Tutta la verità dietro i classici Disney

Ah, la Disney… basta il nome per evocare lunghi pomeriggi della nostra infanzia passati a sognare insieme a principi azzurri e fuorilegge dal cuore d’oro, dolci principesse e ragazze ribelli, animali di ogni genere e creature di dubbia specie… Alzi la mano chi non ha mai guardato Biancaneve o La Sirenetta, o ancora, Cenerentola e La Bella Addormentata: nessuno si fa avanti? Appunto. Ma quanti di voi sanno quali sono le storie dietro le queste favole? Quelle che potremmo definire le verità dietro le storie Disney? Sorprendentemente, perfino tra gli amanti dei libri, sono pochi coloro che hanno letto le versioni integrali dei fratelli Grimm, Charles Perrault e Hans Christian Andersen, i veri autori delle fiabe narrateci dai disegnatori americani. In questo articolo vi presentiamo, dunque, quello che nessuno vi ha mai detto da bambini.
Fatevi traumatizzare insieme a noi!

Verità dietro le Storie Disney – Biancaneve

Dobbiamo riconoscere che la Disney questa fiaba non l’ha modificata, ma ha soltanto omesso alcune parti. Quali, dite voi? Beh, innanzitutto nella versione originale la matrigna cerca di uccidere Biancaneve non una, ma ben altre due volte prima di darle la mela fatale: la prima stringendole la vita con una cintura che riesce quasi a farla soffocare, e la seconda pettinandole i capelli con un pettine avvelenato. Inoltre, nonostante il lieto fine sia rimasto invariato, nel cartone manca la parte in cui la dolce Biancaneve invita al suo matrimonio la perfida matrigna… e la obbliga a ballare indossando delle scarpe roventi di ferro, finché non muore.

Verità Disney

Cenerentola

Qui la faccenda si complica: esistono numerosissime versioni di questa fiaba, una più antica dell’altra e, ovviamente, tutte diverse tra loro. Una tra le più accreditate, però, narra come Cenerentola pregasse tre volte al giorno sotto un albero sulla tomba di sua madre dove, tutte le volte, un uccellino bianco le portava ciò di cui ella aveva bisogno. Lo stesso animaletto quindi le dona i vestiti e le scarpe affinché possa partecipare per ben tre notti di seguito al famoso ballo indetto dal principe. Quest’ultimo, andando poi di casa in casa a far provare la scarpina – che secondo i fratelli Grimm è d’oro – si fa ingannare dalle sorellastre di Cenerentola che, per indossare la calzatura, si tagliano una le dita dei piedi e l’altra il tallone… dietro consiglio della matrigna!

Tuttavia, in entrambi i casi due colombe fanno notare al principe che dalla scarpina colava sangue, facendogli riportare a casa le ragazze che avevano tentato di raggirarlo. Così egli viene a sapere che lì abita anche una povera serva, Cenerentola, appunto, e – per fortuna! – insiste che anch’ella provi la scarpa. Ovviamente questa le calza a pennello, e i due vanno felici al castello, insieme. Non ne avete avuto abbastanza? Al matrimonio di Cenerentola le sorellastre furono invitate come damigelle; mentre facevano le scale del palazzo a suo fianco, due colombe (le solite) scesero in volo e staccarono con il loro becco gli occhi delle ragazze, compiendo la vendetta.

Verità Disney

Verità dietro le Storie Disney – La bella addormentata nel bosco

Ancora più cruenta la storia della Bella Addormentata che, nella versione dello scrittore italiano Giambattista Basile, viene violentata durante il sonno da un re di passaggio e – dopo aver dato alla luce due gemelli – svegliata da uno dei bambini, (chiamati Sole e Luna) che non trovandole il seno le succhia un dito, estraendo così la spina che l’aveva fatta piombare nel lungo riposo. Talia (questo il nome della principessa) sposa dopo alcuni anni il re che l’aveva stuprata, dopo che quest’ultimo abbia condannato alla morte la regina, sua moglie, per aver tentato di uccidere l’amante ed i gemelli. Più che la base di una fiaba per bambini sembra la trama di un episodio di Game of Thrones

Verità Disney

La Sirenetta

Brutta fine anche per la dolce Sirenetta: il patto originale con Ursula prevedeva per la ragazza, oltre alle gambe al posto della coda di pesce, un dolore lancinante a ogni passo, e tutto era a condizione che il principe si innamorasse di lei. Ovviamente, nonostante gli sforzi immani di Ariel per ballare e conquistare Eric, questo sposerà un’altra principessa, e la nostra protagonista morirà dissolvendosi nella schiuma del mare.

Verità Disney

Verità dietro le Storie Disney – Mulan

In questo caso la Disney si è attenuta fedelmente alla storia che tutti noi conosciamo, ad esclusione del draghetto Mushu che non è mai apparso nelle ballate cinesi, così come la storia d’amore con Shang. Ok, forse la Disney non è stata proprio così fedele. Tuttavia, in addizione all’originale, dovete sapere che quando Mulan torna a casa e trovata la famiglia distrutta, non avendo altra scelta se non quella di diventare una prostituta, decide di suicidarsi.

Verità Disney

Rapunzel

Nella fiaba originale Rapunzel ed il suo principe azzurro non sono fortunati come nel film della Disney. Il principe sa che può vedere Rapunzel quando i lunghi capelli dell’amata vengono lasciati penzolare dalla finestra della torre. Quando Gothel scopre il sotterfugio, taglia la chioma della povera ragazza e la appende fuori per attirare nella sua trappola il principe. Quest’ultimo ci casca in pieno, e quando – una volta arrivato in cima – si rende conto di essere stato ingannato, salta dalla finestra per il dolore e si acceca nei rovi spinosi in cui atterra. Che dire… perlomeno non muore!

Verità Disney

Verità dietro le Storie Disney – Il Gobbo di Notre Dame

Ahi, ahi… Anche questa verità nascosta da Disney è brutta, purtroppo! Nell’omonimo romanzo di Victor Hugo (sì, quello dei Les Miserables), infatti, Quasimodo tradisce Esmeralda per vendicarsi dell’amore che ella non ricambia, denunciandola a Frollo, che di conseguenza la fa impiccare pubblicamente in piazza. In seguito, consumato dai rimorsi, il gobbo uccide lo stesso Frollo spingendolo giù dal campanile, e va poi alla tomba di Esmeralda per raggomitolarsi attorno al cadavere dell’amata e restare lì, immobile, fino a morire di fame. Macabro.

Verità Disney

Hercules

Il mito dietro il cartone animato disneyano è tutta un’altra storia. Innanzitutto, Hercules non è figlio di Era, ma di Alcmena, una donna mortale. Ne consegue che la moglie di Zeus è estremamente gelosa di questo giovane frutto di un tradimento, e fa di tutto per rendergli la vita un inferno. Incluso renderlo pazzo al punto da uccidere in un eccesso d’ira la principessa Megara e tutti i loro figli. Già.

Verità dietro le Storie Disney – Aladdin

Inevitabilmente anche questa storia ha, nella versione integrale, una trama sicuramente più cruenta di quella disneyana. Cassim, infatti, non è tanto il principe dei ladri quanto semplicemente un criminale molto avido che, invece di fuggire con Iago, fa davvero una brutta fine. Intrappolato nel suo covo, egli viene brutalmente ucciso e smembrato, ed il suo corpo viene esposto davanti alla caverna del tesoro come deterrente per eventuali visitatori indesiderati. Successivamente suo fratello riporta a casa i pezzi del suo corpo e li fa ricucire insieme da un abile sarto, per far credere alla famiglia che è morto di cause naturali.

Peter Pan

Ehi, avete presente i simpaticissimi Bimbi Sperduti che abitano l’Isola che non c’è, indubbiamente fra i maggiori personaggi che hanno contribuito alla nostra infanzia? Sì? Bene, sappiate che nell’originale opera teatrale di J. M. Barrie, Peter Pan li uccide. Tutti. Perché avevano cominciato a crescere, e ciò era proibito sull’Isola.

Nata sulle sponde remote del Mar Nero durante un gelido inverno, è diventata nerd senza rendersene conto, ed ha capito di essere senza speranza soltanto quando nemmeno i 15 fps del suo portatile a vapore le impedirono di giocare a Skyrim. Metallara a tempo pieno devota al fantasy ed alle saghe scandinave (lode a Odino!), è soprattutto un’artista mancata ed una cosplayer occasionale che adora dissezionare PC a fini ricreativi. È approdata su StayNerd inaspettatamente, convinta che lo staff non sarebbe stato tanto folle da accoglierla in redazione. Nel tempo libero, quando non si esercita nel tiro con l’arco o nella nobile (e deliziosamente brutale :3) arte della scherma storica, la si può trovare in sella alla sua amata Kawasaki.

4 Commenti

  1. Oh my goodness! Incredible article dude! Many thanks,
    However I am experiencing troubles with your RSS.
    I don’t understand the reason why I can’t join it. Is there anybody
    else getting the same RSS problems? Anyone who knows the answer will you kindly respond?

    Thanx!! 0mniartist asmr

  2. It’s a pity you don’t have a donate button! I’d without a doubt donate to this fantastic blog!

    I guess for now i’ll settle for book-marking and adding your RSS feed to my Google account.
    I look forward to fresh updates and will share this site with my
    Facebook group. Talk soon! 0mniartist asmr

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui