Un tuffo nei ricordi

Tra i must del nerd medio c’è una saga di anime e manga che non può assolutamente mancare: I Cavalieri dello Zodiaco (Saint Seiya). Sulla pagina di Stay Nerd, negli articoli sul nostro sito, e persino nelle nostre famigerate live abbiamo spesso trattato il tema, e l’abbiamo fatto in varie forme ed a più riprese poiché questa saga è talmente radicata nel nostro animo, ed ha caratterizzato la nostra infanzia al punto che parlarne ci viene naturale.
Di recente ci è stato gentilmente inviata la Collector’s Edition, contenente 3 DVD, della saga di Nettuno e pertanto abbiamo recensito questa versione home-video.

Scheda tecnica

Formato video: 1,33:1

Formato audio: 1.0 Dolby Digital: Italiano, Giapponese

Sottotitoli: Italiano, Giapponese

Durata: 375 minuti

Tipo confezione: Slipcase

Numero dischi: 3

Il disco

Il primo impatto è con un cofanetto basico ma affascinante. Uno slipcase standard, con all’interno una custodia contenente i DVD, e le immagini dei cavalieri di Bronzo da un lato e di Nettuno dall’altro.
Ognuno dei 3 dischi dà l’accesso, tramite il menu principale, alla scelta degli episodi che ci catapultano immediatamente nelle nostalgiche atmosfere di Saint Seiya.
Il primo DVD si apre con l’ultimo episodio della saga di Asgard, che – come ricorderete – è strettamente connessa a quella di Nettuno, e pertanto riassaporiamo l’ultimo confronto con Orion e la venuta di Syria, Generale degli Abissi e custode della colonna dell’Oceano Atlantico Meridionale.

Da questo momento in poi i nostri saranno catapultati nel regno di Nettuno, e noi con loro. La vivida colorazione delle immagini le migliora sensibilmente, ma qui segnaliamo con merito l’utilizzo del giusto dosaggio in fase di saturazione. Questo procedimento è atto a non snaturare le animazioni di un tempo, rendendole attuali nell’intensità dei colori senza  però eliminarne l’effetto nostalgia.
Guardando gli episodi lo spettatore si immerge totalmente nei ricordi della propria infanzia, ed il merito è anche di questo.

L’audio

Un altro aspetto di questa dolce elegia, di questa piacevole immersione nel passato, è senz’altro la colonna sonora. Ottima la scelta di utilizzare sempre e soltanto la prima sigla, ovvero I Cavalieri dello Zodiaco di Massimo Dorati, poiché forse è quella alla quale tutti noi siamo più legati.
Un appunto in tal senso si può muovere in direzione del sovracitato “sempre”. In effetti la sigla è presente interamente in ogni episodio, all’inizio ed alla fine, come accadeva abitualmente durante le puntate mandate in onda dalle TV in chiaro italiane; ma quando ci si trova a guardare diversi episodi di fila questo fattore inizia a tramutarsi in un problema. Dopo le prime volte, nelle quali non si può fare a meno di ascoltare con piacevolezza l’intera sigla e magari canticchiarla anche, la faccenda comincia a stancare, ed allora diviene naturale skippare. Stessa cosa per i riassunti ad inizio puntata, che rappresentano un discorso diverso e prescindono comunque dal comparto audio, se non fosse che anche qui va segnalato il fatto che tali riassunti sono presenti solamente in lingua originale, quindi giapponese, a prescindere da quale si scelga di utilizzare. Si parla di sciocchezze, ovviamente, ma un po’ stride questo contrasto a breve termine tra le voci nipponiche e quelle nostrane.

Extra

Gli extra sono la vera nota dolente. I tre dischi infatti non portano in dote alcun surplus, eccezion fatta per la possibilità di guardare i trailer, che di base non rappresentano una novità.
Trattandosi de I Cavalieri dello Zodiaco ci saremmo aspettati un qualsiasi, sciocco, bonus in grado di stuzzicare le nostre anime nerd, e sappiamo bene che ci saremmo accontentati davvero di poco. Peccato.

Conclusioni:

I Cavalieri dello Zodiaco Parte 3 – Nettuno è una collector’s edition costituita da 3 DVD raccolti all’interno di un cofanetto slipcase molto basico ma dall’aspetto gradevole. I dischi ci fanno immergere subito nell’atmosfera legata ai ricordi, grazie all’utilizzo di immagini vivide e con colori piuttosto caldi ma per nulla snaturati rispetto agli originali. Questa scelta va sicuramente apprezzata. Anche l’audio consente l’immersione totale per via della colonna sonora, la prima sigla de I Cavalieri, quella di Massimo Dorati. Tuttavia il fatto che sia presente in tutti gli episodi, all’inizio ed alla fine, dopo un po’ la trasforma in una nota dolente. La pecca più grande però è rappresentata dalla totale assenza di contenuti extra. Nel complesso, ad ogni modo, si tratta di un prodotto gradevole che non dovrebbe mancare nella casa di un nerd amante della saga.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), i Castelli Romani, Francesco Totti, la pizza e soprattutto la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna mia moglie sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.