Nel corso di una recente intervista con GameSpotShigeru Ohmori di Game Freak, ha avuto modo di parlare non solo dello sviluppo di Pokémon Ultrasole e Ultraluna, ma anche di quello del nuovo titolo, annunciato durante lo scorso E3 2017, destinato ad approdare su Nintendo Switch.

Secondo quanto dichiarato, lo sviluppo contemporaneo dei progetti non sta intaccando in alcun modo la qualità degli stessi, anzi, secondo un certo punto di vista lo sviluppo di Ultrasole e Ultraluna sta aiutando quello del titolo atteso per Switch.

“Il nostro staff è composto da un numero limitato di persone, ma è anche molto variegato. Possiamo contare sia su membri più giovani, che su veterani che lavorano su questa serie da anni, tutti molto dotati tecnicamente parlando. Vogliamo impiegare il nostro staff nel miglior modo possibile. Ad esempio Ultrasole e Ultraluna lo possiamo trattare come un progetto riservato ai membri più giovani, grazie al quale possono sviluppare e migliorare le proprie abilità, mentre i più veterani ed esperti possono dedicarsi al progetto per Switch. È un tipo di approccio che adottiamo spesso: affidare un progetto noto e ben consolidato allo staff più giovane e concentrare le forze dei veterani sullo sviluppo di titoli nuovi. Utilizzando questo tipo di project management ci assicuriamo che ogni progetto generi degli effetti positivi sugli altri.”

“Abbiamo sempre dei veterani” precisa Kazumasa Iwao, director dell’atteso Pokémon per Switch “persone di grande esperienza, che vengono coinvolti nei controlli di qualità di tutti i progetti, in maniera tale che possiamo avere la sicurezza che, i titoli Pokémon che sviluppiamo, siano tutti all’altezza del nome che portano.”

Che ne pensate di quanto dichiarato dai membri di Game Freak? Fateci sapere!

No more articles