Nuovo episodio di Japan Wildlife: le gioie e i dolori dello studio del Giapponese

Un nuovo episodio di Japan Wildlife è online, il podcast di Stay Nerd dedicato al mondo del Sol Levante: questa volta parliamo di… giapponese! Avete letto bene. Il tema di oggi è imparare la vita dello studente di giapponese. In compagnia della nostra Alessia Trombini e di Giada Zaccardi di NodoNodo parliamo dello studio della lingua del Sol Levante.

“Oggi vi presentiamo una conversazione tra Alessia e Giada Zaccardi di NodoNodo sullo studio del giapponese: come cominciare, se è meglio fare un corso privato o l’università, ecc. , con consigli e pareri da parte loro in quanto entrambe studentesse nella stessa università”.

Oltre al video – che trovate anche in calce a questa notizia – pubblicato sul nostro canale YouTube, Stay Nerd Official, potete ascoltare la puntata anche su:

Tutti i podcast di Stay Nerd

Se siete in cerca di altro intrattenimento in formato podcast, Stay Nerd ha quello che fa per voi. Attraverso la nostra sezione podcast potrete accedere a tutti i nostri programmi, disponibili attraverso Spreaker. Siete in cerca di quattro chiacchiere a tema videoludico? Gaming Wildlife è quello che fa per voi. Volete parlare di cinema e serie TV? Abbiamo Pop Corn Talks. Passate le vostre giornate immersi in uno dei miliardi di universi appartenenti al mondo letterario? Ecco Reading Wildlife.

Per sentire tutte le puntate basta cliccare su questo link! Non ci resta che augurarvi buon ascolto e chiedervi di dirci il vostro parere! Diteci cosa ne pensate dei nostri podcast! Lasciateci un commento e partecipate insieme a noi alle discussioni sugli argomenti trattati da tutto il nostro palinsesto!

Leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.