3fb01c2c-7a09-40eb-a7a9-bd858cf8b9d1-620x372Che Stay Nerd abbia una passione per le lingue inventate è cosa ben nota e ve lo abbiamo dimostrato non solo con questo articolo ma anche con la sconclusionatezza delle nostre frasi, e con i mugugniti con cui ci avete sentito esprimerci in fiera. Ovviamente, con un pedigree del genere non potevamo esimerci dal tornare sull’argomento, complice la “fame” che taluni di voi hanno nei confronti di Game of Thrones. Che ormai la vita gira un po’ così, tra una stagione di GoT e una di The Walking Dead. E allora perché non mettersi di impegno per imparare la lingua Dothraki?!

1413534708_Schermata-2014-10-17-alle-10.28.58Del Dothraki, come detto, abbiamo già parlato e vi avevamo detto come, grazie al lavoro di David J. Peterson, ne sia stata costruita una grammatica, una fonetica e persino un piccolo vocabolario, atto a minacciare di morte un po’ chi vi pare. Certo, dall’esistenza della lingua al suo effettivo studio il passo è molto lungo, ma ecco che la tecnologia viene in vostro aiuto con una prodigiosa app! Dothraki Companion è un’app sviluppata dall’editore Random House LLC, già artefice di una mezza moltitudine di corsi digitali per imparare le lingue. Disponibile, per ora, solo sullo store di Apple al prezzo di 3.99 dollari, Dothraki Companion vi insegnerà la lingue del mare d’erba con una serie di attività ludiche e di lezioni interattive. Si può persino utilizzare l’apposita funzione per avviare una conversazione simulata, nel caso in cui non abbiate amici pratici della lingua o non possiate pagarvi un viaggetto nel Westeros.

ucnjpyby9jziwvym7m17E pensate! Non rischiate nemmeno la pelle! C’è da dire che non si tratta della prima app che si pone un obiettivo simile, esistono in rete già innumerevoli dizionari e compendi per cercare di imparare la lingua dei Khal. Il bello di questa app è però la sua interattività, nonché la garanzia del nome che c’è alle spalle essendo Random House tra le autorità nell’insegnamento digitale delle lingue oltreoceano. Non ci resta che sperare in una localizzazione in italiano e magari un supporto per dispositivi Apple, ma intanto non c’è che dire: ATHDAVRAZAR!

No more articles