Stay Nerd ha avuto il piacere di fare due chiacchiere con Derek Kirtzik, sviluppatore di NetherRealm Studios, recentemente al lavoro sull’ormai vicino Injustice 2, devastante picchiaduro che si è conquistato il posto di universo alternativo persino tra i fumetti DC. Vediamo com’è andata e quali succosi dettagli sul gioco sono emersi, nel corso della nostra intervista.

intervista injustice 2

Innanzitutto grazie per il tempo dedicatoci. Siamo davvero euforici per l’arrivo di Injustice 2! La prima domanda riguarda la trama. Con il predecessore, il primo Injustice, avete creato un Elseworld [un mondo alternativo, un What If, NdR] che si è rivelato così forte che in DC si sono subito adeguati, creando una linea di fumetti attorno al gioco. Con Injustice 2 come vi siete mossi? La trama si innesta all’interno della continuity dei fumetti oppure ne è slegata, ma fa sempre parte di quell’universo alternativo?

Come hai detto abbiamo creato un universo con il primo Injustice, e il secondo capitolo comincia direttamente dove il primo si era concluso. Tutto il resto, fumetti dedicati compresi, fanno parte dello stesso universo ma potrebbero anche non trovare posto nella storyline composta dai due giochi.

Come avete reagito allo scontento dimostrato da parte del pubblico nei confronti del vostro nuovo Joker, vagamente somigliante a Jared Leto?

Innanzitutto, tutti i volti dei personaggi del nostro gioco sono reali, grazie alla tecnologica del face-scan, che oggi ti permette di ottenere davvero ogni tipo di lineamenti. Nel caso del Joker, volevamo dargli un aspetto più realistico di quello apparso nel primo Injustice, che era molto cartoonesco, con la mascella più allungata. Grazie alla customizzazione si potranno ottenere versioni diverse di ogni personaggio, oltre all’aspetto fisico, ma intanto noi crediamo che questa versione del Joker sia fantastica. Inoltre, questa è la nostra versione di questi personaggi, nel nostro universo.

Immagino ci sia stato un grande lavoro di ricerca dell’universo dei fumetti DC, anche per la customizzazione dei personaggi. Ci è bastato vedere che è possibile vestire il Joker con gli abiti che indossa nella celeberrima run The Killing Joke…

Sì, abbiamo lavorato a stretto contatto con DC, e volevamo inserire rimandi a tutti gli universi narrativi dei fumetti. Il Joker di Killing Joke è uno dei più celebri e non potevamo non inserire quel particolare set di abiti, ma come quel caso ce ne sono tanti altri, lo vedrete dalla lore del gioco, dagli abiti e dall’equipaggiamento presenti. È ciò che i fan vogliono e noi ascoltiamo sempre i fan, curando le loro richieste il più possibile.

A proposito del roster, abbiamo notato qualche scelta bizzarra, per un picchiaduro. L’universo DC è pieno di grandi personaggi, ma alcuni non ci si aspetterebbe di incontrarli in un gioco di questo genere. Perciò la nostra domanda: come decidete se e come inserire un personaggio o meno?

Decidiamo in due modi: in base allo story mode e alle richieste dei fan, che, ribadiamo, ascoltiamo sempre. Poison Ivy è un altro esempio di personaggio che difficilmente combatterebbe corpo a corpo, invece di servirsi delle proprie piante. Ma è anche uno dei preferiti del pubblico, quindi ci prendiamo noi la responsabilità di inserirla nel roster, trovando modi ingegnosi e sorprendenti per farla combattere in un picchiaduro come Injustice.

C’è un sistema di moneta in-game, ma avete anticipato che non è possibile comprarne attraverso acquisti con moneta reale. È corretto?

Sì. Il sistema serve ad acquistare mother box, che forniscono equipaggiamenti, e non è assolutamente possibile fare acquisti attraverso moneta reale. È tutto dipendente dalla moneta in-game, niente micro-transazioni, in nessun modo.

L’introduzione nel gioco degli equipaggiamenti, con relative statistiche e progressione, ricorda molto meccaniche da Gioco di Ruolo. Non pensate che questo possa creare squilibrio nel gioco multiplayer? Ad esempio facendo incontrare due giocatori con avanzamenti di equipaggiamento molto diversi?

No, perché appena abbiamo deciso di aggiungere equipaggiamenti potenziabili abbiamo subito pensato a come combattere questo squilibrio, è stata la prima domanda che ci siamo fatti. Per quanto riguarda i Ranked Match, i giocatori conserveranno le proprie statistiche di base, quindi qualcuno avrà più punti salute, altri più punti abilità, ma le statistiche dell’equipaggiamento, comunque mantenuto nel look, non conteranno. Quando invece si gioca un Player Match, le statistiche dell’equipaggiamento conteranno, ma le statistiche di base saranno aumentate automaticamente al livello più alto tra i due giocatori: ad esempio, il mio Superman di livello 1 avrà le sue statistiche di base aumentate fino al livello 20 del tuo Batman, se giocassimo contro. E a quel punto, sì, conteranno solo le diverse statistiche degli equipaggiamenti, ma in nessun caso sarà uno scontro squilibrato. Ovviamente c’è anche un Tournament Mode nel quale, per eventi e e-sport, si potranno disattivare o meno le statistiche dell’equipaggiamento. Certo, potrebbe esserci anche un torneo che considera tutte le diverse statistiche e, in quel caso, un personaggio di livello 20 distruggerebbe altri a livello 5, ma è anche giusto che sia così, in determinate modalità.

Nel primo DLC annunciato saranno presenti anche personaggi dell’universo di Mortal Kombat…

Oh, intendi Sub-Zero? Perché noi non ne abbiamo visti altri…

Quindi non potete dirci quanti personaggi di Mortal Kombat possiamo aspettarci dal DLC?

Beh, per ora potete aspettarvene uno. (ride)

Allora deviamo su un’altra domanda: ci sono altri brand cui avete pensato, oltre a Mortal Kombat, da includere nel DLC?

Posso dire solo questo: il roster del DLC vi farà esplodere il cervello!

La prospettiva suona allettante, ma se vuoi farmi esplodere il cervello dovreste inserire nel roster Dex-Starr!

Lo abbiamo messo, è il personaggio di supporto di Atrocitus.

No, Derek, io vorrei fosse un personaggio con cui menare le mani!

Amico, tu sei matto!

Grazie ancora per questa intervista e da parte di tutta Stay Nerd!

Grazie a voi!

No more articles