Ha fatto molto rumore la presenza di Pantera Nera nell’imminente Civil War vero? Sì. Lo dico io. Ma la Marvel ha guadagnato molti fan dall’inizio del suo Cinematic Universe, e quindi non tutti sanno di chi parliamo o meglio quando menzioniamo Pantera Nera. Scopriamolo insieme, perché Pantera Nera non solo è un personaggio incredibile, ma molto interessante.

Storia Editoriale

111d079e5ba8fa634581d5e64f07a313Pantera Nera fa la sua comparsa come personaggio comprimario sulle pagine dei Fantastic Four del 1966. E già lì segna la storia. Prima di lui un solo un personaggio di colore aveva avuto un minimo di rilievo nell’universo Marvel, ovvero il soldato Gabe Jones degli Howling Commandos (gruppo di soldati scelti che combatteva i nemici degli Stati Uniti durante la WWII). Ma Pantera Nera non si limita ad essere un personaggio di rilievo, è proprio il primo super eroe di colore della storia! Dopo di lui, seguiranno Falcon (primo super eroe afroamericano), John Stewart (Lanterna Verde per la DC) e altri.

Grazie al lancio con i F4, ben presto è diventato protagonista delle sue storie, compreso, il primo graphic novel della Casa delle Idee. Pantera Nera è un personaggio predestinato a essere il primo in molti campi. Primo supereroe di colore, primo protagonista del primo graphic novel, ma soprattutto, primo supereroe a incarnare una nazione intera, forse un continente intero, dai tempi di Cap. Pantera Nera ha avuto diversi cicli fumettistici da protagonista ed è spesso presente in altre testate come spalla. Tutt’ora è un cardine per le storyline che coinvolgono tutta la realtà Marvel.

Storia del Personaggio.

Ma chi è Pantera Nera? Pantera Nera è qualcosa di più di un supereroe. Pantera Nera è una tradizione, un fardello e un onore. Infatti, nonostante nella Continuity Marvel attuale Pantera Nera sia T’Challa, il manto non è sempre stato suo. Il manto è del Re. E prima di lui c’era suo padre T’Chaka e prima di lui suo nonno… Pantera Nera è il risvolto della medaglia del Re del Wakanda. Questo alias non è solo un beneficio dettato dalla linea di sangue, ma anche un privilegio ottenibile solamente versando sangue e sudore. Infatti, per poter ingerire la Foglia a Forma di Cuore che garantisce poteri metaumani, è necessario superare varie prove ed essere addestrati fin da piccoli. Ovviamente poi, se la foglia viene mangiata da un comune mortale, anziché da un discendente della stirpe regale, il malcapitato morirà avvelenato. Ma per capire chi è T’Challa dobbiamo fare un passo indietro. Perché Re T’Challa è il Wakanda. E se non sappiamo cos’è il Wakanda, non possiamo capire chi sia il personaggio.

4513203-black-panther_marvel_-will-black-panther-debut-in-avengers-2-age-of-ultron

Il Wakanda è una nazione immaginaria africana, ricca di risorse naturali, compreso il più grande giacimento conosciuto di vibranio (metallo quasi indistruttibile in grado di ridurre notevolmente l’energia cinetica degli impatti). Il Wakanda è sempre stato estremamente isolazionista e religioso, ha mantenuto il segreto sul vibranio quasi venerandolo (era infatti contenuto in una montagna sacra per i wakandesi). Quando un tale Ulysses Klaw scoprì le proprietà del metallo decise di andarne a prendersene un po’ senza chiedere nulla al regnante dell’epoca e Pantera Nera del momento: T’Chaka. Esatto, l’uomo che diede vita a T’Challa. La nostra Pantera Nera. Purtroppo il Re perì in duello affrontando l’invasore e il mantello della Pantera Nera rimase vacante, come la corona. Da notare come un giovane T’Challa furibondo per la perdita del padre aggredisca il criminale. T’Challa non riesce a fermare comunque Klaw, ma gli lascia un indelebile segno del suo odio, privandolo di un braccio.

Fu in quel momento che il giovane T’Challa, forte dei duri addestramenti ricevuti sin da piccolo, affrontò le peggiori sfide e si dimostrò degno del manto di Pantera Nera e della corona di Re del Wakanda. Qui inizia la nostra storia. Qui inizia il nostro Pantera Nera. Re T’Challa ha passato la giovinezza allenandosi e studiando, tant’è che è laureato ad Oxford, e una volta divenuto regnante del paese ha deciso di aprire il Wakanda al mondo abbandonando la precedente politica e utilizzando le riserve di vibranio per arricchire il paese. Attualmente il Wakanda è uno degli stati più floridi al mondo, grazie alle politiche accorte di T’Challa e alla spinta progressista che ha saputo imprimere.

Poteri e abilità

tumblr_o43cvuivNG1qal15io10_1280T’Challa è, innanzitutto, un essere umano quasi perfetto, soprattutto a livello morale, politico e culturale. Il politicante perfetto. È equilibrato e saggio, sia per quanto riguarda la politica interna ed esterna, sia nel combattimento. Ha imparato a domare i suoi istinti e mantiene sempre una lucidità e un’obiettività al di sopra dell’umano. Grazie alle sue politiche progressiste e intelligenti ha portato il Wakanda in una epoca d’oro, costruendo eserciti meccanizzati e dando benessere e sicurezza ai suoi cittadini. Il suo regno è felice e giusto. Cosa di non poco conto in una epoca violenta a dura come questa.

Veniamo quindi al suo genio, T’Challa è naturalmente intelligente, tant’è che è incluso tra le 8 persone più intelligenti dell’universo Marvel, andando alla pari di geni come Reed Richards, Tony Stark, Victor Von Doom e altri. Il dottorato di ricerca in fisica ad Oxford è solo la punta dell’iceberg delle sue geniali conoscenze. Egli infatti è il più grande esperto di vibranio al mondo sia della qualità wakandiana che quella artica (il metallo wakandiano è ultra resistente mentre quello artico è in grado di liquefare/indebolire qualsiasi materiale a livello molecolare). È un genio anche in informatica e in scienze politiche. Il suo genio è così alto che può facilmente hackerare sistemi complessi come quelli del Baxter Building o i più intricati firewall governativi (progettati da Stark). Inoltre il Re è un apprezzabile oratore e uomo di mondo che brilla per eloquenza e diplomazia. Arti rare da trovare in un esemplare così fiero di guerriero.

Ma se la sua mente è sopraffina, le capacità fisiche sono sbalorditive, infatti T’Challa è stato addestrato al combattimento fin da piccolo. Armi bianche, tecniche corpo a corpo e combattimento psicologico sono per lui concetti naturali. Il suo addestramento è uno dei migliori nel mondo Marvel. Esseri umani ben addestrati rappresentano per lui un problema tanto quanto una formica può rappresentare un’insidia per una pantera. Neppure i metaumani possono ambire a impensierirlo in corpo a corpo, essendo egli uno dei più formidabili combattenti dell’intero universo Marvel. Solo Captain America, Ironfist e pochi altri personaggi votati allo scontro ravvicinato possono ingaggiarlo sperando di sopraffarlo. Il suo doti di guerriero uniscono decine di stili di combattimento diversi, anche se è solito utilizzare mosse acrobatiche e d’effetto sfruttando i suoi poteri meta umani. La fierezza del personaggio è rispecchiata dal suo stile: efficace, elegante e soverchiante.

black-panther-widescreen-captain-america-comics-marvel-125193-black-panther-king-of-wakanda-key-to-marvel-civil-war-jpeg-177124

Come se già questa serie di abilità e conoscenze non lo rendesse un avversario temibile, T’Challa non è un normale umano. Esso infatti ingerendo la foglia a forma di cuore venne mutato nel corpo, divenendo un meta umano a tutti gli effetti. La forma a foglia di cuore garantisce infatti una forza prodigiosa, dei riflessi sovrumani e un’agilità eccezionale. Ha inoltre una resistenza ai danni superiore e capacità di guarigione ben al di sopra della media umana. I suoi sensi sono acuti come quelli di un felino predatore massimo, può facilmente vedere al buio e riconoscere e addirittura localizzare avversari grazie al loro odore. In alcuni fumetti si è dimostrato abbastanza forte da riuscire a strangolare Silver Surfer e a effettuare senza sforzo un suplex su un rinoceronte. La sua agilità gli permette facilmente di correre su superfici verticali o di eguagliare mezzi motorizzati in velocità. Le sue abilità unite all’equipaggiamento si sono dimostrate sufficienti per farlo correre sull’acqua.

Impressionante vero? Sì. O meglio, non ancora. Infatti dopo essere stato privato dei suoi poteri nelle sue avventure riesce a riappropriarsene e diventare il prediletto della Dea Pantera che gli garantisce il titolo di “Signore Dei Morti” (garantendogli un controllo sui non morti) e accesso alle conoscenze e ai ricordi di tutti i suoi predecessori. Egli può attingere a una conoscenza millenaria grazie alla comunione con le Pantere Nere che lo hanno preceduto. Ma se le sue capacità sono straordinarie, il suo equipaggiamento è qualcosa di unico.

1796543-scan0016

Equipaggiamento e costume

1279384-blackpanther42p20Pantera Nera veste sempre completamente di nero appunto. Il suo costume è attillato per garantirgli libertà di movimento e spesso è completato da un lungo mantello nero. La maschera è modellata per ricordare le fattezze di una pantera, ovviamente. I suoi occhi bianchi sono come incubi per gli avversari, un nero spirito vendicativo proveniente dall’Africa. Il costume non è tuttavia un costume e basta. Si tratta infatti di un’armatura per il Re e al contempo un’arma. Il costume è intessuto in lega di Vibranio wakandiano, rendendo ogni movimento impercettibile all’udito pur garantendo a chi la indossa una copertura straordinariamente resistente. Armi da taglio, proiettili ordinari ed esplosioni possono, al massimo, rallentare Pantera Nera. La sua armatura è indistruttibile come il suo fiero spirito. Nei guanti indossati tiene la sua arma micidiale, gli artigli. In base alle testate possono essere in vibranio wakandiano o addirittura in vibranio artico. Questi ultimi sono i più letali e utilizzati solo in casi di emergenza, tali armi infatti sono in grado di ferire qualsiasi essere (tranne esseri di pura magia) e di danneggiare qualsiasi materiale. Il Re, armato con gli artigli di vibranio artico, può ingaggiare e abbattere persino Cap, Wolverine o Iron Man, essendo i suoi ferali artigli in grado di danneggiare lo scudo della Sentinella Della Libertà, spezzare le ossa del berserker canadese e di rompere l’armatura avanzata di Stark. Per avere un alleato fedele al fianco, T’Challa ha programmato un computer/intelligenza artificiale di efficienza impressionante, la cosiddetta Kimoyo Card. Inoltre possiede, grazie alle sue immense ricchezze, un vasto arsenale di artefatti magici, armi speciali per occasioni speciali e volendo uno degli eserciti più potenti e tecnologici al mondo, quello del Wakanda. Le abilità straordinarie unite al suo peculiare equipaggiamento fanno di T’Challa uno dei migliori supereroi Marvel.

Affiliazioni

Il Re T’Challa è sì il regnante supremo della sua nazione, ma anche un perfetto cittadino del mondo. Spesso gira il globo per ampliare i suoi orizzonti, portare giustizia in luoghi lontani e apprendere nuove cose. Per qualche periodo ha sostituito Daredevil nel pattugliamento notturno di Hell’s Kitchen, è un membro importante dei Fantastici 4, con cui collabora spesso e di cui saltuariamente fa parte, andando a sostituire uno dei 4 impossibilitato a partecipare a qualche missione. È un membro veterano dei Vendicatori nonché esperto componente dei Difensori. Ovunque vada il Re è ben accetto e viene accolto a braccia aperte, sia per le sue qualità supreme in combattimento sia per il fine intelletto di cui tutti giovano. La sua persona è così importante da essere stato richiesto nella élite de Gli Illuminati. Però il Re non si abbassò a una meschineria tale. Egli infatti avvisò gli altri membri degli Illuminati che il loro arrogante pensiero di poter manipolare gli altri per un fine secondo loro superiore gli si sarebbe ritorto contro. Non solo, pronosticò anche che il gruppo in sé non aveva le basi per andare d’accordo. In seguito cacciò via Stark, Richards, Strange, Freccia Nera, Xavier e Namor dal suo palazzo (ove si erano recati per chiedergli di unirsi a loro). Non ci volle molto prima che le profetiche parole del Re si avverassero. Dapprima il gruppo si scontrò internamente e si sciolse in procinto della Guerra Civile, poi dovette affrontare una minaccia creata da loro stessi tempo addietro. Infatti furono gli Illuminati a dare inizio agli eventi di World War Hulk. Il Re tutto questo aveva previsto e con saggezza e con fermezza si era giustamente opposto. Si unirà agli Illuminati solamente per salvare la terra durante gli eventi che coinvolgono il Guanto Dell’Infinito e le relative pietre. Evento in cui per altro combattono anche altri eroi.

new-avengers-age-of-ultron-easter-egg-hints-at-marvel-s-illuminati-581488

Curiosità

È uno dei protagonisti principali dell’Universo Marvel Zombie in cui, imprigionato da Ant Man zombie, viene utilizzato come fonte di cibo. Infatti in quell’universo gli zombie riacquistano la ragione mangiando della carne umana, ma sono in grado di infettare anche con un solo morso qualsiasi essere vivente. Per questo T’Challa viene tenuto prigioniero e fatto lentamente a pezzi, per dare ad Ant Man un modo per cercare una cura. La cosa non funziona ma il Re riesce a liberarsi e a raggiungere un gruppo di sopravvissuti. Da lì inizierà una lunga storia…

Il suo nome deriva dalla pantera nera appunto, compagna di un avventuriero protagonista di pubblicazioni pulp degli anni 60.

Per qualche anno ha dovuto cambiare nome in Leopardo Nero a causa del movimento violento pro popolazione afroamericana dal nome omonimo in azione negli stati uniti attorno agli anni 70.

In Age Of Ultron T’Challa è uno dei pochi sopravvissuti alla devastazione apocalittica. Purtroppo muore in missione quando vengono scoperti a causa di Taskmaster dalle copie di Ultron. Trova la sua fine precipitando da un palazzo e spezzandosi il collo.

È stato sposato con Ororo Monroe aka Tempesta. La storia d’amore finisce durante gli eventi di Avengers Vs X-Men.

Sempre durante Avengers Vs X-Men Namor attacca militarmente il Wakanda mettendo a dura prova le difese dello stato africano. La guerra danneggia gravemente il Wakanda. Ma la risposta del Re non si fa attendere e con una guerra lampo vendica la sua terra natale distruggendo Atlantide.

Insomma. Ora che avete letto questo articolo capite perché c’è tanto hype per Pantera Nera? Perché è un personaggio di un’importanza enorme per la Marvel e le aspettative per il suo futuro cinematografico sono tante.

LUNGA VITA AL RE.

No more articles