Come nasce Wonder Woman

Sony Pictures distribuisce sul mercato degli home video Professor Marston and The Wonder Woman, film del 2017 per la regia di Angela Robinson, con Rebecca Hall, Luke Evans e Bella Heathcote tra i protagonisti.
Il film è basato sulla storia vera del creatore di Wonder Woman e della sua vita segreta.
Abbiamo visionato il blu-ray, e come al solito vi proponiamo la nostra recensione tech.

Scheda Tecnica:

Formato: Blu-ray standard
Dischi: 1

Video: formato panoramico HD (2.39:1) 1920x1080p
Audio: Eng, spa, deu 5.1 DTS.HD MA; ita, rus, eng n/u 5.1 Dolby Digital
Sottotitoli: ita, eng, eng n/u, dan, est, fin, let, lit, nor, rus, spa, swe, deu, tur.

Il Disco

Dal punto di vista del packaging abbiamo a che fare con un classico cofanetto blu-ray, in formato standard, al cui interno risiede un unico disco.
Passiamo pertanto immediatamente alla visione, e dal menu accediamo alle impostazioni e poi al film.
Percepiamo da subito l’ottimo lavoro ad opera del direttore della fotografia, Bryce Fortner, con colori davvero gradevoli e variegate sfumature cromatiche: dai verdi naturali degli alberi, ai meravigliosi costumi, agli interni più opachi, sino ai colori accesi delle pagine del fumetto, su cui ogni tanto indugia la telecamera, tutto ci viene restituito attraverso un comparto video di ottima fattura, che ci mostra anche primi piani in cui si nota molto bene il dettaglio. C’è una leggera grana sullo schermo, ma è davvero poca cosa, ed anche i livelli di nero risultano molto forti.

Audio

Il comparto audio purtroppo è la nota dolente di questa versione blu-ray. Non per quanto riguarda la traccia italiana in sé per sé, poiché il Dolby Digital 5.1 è ciò a cui siamo abituati ormai per questo tipo di edizioni blu-ray, che definiamo standard, ma per il confronto con le altre lingue, attraverso il quale ci sentiamo un po’ presi in giro. Il 5.1 DTS-HD Master Audio è presente infatti non solo per l’originale inglese, ma pure per il tedesco e lo spagnolo, e noi ci sentiamo ovviamente “fatti fuori”.
Consigliamo dunque la visione in lingua originale, magari con i sottotitoli, poiché il DTS-HD MA ci dona un sonoro davvero impareggiabile. Dagli effetti ambientali, ai dialoghi, tutto fuoriesce in maniera forte e vibrante dalle nostre casse, e i due aspetti non si accavallano mai, restituendoci una pulizia acustica fantastica.

Extra

Per quanto riguarda gli extra, oltre alle solite Scene eliminate, abbiamo tre contenuti aggiuntivi, ovvero: Un trio dinamico: nascita di un’icona femminista; Punto focale dirigere Professor Marston and W.W.; L’identità segreta di Charles Moulton Motion Comic. Il primo, Un trio dinamico, è molto interessante ed assistiamo al cast tecnico-artistico che ci spiega come nasce il personaggio di W.W. e cosa c’è alla base della sua creazione. Col secondo extra invece la regista Robinson ci racconta la genesi del film, dai primi momenti in cui si è documentata, leggendo libri, sino all’atto conclusivo. In generale possiamo dire che questo cofanetto ci dona degli extra con un livello qualitativo più che buono.

professor marston

Verdetto

Sony distribuisce sul mercato degli home video Professor Marston and The Wonder Woman in questa classica versione blu-ray. Il packaging è minimal ed abbiamo un solo disco per film e contenuti extra. Il comparto video è ottimo, nonostante si percepisce una leggera grana sullo schermo. Nota dolente invece per l’audio, con il DTS-HD MA 5.1 per inglese, spagnolo e tedesco, e solo Dolby Digital 5.1 per la lingua italiana.
Extra interessanti e di qualità.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryn Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui