Effettivamente era un po’ che non si sentiva parlare di restyling nel settore dei portatili Nintendo, certo abbiamo già avuto dopo il 3DS anche il 3DS XL e il 2DS, ma ovviamente, non era abbastanza ed ecco perciò che la grande N ti annuncia l’ennesima versione della propria console portatile di punta. Fa quindi capolino dall’ultimo Direct per ora a solo uso e consumo dei giapponesi la presentazione di New Nintendo 3DS e New Nintendo 3DS LL (la versione giapponese del nostro XL).

[youtube url=”http://youtu.be/Bt2o7tq-GrE” autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

La console tanto per cominciare, avrà il sistema NFC per gli Amiibo integrato (e te pareva, mi chiedevo come si potessero utilizzare sti pupazzetti sul vecchio 3DS quando vennero annunciati la prima volta…) uno nuovo slot per micro SD e finalmente il tanto agognato secondo analogico, vero tallone d’Achille e feature al centro di molte critiche verso la macchina fino ad oggi, al quale Nintendo pare aver posto finalmente rimedio, inserendo un piccolo circle-pad sopra i classici tasti frontali, che per l’occasione sono stati ridipinti con un set di colori che richiama direttamente quelli del Super Nintendo (mentre per quel che riguarda la nuova versione XL seguirà nella sua versione standard lo stile del pad Game Cube). Ma attenzione, perché le vere notizie arrivano ora. Il sistema disporrà non solo di una tecnologia 3D più performante, ma anche un’autonomia della batteria migliorata per durare almeno 7 ore (e non è poco) e, soprattutto, un processore più veloce.

[carousel arrows=”display”]
[panel]bfhb2uxhbom8ryj9iiz7[/panel]
[panel]goutwnxojebe5efkdn3o[/panel]
[panel]jde21h7aoj0eyfcaevba[/panel]
[panel]qlbrrs36klwp9b6zn53o[/panel]
[/carousel]

Questo comporterà una gestione più veloce di applicazioni, download e navigazione generale dell’interfaccia. Insomma, per quanto l’annuncio generale fa parte del classico modo di Nintendo di muoversi nel settore dei potatili fin dai tempi del Game Boy (lasciando sovente non poco adito a speculazione e polemiche su una revisione delle sue tecnologie poco “rispettosa” dell’utenza pagante delle versioni precedenti) e ci perplime non poco chiedendoci quanto abbia avuto a questo punto senso far uscire un 2DS con cotanto progetto in cantiere. Ma c’è dell’altro, una soglia che Nintendo decide di oltrepassare, ovvero quella del solito “limitarsi” al miglioramento estetico e ottimizzante di una console già in commercio. L’anno prossimo infatti il nuovo 3DS avrà IN ESCLUSIVA un capitolo di Xenoblade Chronicles, una notizia che per quanto freschissima sta già sollevando non pochi malcontenti tra tutti quelli che si sentono presi in giro dalla Nintendo, che riserverà un episodio di una saga cosi importante e amata, al restyling di una console che teoricamente, molti avrebbero già comprato. In effetti anche noi, non riusciamo a dare molto torto a chi si sente un po’ preso in giro.

[youtube url=”http://youtu.be/rBop-Dqp2ik” autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

Voglio dire, passi la revisione superficiale dell’hardware a uso e consumo dei più fanatici degli aggiornamenti che sono liberi di comprare tutte le revisioni che vogliono, ma chi semplicemente acquista una console con un marchio che DOVREBBE dargli accesso a tutta la softeca prevista per esso nel suo arco di vita, potrebbe leggermente sentirsi fregato e chiedersi a questo punto qual’è oggi la linea di confine tra restyling e nuovo hardware vero e proprio. Quello che “spaventa” davvero è soprattutto il fatto che 3DS con un hardware migliorato nelle sue potenzialità potrebbe fare di Xenoblade solo un precedente e dare il là ad altri titoli in esclusiva per la nuova console. In ogni caso diamo un freno alle speculazioni a mente calda e non fasciamoci la testa, in fondo dall’altra parte abbiamo pur sempre un manipolo di appassionati che comunque vedono l’annuncio per quello che è: la notizia dell’arrivo di un gran bel pezzo di nuovo hardware firmato Nintendo. Inutile quindi soffermarsi sugli eterni conflitti generati dalla dicotomia etica/interessi economici, concludiamo semplicemente – per ora – dicendo che la console è prevista in giappone per il 10 ottobre e che  il prezzo di New Nintendo 3DS sarà di 16.000 yen ($154) mentre quello di New Nintendo 3DS XL sarà di 18.800 yen ($181). Si attendono aggiornamenti sui piani per l’Occidente.

 

 

 

 

 

 

 

No more articles