La Realtà Virtuale alla portata di tutti

La Realtà Virtuale è ormai… beh, realtà. Lo sappiamo tutti, come sappiamo che il biglietto di ingresso non è dei più economici. È però possibile acquistare per pochi spicci un Cardboard, succedaneo a basso costo ideato da Google, ed utilizzare i nostri smartphone e i loro sensori integrati per poter avere un assaggio di cosa significa l’esperienza della VR. Abbiamo quindi deciso di proporvi questa lista di applicazioni che la sfruttano, cercando tra le più interessanti. Abbiamo omesso YouTube, che comunque occupa un ruolo importante, semplicemente perché è quello che conosciamo già tutti, con il bonus della realtà virtuale. In fondo c’è una menzione d’onore che non vorrete perdervi, ma prima di scrollare la pagina leggete le nostre proposte più colte!

New York Times VR

Il New York Times è certamente una delle principali testate internazionali, soprattutto per la qualità della produzione. Si tratta però anche di un giornale sempre all’avanguardia per quanto riguarda le ultime tecnologie, come dimostra l’impegno nella produzione di contenuti video di grande qualità. Il NYT ha però anche una bellissima app dedicata alla VR per i vostri smartphone, realizzata in partnership con Amazon Prime Video. Nonostante l’app non sia facilissima da navigare, dal momento che manca una suddivisione in categorie, i contenuti video sono veramente tantissimi e di ottima qualità e possono essere scaricati sulla memoria locale del telefono. Il focus è ovviamente sui servizi della nota testata, ed è quindi un ottimo modo per poter avere un’esperienza “quasi” diretta di situazioni globali anche estremamente lontane dalla nostra. Inoltre troviamo servizi di costume o di spettacolo, se non di stampo documentaristico. La qualità dei contenuti è certamente molto alta e siamo sicuri che non rimarrete delusi

Jaunt VR

Jaunt VR è una TV in realtà virtuale che ha reso disponibile il suo applicativo per dispositivi Android, e quindi Cardboard. L’app è interamente navigabile tramite il movimento della testa, c’è il supporto per l’Audio 3D ed è possibile girare agevolmente tra i video divisi in generi, seppure in modo un po’ approssimativo. La selezione è però molto ricca, e troviamo video di tipo sportivo a fianco di film in cui immergersi, così come spettacoli musicali da vedere dalla parte del palco, come fossimo in mezzo ai musicisti. Tra questi ultimi figura un concerto di Paul McCartney, mentre tra i documentari troviamo ad esempio video realizzati in partnership con Greenpeace, così come per quanto riguarda lo sport ci sono contenuti firmati ESPN. La libreria è piuttosto ampia, molto più di quanto non possiamo raccontarvi in queste poche righe, e anche in questo caso siamo sicuri che passerete diverse ore immersi nei mondi virtuali offerti da Jaunt,

Go Pro VR

GoPro è un brand famosissimo che si occupa della realizzazione di action cam. Recentemente è stata lanciata una action cam in grado di riprendere video a 360°. Così l’azienda, già attivissima su YouTube con i video dei suoi più scapestrati clienti, ha deciso di lanciare un’applicazione che permette a questi di caricare i propri video a 360° e, naturalmente, a noi di guardarli. Anche perché, siamo sinceri, siamo troppo pavidi per lanciarci con una tuta alare. Il risultato è una selezione di proposte per lo più sportive, ma anche marginalmente di stampo artistico o vita quotidiana. Sarà così possibile “fare esperienza” di situazioni limite in cui probabilmente non ci troveremo mai nella vita. L’applicazione è comodamente navigabile tenendo il telefono in mano, ed è possibile vedere i video normalmente se non si dispone di un CardBoard. La divisione in generi è semplice e chiara, e il sistema di rating permette di sapere in precedenza quant’è alto l’apprezzamento generale per un dato filmato. La qualità video ed il framerate non sono il massimo, ma non sapremmo dire se si tratti di un problema dello streaming o delle riprese effettuate.

Cardboard

Cardboard è l’app di Google dedicata al suo stesso visore, e quindi non può mancare in questa lista. Innanzitutto per la bellissima demo che mostra le potenzialità della VR, realizzata con una stupenda grafica tridimensionale low poly. Dall’interno dell’app è poi possibile raggiungere altre funzioni e scaricare nuove applicazioni. Tra quelle che troviamo preinstallate le più interessanti sono la visita guidata di Versailles e la possibilità di utilizzare Google Earth con la VR. Ma non solo, perché direttamente da Cardboard è possibile visualizzare le Photoshere, vedere i video nella memoria interna del telefono su uno schermo virtuale e guardare delle maschere in una sorta di museo digitale. Che dire, quindi, di Carboard, se non che è il miglior punto di partenza per cominciare ad esplorare la realtà virtuale low cost con i nostri bellissimi visori di cartone?

Esplorazioni

Esplorazioni è un’applicazione di Google con obbiettivi prettamente didattici. All’avvio dell’esplorazione sarà possibile scegliere di essere una guida o un esploratore. Nei panni della guida sarà possibile scegliere quale scena far guardare ai nostri alunni, mentre questi indossano cardboard collegati alla medesima rete WiFi. L’app dà anche indicazioni su cosa stiamo vedendo, per facilitare la lezione, e mette a disposizione diverse domande di livelli variabili. Le scene a disposizione sono diverse, e spaziano dai parchi naturali americani alla visita di un set televisivo. Nonostante il target sia prevalentemente quello di una classe scolastica, è innegabile che anche per una famiglia l’utilizzo di Esplorazioni può risultare in un piacevole passatempo educativo dal costo decisamente basso. Inoltre, ancora una volta, abbiamo conferma di come la tecnologia può rendere disponibile infinite possibilità didattiche impensabili fino a pochissimi anni fa.

Menzione d’onore: PornHub

Il porno è sempre stato uno dei traini dell’industria tecnologica. La realtà virtuale non può essere da meno, ma la maggior parte dei servizi di questa natura sono a pagamento. Se si è scelto di non acquistare un Vive ma un pezzo di cartone con due lenti ci deve essere un motivo: la proverbiale mancanza di una lira, pertanto è giusto risparmiare anche sui nostri momenti di intimità. PornHub ci vuole bene e ci viene incontro. L’applicazione del noto sito non è disponibile su Play Store per ovvi motivi, ma è possibile scaricare l’apk ed installarlo dal loro sito ufficiale. Una volta dentro basterà cercare “VR” e ci si aprirà una lista di video già pronti per la visualizzazione con il visore, indicati per l’appunto dal bollino “VR”, completi di supporto al giroscopio così da poterci guardare intorno. Il resto potete immaginarlo da soli.

No more articles