E come vederle anche dall’Italia

Netflix è attualmente la piattaforma per vedere film e serie tv in streaming più famosa d’Italia.
Ma il catalogo di questa emittente americana è molto più ampio di ciò che possiamo effettivamente vedere dai nostri schermi.

Per quanto riguarda il contenuto direi che nessuno di noi faticherebbe a credere che determinati film o serie tv appaiano solo in Italia e non in altri Paesi del mondo.
Allo stesso modo, naturalmente, ci sono contenuti che sono presenti in cataloghi stranieri e che Netflix stessa non si sognerebbe mai di includere in quelli italiani.

Al di là dei gusti televisivi di ogni popolo presente sul pianeta, questa piattaforma di streaming, come altre del resto, ha accordi differenti da Paese a Paese.

Vi siete mai chiesti perché? Scopriamolo subito in questo articolo e vediamo anche di capire come si possibile accedere ai contenuti di altri Paesi, soprattutto a quelli del catalogo americano, per forza di cose il più ricco e interessante.

Ad ogni Paese il proprio Netflix

Come anticipato Netflix presenta un catalogo differente per ogni Paese, all’interno del quale gli spettatori avranno gusti e richieste diverse tra loro. Ma questo non è certo l’unico motivo di questa scelta.
In effetti la principale motivazione è legata al fatto che per ogni Paese sia necessario acquistare i diritti di trasmissione e che quindi vengano fatte valutazioni su quali diritti acquistare e dove in base al budget a disposizione e ai vari interessi in gioco.

Tuttavia la libertà di acquisto di questi diritti è mitigata da un altro fattore: la limitazione d’accesso a determinati contenuti imposti dai governi.

Di fatti i governi di alcuni Paesi possono decidere di imporre delle restrizioni alle quali Netflix non può fare altro che attenersi. Un esempio di questa imposizione non dobbiamo cerco andare tanto lontano da casa per trovarlo. In Francia, infatti, alcuni contenuti di Netflix sono stati esplicitamente vietati e non verranno mai trasmessi.
Per di più non sono mancati dissapori tra alcune Nazioni e il sito di streaming.

Un esempio è quello che ha visto il Primo Ministro polacco indirizzare una lettera al Ceo di Netflix, Reed Hastings, accusandolo di aver riportato nel documentario sulla Seconda Guerra Mondiale “Solo il diavolo lo sa” una cartina che mostrava campi di sterminio tedeschi all’interno dei confini polacchi. In realtà questa è una imprecisione che lascerebbe intendere al pubblico un certo livello di collaborazionismo tra tedeschi e polacchi, una grave imprecisione che potenzialmente lederebbe la memoria dei fatti e su cui il Primo Ministro non ha voluto transigere.

Gli utenti si ribellano

Come fa Netflix a capire da quale Paese accediamo alla sua piattaforma? Questa è la domanda che si sono fatti naturalmente gli utenti, sospettando ovviamente della geolocalizzazione al momento dell’accesso.

Per la precisione Netflix tiene conto innanzitutto del luogo in cui è avvenuta la registrazione al servizio e solo in secondo luogo di quello da cui stiamo guardando i suoi contenuti.

Per farlo sfrutta l’indirizzo IP, un codice in cui sono contenute le nostre informazioni e che il dispositivo da cui accediamo invia ai siti che visitiamo, Netflix incluso.

Questo è un elemento essenziale del funzionamento della rete internet. Tutti i dispositivi connessi alla rete e che comunicano tra loro hanno di fatti il proprio indirizzo IP che permette agli atri di farsi trovare e, in maniera reciproca, a noi di trovare loro. In questo modo si possono scambiare informazioni rimanendo connessi.
Tuttavia è possibile anche navigare anonimamente su Internet, mantenendo un livello di privacy elevato e una sicurezza maggiore. Per farlo si utilizza una VPN.

VPN sta per Virtual Private Network e consiste nella possibilità di accedere alla rete pubblica celando il proprio vero indirizzo IP e falsando i relativi dati.

Potremo così far credere ai siti che visitiamo, tra cui Netflix, che stiamo accedendo da un Paese differente dal nostro.

In questo modo, se per esempio tramite una VPN decidiamo di mostrare che ci stiamo iscrivendo a Netflix dall’America, accederemo al catalogo americano.

Il gioco quindi è fatto?

Non proprio, perché Netflix non è rimasta ferma a guardare gli utenti utilizzare questo trucco ma è corsa ai ripari per fare rispettare le regole.

È quindi possibile che si accorga che stai cercando di celare la tua vera identità, in questo caso riscontrerai un errore del proxy. Tuttavia anche questo problema si può risolvere.Infatti basta usare VPN affidabili e adatte a superare questa barriera per avere la risposta al problema di molti su come bypassare il proxy di Netflix.

Ora che sai tutto su come goderti un catalogo esteso e vedere gli show di altri Paesi non ti resta che ottenere la tua VPN affidabile e funzionale per risolvere questo inconveniente.
Buona visione a tutti!

 

No more articles