Nella vita di ognuno ci sono date e anniversari che vanno celebrati, nella vita di ogni videogiocatore che si rispetti ci sono giochi che inevitabilmente lasciano il segno e che, parimenti alle date sopracitati, vanno ugualmente ricordate. Non stiamo parlando esclusivamente di quei capolavori indelebili e sempiterni del panorama videoludico ma anche di tutti quei titoli che in un determinato periodo, più specificamente in un determinato mese, accompagnano noi videogiocatori.

Per questo motivo Stay Nerd sceglie ogni il mese l’uscita più importante, quella più attesa, quella più giocata o quella che, più semplicemente, ci ridona speranza in un mercato sempre più avaro di idee. Il mese appena conclusosi è stato sì segnato da molti titoli interessanti, ma noi in Stay Nerd siamo rimasti piacevolmente colpiti da NiOh. Non vogliamo mentirvi, il titolo targato Team Ninja non è perfetto, probabilmente non passerà alla storia come capolavoro eppure e anzi a maggior ragione vogliamo celebrarlo. NiOh, per chi non lo conoscesse, è un titolo action dalla chiara ispirazione Soulsiana, e con il termine ispirazione, badate bene, non vogliamo in nessun modo additare agli sviluppatori qualsiasi mancanza d’inventiva: NiOh non è nella maniera più assoluta un clone di Dark Souls. NiOh è un titolo con una propria identità, un titolo che ha una filosofia di game design ben definita, capace di fare la felicità dei giocatori più esigenti e desiderosi di mettere le mani su un titolo capace di portare a limite le proprie abilità videoludiche. In redazione abbiamo passato molto tempo, e tuttora lo stiamo facendo, cercando di finire il gioco non solo per una mera questione di “completion marks” ma anzi, la parte più bella del gioco si scopre quando si cerca di portare a termine tutte le sfide secondarie, quando si gioca per ore ed ore alla ricerca di un equipaggiamento sempre più potente. NiOh è in tal senso una droga, ci fa entrare in quel loop videoludico del “ancora uno e poi smetto”, un po’ come quando si scopre una nuova serie su Netflix e ci si ritrova, senza nemmeno sapere perché, a fare le ore piccole davanti allo schermo. E se non è questo divertimento e passione, cosa lo è?   

Siamo allora felicissimi che ad accompagnarci in quest’anno di videogame dal profilo eccezionale, ci sia un artista che ha fatto di divertimento e passione i suoi marchi di fabbrica, e che al pari dell’anno che ci si prospetta, ha un profilo ed una matita eccezionali. Con il gioco del mese di quest’anno, Stay Nerd accoglie in squadra il talento di Mattia Iacono, illustratore, fumettista e colorista romano, parte integrante del team di BABY RUTH studio, ed eccezionale autore della scuderia Tunué, su cui ha esordito con il suo bellissimo e conturbante Demone Dentro. Lo stile personalissimo di Mattia, si sposa qui con le tinte fosche del masterpiece di team Ninja, i cui demoni risplendono sulla cupezza dello sfondo come le luci al neon che animano le notti della moderna Akihabara. Spettacolare!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui