Più riuscito il cattivo, più riuscito sarà il film. Lo diceva Hitchcock, ma questa legge è applicabile anche – o forse soprattutto – ai film d’animazione.
La Walt Disney Company ci ha costruito un impero. La quasi totalità delle sue pellicole è caratterizzata dall’antica e sempre attuale antitesi tra bene e male, perché il villain affascina da sempre ed ha estimatori senza età, né casta sociale.
Ma chi è il più cattivo dei cattivi?
Crudeltà, inganno e cinismo sono la commistione principale di elementi con i quali la Disney genera buona parte dei suoi antagonisti, tuttavia c’è chi possiede più qualità di altri…

10) CAPITAN UNCINO (Le avventure di Peter Pan)
capitan-uncinoLa Disney cambia il volto all’originale capitano, lasciandogli l’uncino, o poco più. Ma bene così, perché la nuova versione creata dagli Studios convince davvero. È il classico antagonista dalle due facce: meschino, subdolo e spietato, ma anche stolto, incapace e perdente.
Lo scontro finale con Peter Pan chiude perfettamente il cerchio, mettendo a nudo pregi e difetti del classico villain che fa dell’omologazione alla categoria la sua migliore qualità. Fa parte della schiera Principe Giovanni & Friends, quelli spavaldi ma facilmente terrorizzabili; per fortuna lui non può mettersi il pollice in bocca.

9) ADE (Hercules)
adeSe nel contesto dell’animazione la doppia personalità è un valore aggiunto, anche Ade è uno di quelli che può farsi vanto di possederla. Irascibile ed irrazionale, ma poi calmo e pacato. Divertente come Capitan Uncino, con sembianze tuttavia terribili: occhi spiritati ed inquietanti, più una criniera di fiamme blu che ricorda vagamente un fuoco fatuo. Ciò che lo rende un degno partecipante della nostra classifica è però il sarcasmo, grazie ad un copione perfettamente adeguato ad un personaggio di questo tipo.

8) MAGA MAGO’ (La spada nella roccia)
mimPiù brutta che cattiva. La sua apparente malvagità è dettata dallo spasmodico desiderio di dimostrare di essere una maga migliore di Merlino. Il duello tra i due è in assoluto uno dei più ammalianti di casa Disney, con un continuo susseguirsi di mutazioni in animali, nelle quali Merlino e Magò cercano di prevaricare uno sull’altra, fino a decretare un unico vincitore.
Le sua qualità sono l’imprevedibilità e l’inganno. Peccato che gli si ritorcano contro…

7) SHERE KHAN (Il libro della Giungla)
pic_detail4de7de6c7e7faIl vero villain è l’attesa. L’atmosfera cupa e misteriosa che si crea intorno alla figura di Shere Khan contribuisce a rendere il suo personaggio uno dei più temibili in assoluto. Incarna al meglio lo spirito del felino che rappresenta: forte, elegante, malvagio. La sua calma e freddezza sono il sintomo della sicurezza nei propri mezzi. Compare poco nel film, ma tanto basta a renderlo leggendario.

6) FROLLO (Il Gobbo di Notre Dame)
FrolloUna crudeltà mostruosa ben evidenziata da occhi piccoli, sguardo imperturbabile, e sorriso beffardo. Segna per sempre la vita del povero Quasimodo, sterminando la sua famiglia e perseverando in un atteggiamento disumano. Una descrizione da podio del male, se non fosse per una personalità non così affascinante quanto le premesse lasciavano intuire.

5) URSULA (La Sirenetta)
UrsulaSe la protagonista è una bellissima sirenetta, la perfetta antagonista non può che essere un’orrenda donna-polipo. Grassa, brizzolata e viola.
In una fiaba in cui domina il canto, come un’animata parafrasi della leggenda della sirena, trova posto la completezza di una donna così crudele quanto perfetta adescatrice, grazie ai suoi fatali incantesimi.

4) MALEFICA (La bella addormentata nel bosco)
Maleficent-maleficent-32327608-960-854Perché non avete inserito Grimilde, la strega di Biancaneve?” Cari lettori, nel mondo Disney esistono personaggi che si ripetono, o per meglio dire evolvono. Nonostante le diversità del caso, Malefica appare come la mutazione negativa di Grimilde (che già non brillava in quanto a bontà). A differenza della sua antenata però, l’antagonista della principessa Aurora straborda di fascino maligno, avendo per giunta un “valido” scopo per le sue gesta. La follia delle sue azioni va di pari passo con il tragico epilogo progettato per la sua rivale. Il tutto si chiude poi con una trasformazione in un drago: scusate se è poco.

3) JAFAR & IAGO (Aladdin)
Iago-Not-The-Best-At-Villainy-Jafar-Aladdin-Una poltrona per due. Il più basso gradino del podio va condiviso dal temibile Jafar e dalla sua spalla Iago. Possiamo parlar di spalla in tutti i sensi, poiché il tremendo pappagallino si appollaia sul Gran Visir, alternando comicità a perfidia, senza tuttavia scalfire di essenza tragicomica la sfera di malignità che circonda l’antagonista di Aladdin e del Genio. È infatti una sorta di versione cattiva di quest’ultimo, sia in termini cromatici che di personalità, dimostrando tutte le caratteristiche del male più puro: disonestà, spietatezza, inganno.

2) CRUDELIA DE MON (La carica dei 101)
CrudeliaPiù letale lei di uno scorpion, farebbe paura persino a un leon..” Peccato che gli animali vittime della sua crudeltà siano 101 poveri cuccioli di cane. Per il suo diabolico piano si avvale di due fidati collaboratori sbadati e imbranati, che con i loro continui fallimenti la mandano su tutte le furie, contribuendo a generare l’atmosfera di paura. È però l’aspetto estetico di Crudelia a decretare il suo secondo posto: magrissima, con lineamenti scheletrici, ricoperta solo di una criniera bianconera e con una pelliccia più grande di lei. L’inconfondibile stile del villain per eccellenza.

 

1) SCAR (Il Re leone)
Scar-9La morte di Mufasa è probabilmente uno dei traumi più grandi della vostra infanzia. L’artefice di tale scempio è il felino più cattivo dell’Universo Disney: Scar, ovvero l’evoluzione felina di Shere Kan. Attua un piano malvagio con semplicità impeccabile, grazie all’astuzia e ad una serie di accorgimenti che definire subdoli sarebbe riduttivo. La Dea dell’Allegoria gli pone al fianco le iene, sicari assoggettati al suo potere e schiavi delle sue decisioni. Tutto questo con l’aggiunta di un formidabile sarcasmo, fa sì che il re della savana ottenga anche scettro e corona di questa speciale classifica. La sua sconfinata sete di potere è la radice del suo fascino, ma il trono di un re malvagio traballa sempre…

No more articles