Chi vincerà?

Tutti noi abbiamo sognato di vedere uno scontro tra i nostri più amati beniamini. Per quanto i buoni siano affascinanti, e sia bello vederli collaborare tra loro o combattere i cattivi, tutti almeno una volta nella vita abbiamo pensato chi potesse essere il più forte in un determinato contesto. O, più in generale, il più forte di sempre.

Questo è uno degli scontri definitivi, uno duello che vede due protagonisti non solo beniamini di intere generazioni, bensì due icone. Due icone che si scontreranno per il gaudio e per la gioia dei lettori. Di chi stiamo parlando?
Dei due campioni che hanno entrambi perso il loro proprio mondo natio. Dei due campioni alieni, ma cresciuti sotto l’egida dell’umanità. Dei due campioni dal cuore puro. Da una parte Kal-El di Krypton e dall’altra Kakaroth di Vegeta.

Spero vivamente che nessuno dei due personaggi abbia bisogno di presentazioni, né di delucidazioni sulla loro storia, anche perché sorprendentemente, hanno tanti punti in comune.
Orfani del proprio mondo natio, entrambi sono stati cresciuti da brave persone che li hanno tirati su con ideali quali onestà, coraggio e senso di giustizia. Entrambi non hanno esitato a gettarsi contro severe minacce a volte apparentemente inaffrontabili, per salvare coloro che amavano e per proteggere ciò che per loro era giusto, senza temere mai la morte. Consci che per un guerriero una morte onorevole è già di per sé una ricompensa.

Le regole dello scontro

Partiamo da un presupposto: entrambi i personaggi verranno presi al massimo della loro potenza da continuity normale (avremo quindi un Superman classico e un Goku in grado di diventare Super Saiyan Blue ed avere accesso alle relative tecniche). Nonostante i “pasticci” che si vedono in Dragon Ball Super, cercheremo di capire come e quanto è potente Goku rispetto al suo avversario.

Altra premessa: nello scontro non saranno ammesse scorrettezze, dato che NESSUNO dei due personaggi ricorrerebbe a tali bassezze (ammesso che siano a conoscenza delle debolezze dell’altro). Supes non lobotomizzerebbe mai Goku, né tantomeno Goku utilizzerebbe della Kryptonite. Un Sayan che utilizza un’arma o un mezzo per raggirare il suo avversario sarebbe la vergogna della sua razza.
Perché i due eroi dovrebbero venire alle mani? Ce ne sono diversi di motivi, dal controllo mentale, alla magia ad un possibile controllo biologico tramite tossine o simili. Ma non focalizziamoci su questo. Pensiamo alla lotta!

“Cyborg alla Justice League. Si è aperto un boomdotto proprio in una piazza a Metropolis. È uscito solamente un individuo. Richiedo indagine immediata ed evacuazione preventiva.”

“Qui Flash, ho iniziato l’evacuazione, in due minuti dovrei aver finito.” Rispose Flash, mentre ad una velocità superiore a quella della luce stava portando via potenziali vittime.

“Qui Superman. Sono sul posto. Ho il soggetto in vista. Flash, una volta portata via la gente mettiti a disposizione, potrei aver bisogno di aiuto.” Superman volò lentamente a circa una cinquantina di metri dall’individuo uscito dal boomdotto.

Uuuurca! Il tuo amico è proprio veloce!” Urlò Goku al tizio che svolazzava davanti a lui. Superman inarcò il sopracciglio.

Come hai fatto a…” Non finì la frase.

Posso sentire le vostre energie! State svuotando la città, come se vi doveste preparare ad un combattimento.”

Superman fissò l’uomo. Non era un uomo. La sua biologia era diversa, poteva vederlo.

Ti devo chiedere di seguirmi.” Gli disse Superman. Quell’essere era uscito da una delle vie di attacco degli eserciti di Darkseid, bisognava utilizzare la massima precauzione.

Ero a casa, con mia moglie, e ora compaio qui. Dimmi perché dovrei seguirti.” Il Saiyan sentì un’energia spaventosa in quell’individuo che volava di fronte a lui. Poteva essere il combattimento più incredibile che avesse mai affrontato. Si sentì elettrizzato all’idea. Serrò i pugni. Cosa che a Superman non piacque affatto.

“Ascoltami, verrai con me, con le buone o le cattive, non so cosa abbia in mente Darkseid, ma non puoi certo sconfiggere me e i miei amici.

Goku sorrise. Superman si stizzì.

Poteri ed abilità

Bene. Iniziamo ad analizzare i nostri due combattenti.
Goku dispone di una forza enorme, è in grado di distruggere montagne, scagliare colpi così potenti da poter danneggiare degli dei o demoni antichi (Bills, Majin Bu) e in quanto a forza fisica non è secondo a nessuno in Dragon Ball. Ma, dall’altra parte, abbiamo – in tal senso – l’essere più potente di sempre. Superman ha una forza praticamente illimitata, può spingere pianeti senza sforzo, resistere alla gravità dei buchi neri e massacrare con la mera potenza fisica esseri semi-onnipotenti (Darkseid, Antimonitor). Basti pensare agli allenamenti, Supes utilizza una specie di panca piana che simula il peso e la gravità di interi pianeti e anche con quella non sembra essere nemmeno sotto sforzo. Inoltre Ultraman (che è solamente un Superman “alternativo”) si è dimostrato in grado di sollevare il libro dell’Infinito, un manufatto alieno dal peso appunto infinito. La forza di Superman è solamente limitata dalla sua volontà di usarne più o meno. Anche se Goku ricorresse al Kaioken, quando in forma di Super Sayan Blue, non potrebbe arrivare alla forza di Supes.

Parlando invece dell’agilità e della velocità abbiamo comunque un netto svantaggio da parte di uno dei due.
Per quanto Goku sia in grado di combattere a delle velocità invisibili ad occhio nudo, Superman può muoversi ad una velocità superiore a quella della luce, può percorrere distanze lunghissime in tempi brevi (impiega dei secondi a raggiungere il sole, mentre la luce solare impiega ben 8 minuti). Pertanto Superman è MOLTO più veloce di Goku. Inoltre il punto fondamentale è che, in questi lassi di tempo, Superman è anche in grado di reagire. Il suo cervello è veloce quanto lui, tant’è, che per fare un esempio, trova difficoltà nell’esercitare la propria professione di giornalista dato che ciò che le sue mani scrivono e il suo cervello gli dice di comporre viaggiano sue due binari diversi. La sua mente insomma è troppo rapida per qualsiasi tecnologia. La velocità viene inoltre mantenuta in volo, non solo nei movimenti (ovviamente).

Sulla resistenza, vi è un’altra disparità. Goku è molto resistente, può assorbire colpi di armi da fuoco come un umano riesce a stare sotto la doccia, e sopportare colpi dalla possanza tremenda senza riportare gravi ferite. Tuttavia è debole di fronte a malattie, radiazioni altri attacchi particolari. Per quanto riguarda Superman, si è dimostrato in grado di sopravvivere ad esplosioni nucleari a contatto, esplosioni di Supernove e colpi così forti da poter piegare la realtà stessa (quando fa a botte con un altro Superman per intenderci). Altro punto per il figlio di Jor-El.

Parlando di tecniche di combattimento, certamente Goku può vantare un’enorme conoscenza delle arti marziali, ma sinceramente non vediamo come questo possa influenzare lo scontro. Puoi essere abile quanto vuoi, ma se il tuo bersaglio è nettamente più veloce, forte e resistente di te…

Kakaroth possiede però alcune interessanti abilità che potrebbero aiutarlo, prima di tutte la capacità di percepire l’aurea degli esseri viventi, e Superman, al contrario dei Guerrieri Z e di altri, non è in grado di azzerarla per non farsi individuare. Inoltre Goku può teletrasportarsi, ma solo dove ci sono auree a lui familiari. Superman invece vanta un enorme selezione di poteri incredibili, ma i più utili sono forse i suoi sensi, uniti alla capacità di rigenerare i danni molto velocemente.
Goku invece è in grado di scagliare potentissimi attacchi energetici, che possono disintegrare facilmente pianeti come la Terra. Entrambi ovviamente possono volare e respirare nello spazio (Goku sotto forma di SSB). Ultima cosa, ma fondamentale, alcune tecniche di Goku non possono essere protratte nel tempo, portandogli via le energie, mentre questo a Supes non succede.

Lo scontro

Superman atterrò malamente sulla superficie del pianeta. Si rialzò. Quel tizio picchiava davvero forte. Scosse la testa. Ora basta. Da quando i capelli dell’invasore erano diventati blu gli aveva dato qualche grattacapo. Sentì un fruscio, e fu colto impreparato, di nuovo. Una gomitata potente abbastanza da rovinare irrimediabilmente la crosta terrestre si abbatté sul suo collo. Attraversò circa due catene montuose prima di fermarsi. Giaceva in mezzo a delle rocce frantumate, quando Goku comparve sopra di lui.

Posso rintracciarti grazie alla tua aura e teletrasportami vicino a te per colpirti alla sprovvista. Non hai chance. Sei resistente, te lo concedo, ma ora arrenditi.”

Supes sputò del sangue su quel pianeta distante dalla Terra. Aveva portato lo scontro dove non c’era nessuno che poteva essere coinvolto. L’alieno sembrava averlo seguito senza preoccuparsene. Si rialzò e non gli rispose.

Kame-ame…” Clark Kent guardò un bagliore enorme. Poi un attacco energetico in grado di decimare un sistema solare venne scagliato su di lui.

Al netto dell’analisi, posso affermare senza dubbio che Goku non avrebbe alcuna chance contro Superman. Certo, forse all’inizio col fattore sorpresa potrebbe essere in vantaggio per un po’, ma una volta che Superman abbia appurato la sua forza, e decida di porre fine allo scontro, niente potrebbe salvare il Saiyan. L’esito è certo, vittoria di Superman.
Goku tirò un sospiro di sollievo. Quando quel tizio vestito di blu si era rialzato per l’ennesima volta si era preoccupato. Aveva distrutto un pianeta, ma l’aveva centrato in pieno. Niente poteva resistere ad una Kamehameha scagliata da un Super Sayan Blue con il Kaioken attivo. O almeno così credeva.
In mezzo allo spazio. In mezzo ai resti del pianeta. Esattamente dov’era prima, esattamente in piedi, nello stesso punto c’era quel tizio. Lo stava fissando. Doveva colpirlo con tutte le sue forze. Lo avrebbe messo K.O.; il Super Saiyan God non poteva essere sconfitto! Si teletrasportò alle sue spalle, pronto a colpirlo nuovamente.

Superman realizzò che il suo avversario era dietro di lui quando sentì il rumore del sangue che scorreva nelle sue vene. Si mosse all’indietro lateralmente e Goku colpì il vuoto. Il Saiyan capì che c’era qualcosa che non andava quando si rese conto che il suo bersaglio era sparito. Fu colpito alla mascella e spedito su di un pianeta vicino. Ci mancò poco che svenisse per il colpo e per il successivo atterraggio. La mascella forse era rotta, sicuramente incrinata. Si rialzò. Era in piedi in un enorme cratere creato dalla sua stessa caduta.

Complimenti. Era da molto che non ricorrevo a tutta questa potenza.” Superman esordì così, aveva le braccia conserte e levitava a circa cento metri da lui. Goku sapeva benissimo che non avrebbe mai potuto provare a raccogliere l’energia per una Genkidama. Ammesso che sarebbe bastata per sconfiggere quell’essere. Doveva prendere tempo, scagliò un’ondata di attacchi energetici; non avrebbero scalfito quella specie di mostro ma sperava che l’avrebbero distratto per potergli permettere di colpirlo alla nuca. Usò di nuovo il teleport. Il suo cervello non fu abbastanza veloce per gestire la cosa. Quando comparve, Superman si spostò dietro di lui in un femtosecondo, poi colpì. Guidato dalla vista a raggi x, gli fratturò in più punti gli arti superiori ed inferiori. Usò due dita colpendo di punta, come uno scalpello. Fu così veloce che il CRAC delle ossa risuonò come un unico rumore. La prima cosa che Goku avvertì fu il dolore. Tornò il Goku di sempre e precipitò. Era a terra immobile, esausto, sopraffatto dalla sofferenza. Quello che aveva immaginato come un grandioso combattimento, in realtà era finito in un massacro. Non aveva capito cosa fosse successo, ma in cuor suo, sapeva che era stato il suo avversario.La gente di questo pianeta è ospitale e gentile. Ti troveranno e ti cureranno. Se verrò a sapere che gli hai fatto del male, ti troverò. Ricordo il battito del tuo cuore; non importa quanto distante tu sia, ti troverò. Non farti più vedere.”

Prima che Goku potesse rispondere, Superman volo via, più veloce della luce. Nonostante tutto, Goku sorrise.

No more articles