L’eroina più forte dell’universo cinematografico Marvel si mostra carica di energia… letteralmente

Mentre il trailer di Avengers 4 si fa sempre più vicino, i Marvel Studios ci offrono un antipasto con la versione estesa del trailer di Capitan Marvel, l’eroina che avrà il compito di salvare l’intero Marvel Cinematic Universe nel secondo round contro Thanos. Prima di affrontare il Titano Pazzo però, bisognerà narrare le origini di Carol Danvers, facendo un salto nel passato, in un periodo in cui Nick Fury (Samuel L.Jackson, notevolmente ringiovanito grazie ad un ottimo lavoro di computer grafica) aveva ancora occhio e capelli. Capitan Marvel, interpretata da Brie Larson, sarà molto probabilmente l’eroe più forte finora apparso all’interno dei cinecomics Marvel, e sarà fondamentale tanto per la conclusione della Fase 3 del MCU quanto per l’inizio della Fase 4. Questo nuovo trailer si rivela esplosivo, mantenendo alte le aspettative per questo film, con una Brie Larson che si rivela perfetta nei panni di Carol Danvers. Gambe in spalla quindi, ed andiamo ad analizzare tutto ciò che possiamo scoprire da questo nuovo trailer.

La guerra kree-skrull

Il nuovo trailer si apre con la scena con cui si era chiuso il precedente, e che aveva creato molto scompiglio a causa di Carol Danvers che prende a pugni una povera vecchietta. Per chi conosce l’universo Marvel era piuttosto scontato, ma ai neofiti viene rivelato in apertura che la “povera vecchietta” è in realtà un alieno mutaforma, e la voce narrante di Nick Fury ci spiega la situazione, dichiarando in modo semplice ed efficace: “Gli skrull, sono i cattivi”. Dopo una dimostrazione delle doti atletiche degli skrull, veniamo introdotti alla seconda razza aliena, quella di Carol Danvers, i kree, nobili guerrieri… Eroi nobili guerrieri. Per farla breve, gli skrull sono quelli con la pelle verde, i Kree quelli con la pelle blu, fatta eccezione per una minoranza nata con la pelle rosa. Da queste semplici battute veniamo subito a sapere che kree e skrull sono in guerra. Le due razze aliene infatti sono nemiche giurate, e vivono in una guerra infinita (ironico no?) per la supremazia, e se da una parte del ring abbiamo i kree, razza nettamente più potente, dall’altra abbiamo gli skrull, maestri nel mutare forma, potere che potrebbe giocare un ruolo molto importante nell’intera economia del film.

 

Le origini

Il ruolo di voce narrante passa poi nelle mani di un misterioso personaggio, una kree interpretata da Annette Bening, che inizia a spiegare, almeno in parte, le origini della nostra eroina. Nelle moltissime immagini che ci vengono proposte una dietro l’altra, troviamo Carol, mentre si trova ancora sulla terra, coinvolta in un’esplosione di energia che la sbalza in aria con l’unica conseguenza di un poco di sangue dal naso. Il sangue in questione però è colorato di blu, segno che il suo DNA umano è stato fuso con quello kree, proprio come nei fumetti. I Kree salvano Carol dopo l’incidente in cui, tra l’altro, perde la memoria, e la portano sul loro pianeta, Hara, dove viene addestrata e potenziata. Il personaggio di Annette afferma anche che questo processo è stato effettuato per dargli “una vita più longeva”, e questo servirà a spiegare il perché da Capitan Marvel ad Avengers 4, Carol Danvers non invecchia. Vediamo anche per la prima volta il costume intero, con l’elmo da cui esce il mohawk, davvero ben realizzato sia nella versione con i colori verde e bianco dell’esercito kree, che con il rosso e il blu di Capitan Marvel.

Amici e/o nemici

Dopo un paio di riprese sul passato da pilota di Carol e su un prototipo di ciò che diventerà il Quinjet, vediamo finalmente per bene uno skrull nella sua forma base. Per la precisione, quello che ci troviamo davanti dovrebbe essere Talos, un comandante skrull che non ha la capacità di mutare forma, nonché uno degli skrull più potenti. Nel trailer lo vediamo sul luogo dell’esplosione in cui Carol è stata coinvolta sulla terra, mentre le punta una pistola contro e la sua voce narrante gli chiede se le piacerebbe sapere chi è in realtà. Sarà lui la nemesi di Capitan Marvel? Oppure sarà Jude Law? Molti hanno dato per scontato che Jude Law interpretasse Mar-Vell, un abilissimo comandante kree nonché primo Capitan Marvel nell’universo fumettistico, ma il suo ruolo non è stato mai chiarito, e lo stesso Law non ha mai rivelato molto. Recentemente, un leak del Funko Pop del personaggio lo vuole nei panni di Yogg-Rogg, altro kree nemesi di Mar-Vell. Nei fumetti, è la loro battaglia a causare l’esplosione che dona i poteri a Carol Danvers, ma qui i ruoli di questi personaggi sono ancora un mistero, anche se possiamo intuire che Jude Law sarà, almeno inizialmente, una sorta di mentore per Carol.

Battaglia sopra la Terra

Le scene finali ci mostrano Capitan Marvel, con il suo costume da eroina, sfrecciare nello spazio sopra il pianeta Terra, distruggendo intere navi spaziali come fossero sassolini. Le navi fanno parte della flotta kree, e ad un certo punto possiamo anche vedere, di spalle, Ronan l’Accusatore, mentre osserva la Terra dalla vetrata di una di queste. Il cambio dei colori sul costume di Danvers ci rende subito chiara l’idea, i kree sono una minaccia per la Terra e lei vuole difenderla. Il motivo dell’attacco ovviamente ci è sconosciuto, potrebbero volersi riprendere Carol, oppure vogliono distruggere il pianeta perché invaso dagli skrull. Come detto sopra, c’è da chiedersi a questo punto chi siano i veri nemici, ma questa è una domanda che probabilmente ci rimarrà in testa per tutta la durata della pellicola, dato che con la presenza degli skrull, non possiamo nemmeno essere certi che quella che stiamo vedendo sia la vera Capitan Marvel.

È un Super Saiyan? No, è semplicemente Binary

È servito poco per riempire il web di meme su Carol versione Super Saiyan, e in effetti ci assomiglia molto, con i capelli per aria e l’aura energetica che sfavilla intorno al suo corpo. In realtà però i fan del fumetto sanno bene che quella altro non è che la forma di Binary, nome che Carol Danvers assume dopo essere entrata in contatto con un’energia chiamata Buco Bianco che le dona poteri molto più forti dei suoi. Poteri che in seguito perderà, ma non del tutto, dato che ne resterà sempre una piccola parte che potrà tirare fuori al momento del bisogno. Sarà interessante vedere come l’ottenimento di questa forma verrà motivato all’interno del film, dato che quei poteri vengono ottenuti dopo lunghe avventure. Soprattutto sarà interessante vedere il livello di potenza che raggiungerà in quella forma, dato che ne avrà sicuramente bisogno per affrontare Thanos.

L’ultima scena

Nell’ultima, imbarazzante scena, vediamo Nick Fury alle prese con un gattino. Per chi non lo sa, si tratta di Goose (Chewie nei fumetti) il gatto, di natura aliena di Carol Danvers.

Il trailer di Capitan Marvel non fa altro che ribadirci quanto sia potente questa supereroina, e quanto la Terra, nel futuro, abbia bisogno di lei per salvarsi dalla minaccia di Thanos, minaccia che nessun’altro è riuscito a fermare, nemmeno un dio come Thor. A noi non resta che attendere marzo 2019, per trovare risposta alle molte domande che sono sorte da questo trailer, oltre quelle che derivano dalla conclusione di Avengers Infinity War. Intanto voi fate attenzione ai vostri amici, potrebbero essere stati sostituiti da degli skrull.

 

No more articles