Ho apprezzato quasi tutti i film di Spider-Man che sono usciti da una decade a questa parte, l’unico problema, secondo me, è stata sempre la cronica mancanza di un “Villain”, un personaggio cattivo veramente bastardo e bad-ass. Se ci pensate infatti, ogni nemico che Spider-Man ha combattuto, aveva alle spalle una storia triste e tormentata che lo ha portato ad essere cattivo e ad avercela con il mondo. Tutte brave persone all’inizio che per una questione o un’altra, hanno imboccato una brutta strada. Se tutti i cattivi nascessero così, allora immagino che io stesso e la metà di voi che adesso state leggendo potremmo tecnicamente definirci Villain. Ma chi sono stati i brutti ceffi che abbiamo visto in questi ultimi film del nostro amichevole Spider-Man di quartiere?
Nel primo Spider-Man di Sam Raimi, Norman Osborn sperimenta su se stesso un gas altamente instabile che in teoria dovrebbe potenziare forza e agilità. Ovviamente la situazione gli sfugge di mano e impazzisce. Tecnicamente quindi diventa Green Goblin proprio perché è sotto l’effetto della droga e non è più se stesso.

spider-man

In Spider-Man 2, la moglie del Doctor Octavius viene uccisa perché lui non interrompe l’esperimento che stava conducendo. Il chip inibitore neurale che dovrebbe tenere a freno i suoi tentacoli meccanici viene distrutto e questi ultimi vengono fusi alla sua spina dorsale. Sono degli aggeggi senzienti e in pratica prendono il sopravvento sulla mente dello sventurato dottore; alla fine quindineanche lui è più responsabile delle sue azioni. In Spider-Man 3, Harry Osborn diventa cattivo perchè scopre che Spider-Man ha ucciso suo padre. Anche Eddie Brock si unisce al lato oscuro perché Peter Parker lo mette nei guai con le sue foto e viene licenziato da Jameson. Finisce poi infettato dal simbionte e diventa Venom, ponendolo in una situazione perfetta per vendicarsi contro il nostro eroe mascherato. C’è poi Flint Marko/Sandman che per non fare torti a nessuno è già un criminale, ma non è matto; ha solo la sfortuna di finire in un acceleratore di particelle che fonde il suo corpo con della sabbia. I suoi intenti però sono nobili dato che vorrebbe solo salvare la sua figlioletta malata di cancro. In The Amazing Spider-Man di Marc Webb, l’unica colpa del Dottor Connersè quelladi volersi far ricrescere il braccio. Cosa combina quindi? Si inietta una droga che in teoria dovrebbe rigenerare le cellule;  le cose ovviamente degenerano e lui diventa The Lizard, essere non proprio sveglio e reattivo.

In The Amazing Spider-Man 2 la vita di un giovane e brillante genietto viene definitivamente rovinata quando si prende una considerevole scarica elettrica cadendo in una tanica piena di anguille elettriche non troppo mansuete. Quale modo migliore per farsi conoscere dal mondo se non facendo casino in giro? E’ la volta poi di Harry che, proseguendo la tradizione sulla via delle droghe, si inietta l’ennesimo siero per diventare ancora più fastidioso.

Kraven

KravenCome potete vedere quindi, ognuno di queste persone è diventato un Villain facendo scelte sbagliate e poi prendendosela con il povero Spider-Man per tutti i loro problemi. Qui c’è bisogno di un personaggio cattivo con la C maiuscola. Qualcuno veramente crudele e spietato che metta davvero paura. Un esempio perfetto in questo caso, è il Joker di Batman, personaggio carismatico il cui desiderio è unicamente quello di veder bruciare il mondo intero. Semplice e conciso. Il regista Marc Webb, alla domanda su quale Villain avrebbe voluto lavorare in futuro, ha dato come prima scelta Kraven. Chi è costui? Kraven di fatto, risulta una tra le scelte più interessanti e spero che Webb lo usi in uno dei prossimi film. Come saprete si tratta di un cacciatore il cui obiettivo nella vita è catturare l’Uomo Ragno per farne un trofeo, così da dimostrare di essere il migliore. A differenza di altri cacciatori, disdegna l’uso di armi, preferendo uccidere animali pericolosi a mani nude. In pratica Kraven vorrebbe cacciare Spider-Man per sport. Non cerca nessuna vendetta; certo, anche lui ha il solito vizietto di iniettarsi qualcosa, tant’è che senza un apposito siero non avrebbe che la forza di un essere umano, ma almeno ciò non lo rende pazzo (o quasi…). Lui è così, vuole la testa del Ragno come trofeo per provare che è il migliore sulla piazza e basta.

Carnage

Carnage-Spider-Man-Movie-RumorUn altro Villain che sarebbe un piacere vedere in azione è Carnage (alias Cletus Kasady). Il ragazzo ha un curriculum di tutto rispetto: psicopatico, sadico e omicida. Dopo aver ucciso la nonna da piccolo, passando poi per il tentato omicidio della madre, ha passato la sua adolescenza in carcere, maturando una sua personale filosofia di vita in cui “la vita è essenzialmente inutile, la legge inesistente e dove solo il Caos può definirsi vera libertà”. Divenuto un serial killer, Kasady ha dato una svolta alla sua vita entrando in contatto con una parte del simbionte Venom, generando quindi un nuovo simbionte, Carnage per l’appunto. Nei fumetti Carnage è sempre stato pazzo quel tanto che basta da generare casini considerevli, tanto che Spidey dovette allearsi con Venom per poterlo battere la prima volta. Negli anni è diventato un personaggio decisamente mimmo, ma resta comunque un cattivo perfetto per il cinema. Dove Kraven sarebbe il villain raffinato e stoico nel perseguimento del suo obiettivo, Carnage potrebbe essere il carnefice, il killer, il personaggio entropico e matto come un cavallo. Potrebbero essere entrambi i portatori di tematiche nuove, fresche, e decisamente lontane dallo stile edulcorato cui Sony, con i suoi film, ha abbindolato i fan di testa di tela.

ARTICOLI SCELTI PER TE