Le migliori scelte del 2018

I monitor sono la periferica fondamentale per la fruizione dei contenuti del vostro computer o della vostra console, ed è probabilmente il componente del PC che verrà cambiato con minore frequenza, ragion per cui è conveniente scegliere con cura il modello e magari provare ad investire qualcosa in più all’atto dell’acquisto così da aumentarne la longevità. Ma come per ogni cosa, quando ci si cimenta nella scelta, ci si trova dinanzi ad una giungla di sigle anonime e lo sconforto prende subito il sopravvento…ed è qui che veniamo in vostro aiuto, cercando di semplificarvi la vita in questo arduo compito.

Innanzitutto cerchiamo di spiegare brevemente quali sono le varie caratteristiche che differenziano i vari modelli.

  • Il tempo di risposta è un parametro che indica in quanti millisecondi un pixel viene aggiornato sullo schermo: è un parametro fondamentale per il gaming e deve essere il più basso possibile;
  • Il frame rate indica il numero di fotogrammi che vengono disegnati sullo schermo ogni secondo dalla GPU, spesso viene indicato anche come FPS (frames per second). Deve essere il più alto possibile;
  • Il refresh rate è la frequenza con cui l’immagine viene aggiornata sul display, ed è misurata in Hz. Anche in questo caso deve essere il più alto possibile.
  • La finitura del display può essere lucida od opaca: i primi rendono più vivaci i colori (ma nel contempo stancano facilmente), mentre i secondi evitano i riflessi

Analizziamo adesso le tipologie di display, che sostanzialmente possono essere principalmente di tre tipi:

  • TN (Twisted Nematic) hanno un tempo di risposta pari pochissimi ms ed un prezzo solitamente contenuto, sono utilizzati principalmente per il gaming considerato che riescono a funzionare senza problemi con un refresh rate fino a 144Hz. D’altro canto, l’angolo di visuale non supera i 160-170°, con il risultato che chi è posizionato molto angolato potrebbe vedere i colori sfalsati se non proprio invertiti;
  • IPS (In Pane Switching) sono l’ideale per la multimedialità poiché rendono i colori ed il contrasto in maniera eccellente così come l’angolo di visuale che è praticamente a 180°, a discapito del tempo di risposta che è molto più elevato rispetto ai TN;
  • VA (Vertical Alignment) sono sostanzialmente da scegliere solo in ambito lavorativo non multimediale, in quanto hanno di buono solamente l’angolo di visuale ed il contrasto, a discapito di tutto il resto.

Dopo aver introdotto tutti questi concetti, passiamo ad elencare i modelli HP che consigliamo per l’acquisto. Considerati i prezzi di mercato, saranno presi in considerazione i modelli a partire dai 23”, dato che dimensioni minore hanno una differenza insignificante di prezzo tale da non giustificarne l’acquisto.

Segnaliamo che ad oggi sullo store HP è presente su determinati modelli uno sconto fino al 30% e una supervalutazione dell’usato: maggiori informazioni a questo link 

HP 24F (LINK)

Il monitor HP 24f è un monitor esteticamente molto elegante, consigliato agli utenti che devono lavorare e nel tempo libero giocare senza avere grosse pretese. Il display è un IPS retroilluminato LED con form factor 16:9 e supporto da tavolo che permette un’inclinazione da -5° a 25°. La risoluzione massima è FullHD con refresh rate da 60Hz e tempo di risposta da 7ms, ottenibile mediante connessioni VGA e HDMI con supporto HDCP. La luminosità dello schermo è nella norma, da 300cd/m², mentre l’angolo di visualizzazione si assesta intorno ai 178°. Ottime prestazioni energetiche, essendo il prodotto classificato come classe A.

HP EliteDisplay E243 (LINK)

Il monitor EliteDisplay E243 è un modello esteticamente molto accattivante, caratterizzato da un display antiriflesso da 24” IPS retroilluminato da LED, con form factor 16:9. La risoluzione massima è Full HD, con refresh rate massimo da 60Hz e tempo di risposta pari a 5ms: è un ottimo candidato sia per il lavoro che per il gaming, senza trascurare la multimedialità. Le connessioni disponibili sono VGA, HDMI 1.4 e DisplayPort 1.2, con compatibilità HDCP. La luminosità è un pelo al di sotto dello standard di mercato, 250cd/m², e l’angolo di visualizzazione si assesta sui 178°. Regolabile sia in altezza che in inclinazione, il supporto permette anche la rotazione di 90°. Classe energetica A+, e la bolletta energetica ringrazia.

HP 27f (LINK)

 

Il monitor HP 27f è il fratello maggiore del modello descritto in precedenza, da cui eredita la maggior parte delle caratteristiche. Differisce ovviamente per la dimensione dello schermo, un 27” IPS retroilluminato LED con form factor 16:9, tempo di risposta da 5 ms e risoluzione Full HD a 60Hz, e per i connettori, in quanto è predisposto con una porta VGA e ben 2 porte HDMI 2.0 con supporto HDCP. Migliorie anche sulla classe energetica, che in questo caso è A+.

OMEN by HP 24,5” (LINK)

Questo monitor fa parte della famiglia OMEN, creata da HP appositamente per la fascia alta del gaming. Lo schermo è un antiriflesso TN con retroilluminazione LED da 24,5” e form factor 16:9, con risoluzione massima Full HD a 144Hz e tempo di risposta di un solo ms: va da sé che il target di questo monitor è l’utente nerd che ha come attività principale il gaming. Le connessioni disponibili sono 2 porte HDMI 1.4 e un DisplayPort 1.2, ed è compatibile con la tecnologia AMD FreeSync. La luminosità è abbastanza elevata, fino a 400cd/m², mentre l’angolo di visuale si riduce rispetto ai modelli precedenti essendo di tecnologia TN. Classe energetica dichiarata A.

ENVY by HP 27s (LINK)

Questo monitor fa parte della famiglia ENVY, creata per i monitor professionali adatti per tutti gli scopi, dal lavoro alla multimedialità, senza trascurare il gaming.  Esteticamente curato, lo schermo è un antiriflesso IPS retroilluminato da LED da 27”, con risoluzione massima 4K a 60Hz e tempo di risposta da 5,4ms. Presenti connessioni HDMI 1.4, HDMI 2.0 e DisplayPort 1.2, tutte con supporto HDCP, ed è compatibile con la tecnologia AMD FreeSync. Luminosità abbastanza buona, 350cd/m², ed angolo di visuale sui 178°. Classe energetica B.

OMEN by HP 27″ (LINK)

Questo monitor è il fratello maggiore del modello OMEN descritto in precedenza, da cui differisce per la dimensione del pannello, un TN da 27” antiriflesso con tempo di risposta pari ad un secondo e ben 165Hz di refresh rate. Altra differenza è data dal supporto della tecnologia NVIDIA G-Sync, dalla risoluzione QHD+ e dalle connessioni: 1 HDMI, 1 DisplayPort 1.2 e un Hub USB 3.0 da 3 porte. Diminuisce la luminosità, 350cd/m², così come l’angolo di visualizzazione che arriva a 170° in orizzontale e 160° in verticale. Tutta questa potenza va a discapito dei consumi energetici: classe C.

OMEN X by HP 35″ Curvo (LINK)

Per chiudere la nostra guida segnaliamo anche un monitor curvo con caratteristiche particolari: display con tecnologia AMVA+ (un VA di nuova generazione) da ben 35”, con form factor da 21:9, tempo di risposta 4 ms e refresh rate da 100Hz. Supporto a NVIDIA G-Sync, tramite porte HDMI 1.4 e DisplayPort 1.2; presenti anche jack per le cuffie e Hub USB 3.0 da 3. Luminosità da 300cd/m² e classe energetica C, giustificata dalla sua forza bruta e dalle dimensioni a dir poco esagerate del pannello.

No more articles