Estate=caldo, acqua, avventura, amore…

Il panorama manga è ricco di tematiche e generi, talmente tanto che delle volte non si sa più cosa leggere e in estate, quando si ha molto tempo da perdere, non è bello. Perciò, in questa lista di manga dove l’estate e il mare la fanno da padroni, vogliamo proporvi vecchie e nuove letture, che coprono diversi generi, per riuscire a sconfiggere la calura estiva accontentando i gusti di tutti, come in gelateria!

Shimanami Tasogare-Oltre le Onde – Yuhki Kamatani (Amazon)

Il tema LGBT in Giappone è ancora molto oscuro per gran parte della società, nonostante la sua forte presenza in diversi media. In Shimanami Tasogare il protagonista Tasuku Kaname entrerà a far parte di una piccola comunità queer, dopo aver tentato il suicidio a causa delle accuse dei compagni riguardo la sua omosessualità. Salvato da una donna misteriosa, la signora Qualcuno, si avvicinerà a lei e alle persone che la circondano per trarre conforto e comprensione, mentre noi riceveremo un’opera priva della banalità che caratterizza il genere yaoi, dal quale tra l’altro Shimanami Tasogare si discosta completamente: essendo uno slice of life, vedremo solo i momenti salienti della scoperta della sessualità di Tasuku. Tuttavia, potremo percepire il reale disagio di queste persone emarginate grazie a pagine evocative e intense, caratterizzate dalla presenza della schiuma, delle bolle e di altri elementi marini ed estivi che conferiscono un’atmosfera ovattata a quella che invece è una condizione esistenziale drammatica,

soprattutto per la comunità LGBT giapponese.

Dove sussurra il mare – Keiko Ichiguchi (Amazon)

Autrice giapponese ormai adottata dal Belpaese, Ichiguchi-sensei ci racconta la storia di Marina, una giovane ragazza italiana che vive con la sua famiglia in una località di mare. La sua infanzia è segnata da un tragico incidente: Marina stava rischiando di annegare e la madre morì nel tentativo di salvarla. Dopo molti anni, la comparsa di un giovane francese sulla spiaggia, Jean, darà inizio ad una serie di scoperte sul passato di Marina e di sua madre, in un susseguirsi di scene struggenti e angoscianti con il mare a farla da padrone nell’immaginario della protagonista.

 

 

 

 

Dagashikashi – Kotoyama (Amazon)

Slice of life con due caratteristiche particolari: il tema sono i dolcetti e gli snack a basso prezzo tipici giapponesi (come potrebbero essere le nostre goleador o i quei vecchi ovetti della Dolci Preziosi o i chupa chups) e i capitoli non sono più lunghi di 8 pagine. La quantità di dagashi (il nome di questo genere di dolci) presentati è enorme e Kotoyama ce li fa conoscere tramite le giornate di calura e noia estiva del protagonista Kokonotsu e di una ragazza eccentrica, appassionatissima di dagashi, di nome Hotaru. Di ogni dagashi scopriamo le origini, le caratteristiche principali e ciò che li rende unici, in episodi autoconclusivi carichi di curiosità e semplice comicità.

Children of the sea – Daisuke Igarashi (Amazon)

Seinen ambientato nella baia di Tokyo, nella quale Ruka, la protagonista, conoscerà due misteriosi bambini di nome Umi e Sora (nomi piuttosto simbolici, che significano rispettivamente “Mare” e “Cielo”). Questi bambini sembrerebbero essere collegati alla sparizione degli animali marini dagli acquari di tutto il mondo, che si dissolvono in luci spettrali, e ai fenomeni astronomici che si manifestano contemporaneamente. La natura dei poteri sovrannaturali di questi due ragazzini rimane oscura e Ruka si troverà invischiata nel mistero che li circonda, mentre comincerà a rendersi conto di avere la stessa strana connessione col mare. L’oceano è rappresentato come arcano, mitologico, maestoso e onirico e viene valorizzato nella sua vastità, nonostante la sua presenza silenziosa, con pagine intere di sole illustrazioni che ci permettono di prendere respiro da una storia bella ma complessa (nonostante i protagonisti si trovino spesso sott’acqua!).

 

Children of the whales – Abi Umeda (Amazon)

Chi l’ha detto che il mare può solo essere fatto d’acqua? In Children of the Whales, la nave solitaria detta “balena di fango”, su cui viaggia il protagonista Chakuro con la sua comunità, attraversa un mare di sabbia sconfinato. Chakuro è l’archivista della nave, pur essendo giovanissimo, e ne registra tutti gli avvenimenti salienti. Inoltre, la maggioranza della comunità della nave è caratterizzata da un potere basato sulle emozioni chiamato thymia che, anche se utile, accorcia la vita di chi lo possiede e per questo sono coloro che non ce l’hanno, e che quindi vivono di più, a governare sulla nave. Tutto cambia quando, un giorno, la balena di fango si imbatte in un’isola in cui Chakuro, insieme ad altri esploratori, trova una ragazza e scopre dunque che gli abitanti della balena di fango non sono soli a vagare in quella distesa di sabbia. Questo incontro però sarà l’inizio di una pericolosa avventura che cambierà per sempre il destino degli abitanti della nave. Un manga distopico dai disegni molto “sabbiosi” ma dettagliati, così come l’ambientazione e la storia, che vengono introdotte

dall’autrice per mezzo di un tòpos letterario alla M

anzoni ne I promessi sposi.

Orange Road – Izumi Matsumoto (Amazon)

Non esattamente a tema estivo ma, tra pin-up in costume da bagno e molti capitoli ambientati al mare, Orange Road può tranquillamente rientrare in questa lista senza risultare forzato (e poi l’arancio è palesemente un colore tipico dell’estate, no?). L’ambientazione anni Ottanta, inoltre, si presta benissimo al mood estivo, così come le situazioni equivoche in cui Kyosuke Kasuga si trova invischiato suo malgrado, a causa dei suoi poteri ESP. Un manga senza pretese, con del leggero fanservice tipico della produzione di quegli anni ed episodi perlopiù autoconclusivi ma divertenti nella loro semplicità.

 

 

Ano Hana – Mari Okada e Mitsu Izumi (Amazon)

Jinta Yadomi, un giorno d’estate, si ritrova davanti lo spettro di una sua amica d’infanzia scomparsa anni addietro e inizialmente considera ciò come una semplice allucinazione dovuta al caldo. Quando però si rende conto che Menma, l’amica fantasma, non accenna ad andarsene, capisce che c’è qualcosa di più dietro la sua apparizione e ne rende partecipe il gruppo di amici dell’epoca, i Super Busters della Pace, che inizialmente stentano a crederci. La piccola Menma desidera qualcosa ma, non ricordando cosa, chiede aiuto ai suoi amici che, tra sensi di colpa e rancori, decidono di aiutare l’amica per permetterle di riposare in pace. Una storia strappalacrime sugli aspetti positivi e negativi dell’amicizia, sul dolore della perdita e il suo superamento.

Mermaid Melody-Principesse Sirene – Michiko Yokote e Pink Hanamori (Amazon)

Ammettetelo, le canzoni della versione animata le sapevate tutte! La principessa Luchia prende la sua forma terrestre per cercare la propria perla rosa, donata a Kaito per salvarlo quando da bambino stava per annegare. Insieme alle amiche Hanon e Rina, Luchia vivrà sulla terra e contemporaneamente combatterà contro le nemiche al servizio del malvagio Gaito, che vuole impossessarsi delle loro perle per governare i sette mari. L’estetica majokko si mescola a quella idol, rendendo questo manga spumeggiante e brillante come l’acqua dell’oceano!

 

 

 

 

 

Marine Blue-Accarezzati dal vento marino – Ai Yazawa (Amazon)

Una delle prime opere della famosissima autrice di NANA e dunque forse non altrettanto profonda. La bella Haruka Tachibana lavora in un bar sulla spiaggia frequentata dai surfisti. Un giorno, il cugino della ragazza viene sfidato ad una gara di surf da nientemeno che il primo amore di Tachibana, Arikawa. Una classica storia d’amore estiva, completa di doppio triangolo amoroso e di quella primordiale delicatezza che poi avrebbe contraddistinto l’autrice nelle opere future.

Blue-il colore del cielo, il colore del mare, il colore dell’amore – Kozue Chiba (Amazon)

manga a tema estate

Mimi, dopo essersi lasciata col ragazzo a Tokyo, decide di tornare alla sua isola natale. Qui troverà i vecchi amici d’infanzia Hikari, Yosuke e Sumire che, nonostante gli anni passati, sono ancora molto legati tra loro. Anche qui, dato che si tratta di uno shoujo, abbiamo triangoli amorosi e segreti, nei quali si può constatare un approccio all’amore un po’ superficiale, tipico dell’adolescenza. Il mare allora assume un ruolo calmante e confortante, così come il resto della natura dell’isola, in un’atmosfera che ricorda molto Okinawa e le isolette del sud.

No more articles