Bill Skarsgard parla del suo ritorno nei panni di IT nel secondo capitolo cinematografico tratto dall’opera letteraria di Stephen King

Come ben saprete, Bill Skarsgard tornerà presto a vestire i panni del pagliaccio Pennywise in IT: Capitolo Due, sequel della pellicola del 2017 diretta da Andrés Muschietti.

L’attore, in una recente intervista con Collider, ha avuto modo di parlare del suo ritorno nei panni dell’iconico pagliaccio creato da Stephen King, aggiungendo anche un commento sui colleghi che andranno a interpretare il gruppo dei “Perdenti” ormai diventati adulti.

“È bizzarro, si e lo è per un motivo molto differente adesso. La prima volta che l’ho interpretato, nessuno sapeva cosa sarei stato in grado di fare, quindi era solo una questione di aspettative. Non sapevo se avrebbe funzionato o come avrebbe potuto reagire la gente. C’era molto di cui preoccuparsi in tal senso, ma andava bene così perché stavo facendo una cosa mia e nessuno poteva dirmi come farla. Mi dicevo ‘Dovrò cercare di distanziarmi dall’interpretazione fatta da Tim Curry, e al tempo stesso dar vita da solo a qualcosa di strano.’ e per farlo ho lavorato molto vicino al regista Andy [Muschietti].

Stavolta, visto che il film è stato un vero successo, è come se dovessi trovare il modo di ri-adattarmi. Il personaggio è ormai diventato iconico. Pennywise è diventata una star. Vedi post su Instagram con gente vestita, o che fa vestire i propri figli, da Pennywise in occasione di Halloween. È ovunque. LeBron James si è vestito da Pennywise. Non è surreale? È diventato una cosa universale ormai, non è più una parte di me, non posso neanche più identificarmi in quel personaggio.

Ora che sto tornando a vetirne i panni, la percepisco come una cosa bizzarra. Non penso che riuscirò mai più a provare una sensazione come questa. È un qualcosa di dualistico che coinvolge me e il lavoro sul personaggio, e il cosa è ormai diventato universalmente parlando. Abbiamo letto diverse volte il copione e ho fatto qualche prova, ritrovandomi stupefatto nel vedere quanto il personaggio già fosse presente. Potevo da subito riprenderne il controllo, come se le riprese del primo film fossero finite ieri. Quindi, il lavoro e la preparazione nel cercare d’immaginarsi il personaggio è risultato quasi intuitivo, ed è molto fico. Mi da una strana sensazione, ma sto cercando di godermela al meglio delle mie capacità.”

L’attore svedese, ha successivamente speso qualche parola in merito ai colleghi, dichiarando:

“Lontano dalle telecamere, adesso posso uscire con un cast composto interamente da adulti. Mi da una strana sensazione, quasi surreale, perché alcuni di loro sono delle grandi star e sono loro che si stanno aggiungendo a un tuo progetto, quel progetto che io, Andy e i ragazzi, abbiamo realizzato. Si stanno semplicemente unendo al gruppo, in un certo senso. Sono entusiasti e mi sono divertito moldo ad uscire con tutti loro. Sarà una situazione molto diversa stavolta, sicuramente, ma sarà anche divertente. Sono persone molto simpatiche e di grande talento, so che daranno molto per il progetto.”

Prima di chiudere, vi ricordiamo che le riprese di IT: Capitolo Due sono già iniziate e che, nel cast, saranno presenti  Jessica Chastain (Beverly Marsh), James McAvoy (Bill Denbrough), Bill Hader (Richie Tozier), James Ransone (Eddie Kaspbrak), Andy Bean (Stanley Uris), Jay Ryan (Ben Hanscom) e Isaiah Mustafa (Mike Hanlon).

 

Studente di medicina che tra un autopsia ed un’altra, aspira a diventare una lanterna verde ancora non reclutato a causa di un leggerissima mirmecofobia, amante di tutto ciò che concerne il mondo nerd tra fumetti,anime e videogames, pensa che; come per kingdom hearts anche hunter x hunter un giorno vedrà una fine... forse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui