamente fatto all’epoca in fase di recensione, ma perché Warner Bros. e DC hanno messo sul mercato un’eccellente versione home video. Noi abbiamo visionato infatti l’edizione 4K Ultra HD + Blu-ray e ve ne parliamo in questa nostra analisi.

Scheda Tecnica:

Formato: 4K UHD + Blu-ray
Dischi: 2
Durata: 119 min. ca.

4K UHD
Video: 2160p UHD 16×9 1.85:1
Audio: DTS-HD Master Audio Eng, Ita 5.1; Dolby Atmos: Eng; Dolby Digital 5.1: tur, rus, chi, hun.
Sottotitoli: tur, por, tha, rus, rom, hun, isr, gre, cro, chi. Non udenti: ita, eng

Blu-ray
Video: 1080p HD 16×9 1.85:1
Audio: DTS-HD Master Audio Ita e Eng 5.1. Dolby Atmos: Eng. Dolby Digital 5.1 eng, pol, spa.
Sottotitoli: spa, gre. Non udenti: ita e eng

Il Disco

Questo cofanetto si presenta come tutte le classiche versioni 4K UHD + Blu-ray Warner Bros. che abbiamo testato fino ad ora, con una cover in cartone dal design identico a quello del contenitore, che è invece una custodia nera al cui interno si trovano i due dischi, quello 4K e quello appunto in blu-ray.

Passiamo quindi ad analizzare l’aspetto video, concentrandoci prima sulla visione del film in 4K e poi in blu-ray, per studiare le differenze. Quelle che riscontriamo maggiormente riguardano il contrasto, ben più evidente nella versione in 4K, in cui percepiamo anche piuttosto nitidamente una luminosità maggiore, pure a dispetto di una fotografia scura, in piena consuetudine DC. Le sequenze di giorno o meno buie ovviamente favoriscono tutto questo, lasciandoci intravedere un maggiore livello di dettaglio, che emerge prepotentemente nei vari scontri e nelle scene ricche di action, dove il 4K si comporta in modo fantastico, permettendoci di riuscire a seguire più fluidamente i movimenti sempre molto frenetici e veloci.
La versione blu-ray invece ci mostra una leggera grana sullo schermo, che paradossalmente si nota di più sui campi lunghi che sui primi piani, dove invece il maggiore fuoco evidenzia un buon livello di dettaglio. A margine di ciò dobbiamo riconoscere che la palette di colori non è così vasta, per cui dal punto di vista cromatico il 4K migliora più che altro l’intensità di quelle tinte bluastre e grigie che riempiono lo schermo. In ultima analisi, nonostante i piccoli difetti evidenziati, la visione in blu-ray resta più che buona e di certo soddisfacente.

Audio

Per quanto riguarda il sonoro sia il 4K che il blu-ray hanno il DTS-HD Master Audio 5.1, sia in italiano che in originale inglese, con una buona immersione uditiva, tuttavia – considerata l’elevata qualità del prodotto in questione – speravamo in un DTS-HD MA 7.1. Ma era appunto solo una speranza, dato che anche i precedenti 4K + Blu-ray WB da noi testati supportavano il medesimo 5.1. Ovviamente la lingua inglese dispone anche del Dolby Atmos, che evidenzia tutte le differenze con l’audio dedicato alla versione italiana. Il livello di dettaglio sonoro è incredibile, la distinzione tra il parlato e i rumori ambientali si percepisce in maniera netta e piuttosto marcata, anche nelle scene di concitata azione. Ci sembra quasi di cogliere con chiarezza i rapidi movimenti di Flash. L’audio si estende a 360° e si lascia avvertire intorno a noi, donando all’opera un realismo favoloso.
Se questo vale per i dialoghi e i rumori di fondo ed ambientali, assume uno spessore maggiore per la musica, con la soundtrack di Danny Elfman che esplode con fragore in tutta la stanza, mantenendo un livello di pulizia eccezionale.

Extra

Il comparto extra è assolutamente fantastico. Abbiamo infatti un totale di 8 blocchi di contenuti aggiuntivi, con alcuni di essi che danno vita ad un nuovo menu a tendina in cui troviamo ulteriori surplus. Segnaliamo anche la presenza di scene inedite: c’è The Return of superman, un footage che non abbiamo visto nelle sale, e seppur si tratti di un filmato molto breve resta comunque un plus importante. Molto interessante invece Road to Justice, dove gli addetti ai lavori fanno un’analisi dei personaggi e ripercorrono la storia editoriale della Justice League. C’è anche del materiale che farà felici gli amanti della tecnica, ovvero il contenuto Scenes Studios, che ci regala 5 filmati dove scenografi, costumisti ed altri membri del cast tecnico ci svelano dei segreti di set e filmmaking.
Segnaliamo anche Tecnology of the Justice League, che ci racconta dell’utilizzo della tecnologia in un’opera complessa e spettacolare come questa, e di come i filmmaker abbiano studiato a fondo i personaggi principali per determinare quanto scienza e meccanica potessero contribuire alle loro necessità. In particolare è interessante lo studio del personaggio di Batman, l’unico non dotato di poteri sovraumani e che quindi notoriamente dispone delle più grandi innovazioni tecnologiche. Scopriremo, ad esempio, come sono stati ricostruiti i suoi fantastici “mezzi di trasporto”.
Insomma, la carne al fuoco è tantissima e non vi lascerà scontenti.

justice league 4k blu-ray recensione

Verdetto:

La versione 4K UHD + Blu-ray di Justice League si presenta esteticamente come tutte quelle viste fino ad ora, ovvero con la classica cover in cartoncino a custodire il cofanetto al cui interno sono sistemati i due dischi.
Sul lato video emerge la differenza tra le due versioni, con il blu-ray che presenta un po’ di grana sullo schermo e una leggere perdita di dettaglio, in confronto al 4K che ha ovviamente una maggiore nitidezza. Niente male il sonoro ma più che altro per ciò che riguarda la lingua inglese, con l’eccezionale Dolby Atmos. Abbiamo poi anche il DTS-HD MA 5.1 per italiano e inglese.
Gli extra sono tanti e favolosi e troviamo anche delle scene inedite.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), i Castelli Romani, Francesco Totti, la pizza e soprattutto la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna mia moglie sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.