Non si vive solo di Margot Robbie

Come sarebbe il mondo senza Margot Robbie? Come sarebbe Harley Quinn se ad interpretarla non fosse la bellissima e sensuale attrice australiana?
Fortunatamente non ci siamo dovuti porre il problema, e soprattutto non se l’è dovuto porre David Ayer, il quale tuttavia ha dovuto mettere al vaglio una serie di attrici, tra candidate e candidabili, prima di scegliere la definitiva Harley Quinn.
Che cos’ha di speciale Margot Robbie? Potrebbe chiedere qualcuno. La risposta, per citare Ryan Gosling aka Jared Vennett de La Grande Scommessa, ve la darà la stessa attrice, immersa in una vasca piena di bolle.

https://www.youtube.com/watch?v=tOzz1g58VSU

Se il concetto non vi è ancora abbastanza chiaro, o siete proprio duri di comprendonio oppure vi siete persi alcune scene cruciali della carriera della Robbie, tipo quegli attimi indimenticabili in The Wolf of Wall Street. O magari, più semplicemente, non avete visto il trailer di Suicide Squad.
Ma facciamo finta per un solo momento che la bella australiana non faccia parte di questo mondo.
Con chi la sostituiamo? Chi può essere in grado di prendere il suo posto e portare sullo schermo una Harley Quinn convincente?
Noi di Stay Nerd abbiamo voluto giocare un po’ ed abbiamo stilato una nostra top 5 con le supplenti della Robbie. Ovviamente in ogni gioco ci sono le sue regole, per cui prima che iniziate a dire “eh, ma manca questa, manca quest’altra” dovete sapere che i requisiti per partecipare all’Harley Quinn Contest di Stay Nerd prevedevano donne che, oltre alla sottintesa bellezza (la più oggettiva possibile), richiamassero fisicamente alcuni  fondamentali della nostra cara Margot. In primo luogo i capelli biondi (sono accettate tinte, purché siano bionde nell’immaginario comune), caratteristica basilare per portarci il curriculum; poi l’altezza, partendo dall’1,68 cm dell’attrice, abbiamo lasciato una minima tolleranza, ma non eccessiva. Anche l’età, ovviamente, l’abbiamo tenuta in considerazione. Dulcis in fundo, abbiamo bandito nomi eccessivamente mainstream, o comunque di attrici che abbiamo ritenuto non avrebbero accettato la parte. Quindi non ve ne uscite con una frase del tipo: “Perché non avete messo Jennifer Lawrence?”.

Per ora abbiamo chiacchierato fin troppo: è tempo di scoprire chi è riuscito a piazzarsi nella top 5 di Stay Nerd!

harleyqueenmargot-e1460645753609

Ashley Benson

Fisicamente ricorda un po’ la Robbie, per cui già ci siamo. Qualche centimetro in meno d’altezza, ma forme invidiabili e tratti somatici che denotano un’adeguata somiglianza con la perfetta attrice australiana.
Durante l’adolescenza ha prestato il suo bel faccino ai disegnatori Marvel, che l’hanno presa d’ispirazione per raffigurare la supereroina Jean Grey, nei fumetti X-Men. Già questo potrebbe bastare, ma anche no.
Oltre al discorso estetico, si tratta di un’attrice che secondo noi ha buoni margini di crescita, e potrebbe risultare una grossa sorpresa in un ruolo come Harley Quinn.
Tra l’altro ce la ricordiamo bene in Spring Breakers, un film controverso ma nel quale l’attrice ha dimostrato di sapersi destreggiare abilmente tra sensualità e follia.
Ok, la sua candidatura non permetterebbe mai al personaggio di raggiungere un hype simile a quello suscitato dall’attuale fidanzatina del Joker, eppure – come ben sapete – può bastare un trailer assolutamente convincente, con pochi vestiti, due battute da pazza scriteriata, e uno sguardo eccitante per far salire l’hype. E non solo quello.

tumblr_static_more-than-co-stars-pretty-little-liars-ashley-benson-and-keegan--c-.-ibackgroundz.com

Ana de Armas

La Margot Robbie 2.0 potrebbe essere lei. La giovane attrice cubana, castana di nascita e bionda d’adozione, si sta pian piano facendo strada all’interno del mondo hollywoodiano. Dopo una serie di ruoli in diverse serie tv spagnole, ha ottenuto finalmente una parte nel recente film di Eli Roth, Knoch Knoch, al fianco di Keanu Reaves e della collega Lorenza Izzo, insieme alla quale scatena la propria follia artistica dando vita ad un personaggio totalmente fuori di senno, ma straordinariamente sensuale. E’ stato proprio questo suo lato (tra l’altro unico valido motivo per cui vedere il film) ad averci convinto sull’inserimento in classifica.
E non siamo i soli a pensarla così; infatti la bella Ana de Armas sarà presente nelle nostre sale anche in questo autunno, in un ruolo chiave all’interno del comic-action di Todd Phillips, Trafficanti, insieme a Jonah Hill e Miles Teller. Ma la vera prova del suo ingresso trionfale nello star system è un altro: la cubana ha ottenuto una parte anche nel remake di Blade Runner. Scusate se è poco.

Sono tante quindi motivazioni che ci inducono a considerarla come una validissima alternativa alla Robbie, ma quella principale ci riporta alle valutazioni iniziali, ovvero una (discreta) comprovata attitudine ad un ruolo in cui si debbano mescolare, ed agitare bene, erotismo e follia.
Insomma, noi un’occasione gliel’avremmo data. Forse pure più di una.

t-ana-de-armas

Rosie Huntington-Whiteley

Poche apparizioni, ma di qualità. Rosie Huntington-Whiteley è una di quelle destinate a fare successo, quindi perché non affrettare i tempi? La sua ultraterrena bellezza fa sì che tutti che la cerchino e tutti la vogliano, ed infatti ci ha messo poco a passare dallo status di Top Model a quello di “attrice”. Arriva nel cinema all’improvviso, sostituendo Megan Fox in Transformers 3. Convince, per quanto dovesse convincere il suo personaggio; e comunque svolge il proprio compito piuttosto bene. Il suo nome resta legato allo star system, ed è sempre più presente nel patinato mondo delle campagne pubblicitarie e delle sfilate, cosicché George Miller la vuole per interpretare Angharad la Splendida in Mad Max: Fury Road.
Lei è una che la telecamera la spacca. E’ una che, lo sappiamo, farà carriera in ogni settore e non solo nella moda, soprattutto ora che l’anagrafe non le sorride più di tanto (parliamo solo dei requisiti delle Top model), ma continua a farlo la bellezza. Una così avrebbe interpretato Harley Quinn diversamente, a modo suo, ma ci avrebbe incuriosito tantissimo.

maxresdefault

Amber Heard

Il quarto nome della lista è un po’ più mainstream. Attrice vera, faccia da rotocalchi e prime pagine, soprattutto di recente, in seguito alla turbolenta separazione con il marito Johnny Depp.

L’abbiamo vista in tanti ruoli differenti, e presto sarà presente anche nella Justice League interpretando Mera, e quindi pure in Aquaman.

Il suo nome è pertanto ormai legato anche ai cinecomics DC, e proprio per questo sarebbe stato interessante vedere come sarebbero andate le cose se fosse stata scritturata in precedenza per il ruolo di Harley Quinn.
Fisicamente è un po’ più imponente rispetto a Margot Robbie, ma anche qui le caratteristiche fisiche viaggiano su binari paralleli in cui sono presenti numerosi scambi. Al di là dei tratti somatici, sono entrambi due attrici che hanno dimostrato sensualità da vendere, seppur con lievi differenze. La Heard sembra più “pura” e meno aggressiva, e quindi un’eventuale Harley Quinn interpretata dalla texana ce la immaginiamo subdola e bambolina.

Di una cosa siamo certi: anche con lei, quel personaggio ci avrebbe fatto impazzire.

amber-heard-flickr

Emilia Clarke

Perché no? La Madre dei Draghi ci sembra perfetta per un ruolo simile.

Il suo sguardo penetrante, la sua carica erotica ed il suo carisma, avrebbe portato sullo schermo un personaggio capace di stupire tutti, ne siamo certi.

Piccolina e snodabile, la sua Harley Quinn sarebbe stata una potenziale squilibrata acrobatica ed imprevedibile. E’ ben più bassa della Robbie, come avrete notato, e qui infatti ci siamo presi una licenza rispetto alle nostre regole; tuttavia una di quelle non scritte (sì, facciamo come ci pare) prevedeva una fuori quota per difetto, che in un contesto così è senz’altro meglio di una “stampellona”.
Ve la immaginate con un sorrisetto ambiguo a mezza bocca, mentre gioca coi capelli prima di dar sfoggio alla follia? Beh, adesso vi sto facendo viaggiare con la mente e magari state pensando ad altri contesti, ma tornando sulla terra ferma e davanti al grande schermo, le sue espressioni l’avrebbe resa di certo un personaggio epico. Forse persino troppo, perché l’immaginario è ancora legato tantissimo a Daeneyrs e sarebbe stato rischioso affidare all’attrice un suo ruolo di questo calibro.
Comunque la Clarke è ufficialmente pronta per il Cinema, e tra poco la vedremo nelle sale con Before You. Noi però continuiamo a sperare di vederla nei panni di un personaggio più veemente e meno pacato.

landscape-1431361311-hbz-emilia-clarke-alist-00-index

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui