Insomniac Games sembra aver fatto le cose per bene

A chiusura della conferenza E3 di Sony, ci è stato mostrato il tanto atteso nuovo video gameplay di Spider-Man, sviluppato da Insomniac Games. Anzi, a dire il vero ce ne hanno fatti vedere ben 2!
Dopo tanto tempo, il 7 settembre 2018 potremo finalmente tornare a giocare con le ragnatele di Spidey, che mancava sulle nostre console da ormai troppi anni.

I video mostratoci all’E3, dobbiamo ammetterlo, hanno destato in noi ancora più curiosità.
La fluidità di gioco è a tratti impressionante, dando all’Uomo Ragno quel dinamismo di cui un titolo sull’eroe Marvel ha veramente bisogno.

Proviamo ad analizzare con calma quei 10 minuti di video gameplay che Sony ci ha gentilmente donato.
Si parte col nostro Spidey sul tetto di un edificio, senza nemici attorno, per fortuna. In questo modo prendiamo dimestichezza con i meccanismi di web-swinging del titolo Insomniac, familiarizzando con le combinazioni di tasti che ci consentono di effettuare salti e spostamenti da un tetto all’altro per mezzo delle ragnatele, che si lanciano con R2, mentre con X guadagniamo ulteriore velocità. Tutte meccaniche che comunque vedremo meglio una volta che potremo mettere le mani sul gioco.

Anche perché il video non ci dà respiro, e nel giro di una trentina di secondi ci troviamo già di fronte al primo combattimento. Un gruppetto di criminali in giacca e cravatta ci offre subito la possibilità di testare il combat system, che sembra rientrare pienamente nel dinamismo a cui accennavamo prima e che abbiamo notato anche nell’altro video E3.

Apprendiamo che con Cerchio possiamo effettuare schivate, con Triangolo colpiamo il nemico con le ragnatele, con X saltiamo, con Quadrato andiamo all’attacco nel corpo a corpo, tra calci, pugni e combo varie,  mentre con L1+R1 possiamo raccogliere oggetti e lanciarli. Selezionando L1 poi passiamo al menu dei gadget, utilizzabili poi col tasto R1.
Poi c’è la possibilità di attivare la Focus Bar, utilizzabile sia per l’autoguarigione che per attacchi speciali.
Insomma, come è ovvio che sia, ci sono tante meccaniche diverse con cui prendere piano piano confidenza, ma che doneranno al gioco il giusto brio, anche perché i movimenti del nostro protagonista sono davvero disinvolti e naturali, con la camera che salta da un nemico all’altro dando la giusta continuità agli spostamenti di Spidey, rendendo la vita più semplice al giocatore. Dovremo solamente capire poi, nei fatti, quanto sarà realmente armonioso il combat system che già però appare -almeno in video- sinuoso e fluido come quello che caratterizza la serie di Batman Arkham (a cui assomiglia non poco).

Il video prosegue facendoci scoprire che col tasto R3 siamo in grado di apprendere quali crimini sono attualmente in corso, e la possibilità di attivare side-quest è una prospettiva entusiasmante, a patto che non soffrano di ripetitività, come spesso accade negli open world.

Dopo aver preso a pugni e a colpi di ragnatele altri loschi individui all’interno di una fabbrica, familiarizzando ulteriormente con il sistema di combattimento e il suo apparente dinamismo, eccoci di nuovo su di un tetto, quando veniamo avvisati da Yuri Watanabe che Shocker sta rapinando una banca.
Veniamo quindi subito messi dinanzi ad uno dei più temibili villain dell’Uomo Ragno. Un filmato introduttivo ci conduce allo scontro, che tutto sommato ci è parso piuttosto ripetitivo, dovendo sostanzialmente evitare di continuo le sue onde vibranti, oscillando da un lato all’altro di questa enorme stanza esagonale, approfittando dei pochi secondi a disposizione per colpirlo, lanciargli contro oggetti e far crollare su di lui, infine, il gigantesco lampadario che lo mette K.O.

Ma probabilmente il dinamismo a cui accennavamo, visto il modo in cui è strutturato il gioco, testerà le nostre abilità con differenti tipologie di duello contro i vari supervillains con cui ci batteremo di volta in volta.

E3 2018 spiderman anteprima

Le sensazioni che ci lascia questo Spider-Man per il momento non possono che essere positive.
La fluidità con cui il nostro eroe si muove tra un palazzo e l’altro di NY e la visione della stessa ci regala un impatto esteticamente appagante, ed anche le ambientazioni, sia per ciò che riguarda gli esterni che gli interni, sono impreziosite da una attenta cura per il dettaglio.

Per ora questo video gameplay, più il trailer di 7 minuti di presentazione hanno sciorinato una serie di indizi senza dubbio suggestivi ed interessanti, che non fanno altro che incrementare l’hype in attesa di un’uscita per fortuna ormai prossima.

No more articles