Hideo Kojima, nel corso di una recente intervista tenutasi in occasione dell’E3 con il regista del film tratto da Metal Gear Solid, Jordan Vogt-Roberts, ha avuto modo di parlare anche del suo nuovo progetto, Death Stranding, e di come parte del suo team non riuscisse, inizialmente, a capire la sua idea.

“Tutte le volte che penso a un piano, lo spiego prima di tutto al mio team e la stessa cosa è accaduta nel caso di Death Stranding. Al tempo nessuno riuscì a capire la mia idea, perché stavo tentando di creare qualcosa di innovativo e differente. Personalmente, ritengo che se la gente ti viene contro allora sei sul binario giusto. Ora come ora, man mano che procediamo nel progetto e sperimentiamo cose differenti, piano piano il mio team sta iniziando a capire cosa voglio realizzare. In questo momento, ciò che volevo ottenere è stato realizzato e funziona, e tutti quanti, compreso il mio team, è convito di ‘essere dei geni’ mentre io mi ritrovo a pensare ‘no, no, io ho avuto l’idea!'”

ARTICOLI SCELTI PER TE

No more articles