C’è anche Stay Nerd in uno degli eventi più attesi della IX edizione del Festival del Cinema di Roma: la proiezione restaurata de Il Postino di Michael Radford.

Il nostro staff è stato invitato a partecipare a questa favolosa manifestazione, ed ha seguito per voi la presentazione e le battute iniziali di una elegantissima Maria Grazia Cucinotta che, in compagnia di Renato Scarpa, ha dato il là all’evento, mostrando grandissima commozione mentre ripercorreva con le parole e con la mente questi vent’anni passati dall’uscita del film e purtroppo anche dalla morte del grande Massimo Troisi.

aabd2f1d80c314f6a2bd350e9df36ca3
Il Postino posterVent’anni che hanno segnato però anche il percorso di crescita umana e lavorativa della Cucinotta, che non è più l’ammaliante e ingenua Beatrice Russo de Il Postino, ma una donna in carriera che si è lanciata persino nel campo della produzione cinematografica all’estero, con accrediti importanti nel cast tecnico di film statunitensi quali All the Invisible Children e Last Minute Marocco.
Il Postino è la mia favola”- precisa con voce orgogliosa e determinata l’attrice italiana, che sa bene quanto la sua vita sia cambiata grazie a quel primo incontro con Massimo Troisi – “e sono felice che proprio oggi mia figlia, che è qui in sala, lo guardi per la prima volta”. Un grande onore, indubbiamente, per questa donna che ha ormai il gradito compito di portare in giro per il mondo il vivo ricordo di uno dei più grandi attori del cinema italiano e di un film che definire favoloso è perfino riduttivo.
downloadUna menzione speciale anche per un altro grande scomparso, il “Pablo Neruda” Philippe Noiret, un uomo che ci ha fatto emozionare con i suoi occhi talmente espressivi da riuscire a trasmettere la malinconia per la morte di Mario, che preannunciava purtroppo soltanto di poco quella dell’attore napoletano, come nel più paradossale degli scherzi del destino.

L’obiettivo dell’evento, organizzato in partecipazione con le Poste Italiane, è riuscito in pieno: ha ridato luce ad un film che può così brillare anche nel cuore dei più giovani, che si apprestano a vederlo soltanto ora per la prima volta.
La sala si è lasciata andare ad applausi scroscianti non appena la Cucinotta ha pronunciato il nome di Massimo Troisi, e si è ripetuta spontaneamente al termine della proiezione.

[youtube url=”http://youtu.be/SELk0WdQ1ig” autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

Noi di Stay Nerd ci riteniamo orgogliosi di aver partecipato a questo grandissimo omaggio all’Attore che ancora oggi a distanza di venti anni ci manca come se ci avesse lasciato ieri.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), i Castelli Romani, Francesco Totti, la pizza e soprattutto la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.