Il posto più nerdico del pianeta Terra dove vi potevate trovare questo weekend? La Star Wars Celebration 2015 ad Anaheim in California ovviamente. Hype, annunci da capogiro, ciccioni sudati e succose anteprime hanno dominato questi quattro giorni di celebrazioni galattiche e l’internet ha ringraziato a braccia aperte.

Stay Nerd purtroppo non è ancora così Mega Evil Corporation da poter presenziare di persona a questi eventi mirabolanti, ma tranquilli che ci stiamo lavorando su. Per ora vi offriamo un rapido ma completo Recap degli annunci e delle cose viste e presentate in questo weekend “stellare”.

DAY 1

Il punto focale del primo giorno è stato senza dubbio il Panel informativo a cui hanno preso parte il regista J.J. Abrams e la producer Kathleen Kennedy; i due si sono lasciati andare ad importanti rivelazioni sul settimo capitolo della saga: tra tutte, il pianeta desertico che si era visto nel primo trailer non sarà Tatooine come era lecito aspettarsi, bensì un pianeta chiamato Jakku. Applausi e urla ed arrivano sul palco i tre attori che impersoneranno Finn, Rey e Poe. I tre giovani raccontano a grandi linee i loro ruoli nel film, sempre sotto l’occhio attento del regista J.J. per non lasciarsi sfuggire spoiler clamorosi.

Tocca poi al mitico, vero e unico R2-D2, perfettamente riprodotto, lo stesso robot usato nel film, un robot meccanico vero e proprio, nessun nano dentro a muoverlo! C’è l’occasione di presentare anche il nuovo robottino che diventerà sicuramente la mascotte del film: BB-8, un incredibile androide sferico, anche questo costruito a mano e capace di muoversi autonomamente ruotando su se stesso.

star-wars-celebration-r2d2-bb8

Con i droidi presenti in scena viene quindi ricordato come in questo nuovo capitolo della serie, i set veri e propri (come fu Tatooine in Tunisia ai tempi) torneranno a fare la differenza, sostituendo i KG di CGI usati ormai in questi anni nelle grandi produzioni hollywoodiane, aspetto che ha giovato soprattutto agli attori, finalmente in grado di recitare con qualcosa di fisico davanti gli occhi.

C’è giusto il tempo di far partire il Main Theme di Star Wars ed ecco arrivare i “veterani” Mark Hamill (Luke Skywalker), Carrie Fisher (La principessa Leia), Peter Mayhew (Chewbecca) e Anthony Daniels (C3-PO). Assente giustificato Harrison Ford, ancora convalescente per colpa di quel rocambolesco incidente con il suo aereo.

La folla presente è in delirio, nessuno applaude perché hanno tutti un cellulare in mano per scattare foto e video, e quando mai potrebbe ricapitare un’occasione del genere?

L’internet esplode quando finalmente viene mostrato il nuovo trailer di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

[youtube url=”https://youtu.be/ngElkyQ6Rhs” autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

Beh, non ci sono davvero parole per commentare tutta questa bellezza, la scena finale del trailer con Chewbecca e Han Solo che esclama “Siamo a casa Chewie.”, fa tremare la sala. J.J. se la ride sornione.

836e8dace006b11cd2a704ca70dea28f3dae846dDurante la seconda parte della giornata vengono mostrati in una sorta di galleria-museo tutti i magnifici costumi, le armi e i vari oggetti che saranno usati nel film; tra questi spiccano le armature ufficiali dei nuovi Stormtrooper, degli Snowtrooper, leggermente più coperti per sopportare i climi più freddi e dei Flametrooper, truppe più corazzate armate di lanciafiamme.

Fantastico anche il costume di Kylo Ren, il perfido sith coperto con un cappa e una inquietante maschera di metallo che per certi versi ci ha ricordato Darth Revan. Presente anche la riproduzione della sua lightsaber e due SPETTACOLARI modellini in scala: l’X-Wing Fighter dei Ribelli e il fantastico Millennium Falcon che sembra differire da quello originale solo per la forma più schiacchiata dell’antenna. Inutile pensare alla immane valanga di action figures e collezionabili che saràin grado di generare questa pellicola.

DAY 2

Il secondo giorno si apre con la presentazione del gioco Star Wars Battlefront, sparatutto con imponente componente online sviluppato dalla DICE e ambientato durante la prima trilogia originale. Il gioco non avrà una campagna per il single player, soltanto mappe per il gioco online nelle quali fino a 40 giocatori potranno combattere divisi ovviamente tra la fazione Imperiale e quella Ribelle.

Ci saranno tuttavia alcune missioni giocabili in cooperativa assieme ad un amico o anche in solitaria. I pianeti su cui darsi battaglia saranno quelli classici della saga: Tatooine, Hoth, Endor, Sullust e Jakku. Ci sarà ovviamente la possibilità di customizzare il proprio alter ego virtuale sin nei minimi dettagli e la possibilità di switchare tra visuale in prima e terza persona. Il gioco dovrebbe uscire questo novembre per PC, PlayStation 4 e Xbox One. La fila per provare suddetto gioco, neanche a dirlo era lunga qualche Kilometro.

Vai con il trailer!

[youtube url=”https://youtu.be/ZwWLns7-xN8″ autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

Durante il pomeriggio invece sul palco sono stati allestiti due panel di discussione: il primo sul futuro della serie The Clone Wars, durante il quale è stato mostrato uno screening ancora incompleto denominato The Bad Batch; non è ancora chiaro come la Disney intenderà portare avanti questa ramo narrativo della serie, facendolo convivere con il più giovane Star Wars Rebels forse?

SecretSWCvr_Noto1-1-970x545Il secondo panel invece aveva come argomento di discussione la Disney e la sua futura intenzione di sviluppare questo importante franchise attraverso vari media, cercando di mantenere sempre una continuità temporale priva di errori, all’altezza dei fan della saga. A settembre arriverà Journey to the Force Awakens, un progetto multimediale per avvicinare i babbani che non conoscessero la serie (ma davvero ne esistono?) alla nuova trilogia cinematografica.

DAY 3

Il terzo giorno è stato presentata in pompa magna la seconda stagione di Star Wars Rebels, la serie in CG che ha preso il posto di Clone Wars nella produzione animata. Presenti i doppiatori di tutti personaggi e i produttori, che spiegano quanto si siano impegnati per questa seconda stagione nel creare un prodotto unico nei toni narrativi ma allo stesso tempo riconducibile all’esperienza della trilogia originale.

Viene lanciato il trailer ufficiale, questo:

[youtube url=”https://youtu.be/Av8GjpGK98A” autohide=”2″ fs=”1″ hd=”1″]

Protagonista assoluto, nemmeno a dirlo, Lord Vader che in questa seconda stagione sarà il main villain e si darà da fare per debellare una volta per tutte i (due) Jedi sopravvissuti. Che ne sarà di Ezra? Riuscirà a sopravvivere e soprattutto a non cedere al lato oscuro della Forza? Noi speriamo di si.

Il primo episodio, dalla durata speciale di un’ora, sarà mandato in onda questa estate, la serie regolare invece sbarcherà in autunno sul canale Disney XD.

Altro annuncio degno di nota è stato quello relativo ai fumetti: Marvel Comics detiene i diritti del brand Star Wars, continueranno quindi le serie regolari uscite fin’ora sul mercato (Star Wars, Darth Vader, Princess Leia e Kanan) a cui si aggiungerà la nuova serie Lando, basata appunto sull’iconico personaggio durante le sue rocambolesche avventure ambientate tra Una Nuova Speranza e L’Impero Colpisce Ancora.

A sorpresa, verso la fine del panel, viene annunciata una nuova serie a fumetti, si chiamerà Shattered Empire e avrà l’ingrato compito di colmare i buchi di trama tra Il ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza.

Spazio anche ai libri con il produttore Del Rey, che ha permesso la pubblicazione della maggior parte dei romanzi targati Star Wars, inclusi i recenti successi A New Dawn, Tarkin, Heir to the Jedi e l’imminente Lords of the Sith.

Il primo libro del nuovo ciclo sarà Dark Disciple di Christie Golden; creato con le storie degli ultimi episodi mai andati in onda di The Clone Wars, racconta di come il Consiglio Jedi sia riuscito finalmente ad arruolare tra le sue fila l’ex Sith Asajj Ventress per la missione forse più difficile di sempre: riuscire ad assassinare il perfido Conte Dooku. L’uscita è prevista per il 7 luglio in America.

star-wars-dark-disciple-cover-book1-2400x1200-924438624829

Il secondo libro si intitolerà Aftermath, scritto da Chuck Wendig. Ambientato dopo il Ritorno dello Jedi si focalizzerà sulle vicende accadute dopo la morte di Lord Vader e dell’Imperatore Palpatine, nel periodo caotico in cui alcuni Sistemi abbracceranno la Ribellione mentre altri cadranno nelle mani del nuovo Impero nascente. Uscirà il 4 settembre, facendo da apripista per Il Risveglio della Forza.

Il terzo ed ultimo libro sarà Battlefront: Twilight Company. Ambientato durante la Trilogia originale, verterà soprattutto sulle battaglie che non sono state mostrate nei film, come i conflitti su Sullust, Haidoral Prime e Coyerti. Sugli scaffali delle librerie americane a partire dal 3 novembre.

DAY 4

Ma perchè tutte le cose belle finiscono subito? Comunque…

L’annuncio clou del quarto giorno è stato senza alcun dubbio quello riguardante un nuovo film di Star Wars, che sarà uno spin-off, collocato temporalmente tra Episodio 3 ed Episodio 4.

Il titolo sarà STAR WARS ANTHOLOGY – ROGUE ONE. Le informazioni sono state però davvero scarse, sarà diretto da Gareth Edwards e vedrà tra i personaggi del cast anche Felicity Jones.

Breve teaser registrato con un cellulare (qualità unicellulare proprio) delle poche scene mostrate:

https://youtu.be/m5UhNhMwWg0

Nel filmato mostrato si vede un caccia TIE che vola sopra una Jungla e il profilo della Morte Nera che si staglia all’orizzonte. Sarà una pellicola incentrata molto sulla guerra, non ci saranno Jedi nella storia. L’uscita del film è prevista per il 16 dicembre 2016.

Oltre a questo, davvero poco altro. Sessioni di autografi con gli attori (Mark Hamill chiede 120 dollari per un suo autografo, sapevatelo.)

L’appuntamento per la prossima STAR WARS CELEBRATION 2016 sarà a Londra dal 15 al 17 luglio 2016. Se volete accaparrarvi un biglietto, fatelo fin da ora perchè come è lecito aspettarsi ogni singolo tagliando andrà a ruba (o sarà rivenduto a prezzi galattici).

No more articles