DASHBOARD NUOVA, VECCHI GIOCHI

Dopo l’annuncio di Phil Spencer sul palco dell’E3 2015 ed una fase di testing riservata agli utenti iscritti al programma Preview, Microsoft ha infine reso disponibile, nella giornata di ieri, l’aggiornamento che porta su Xbox One la nuova dashboard, basata su Windows 10 e chiamata New Xbox Experience, nonché la tanto chiacchierata retrocompatibilità dell’attuale ammiraglia della casa di Redmond con i giochi Xbox 360.

Il primo impatto con New Xbox Experience è decisamente positivo: la nuova disposizione a scorrimento verticale appare da subito più funzionale e contribuisce a restituire immediatamente una maggiore sensazione di ordine rispetto alla sua (piuttosto caotica) precedente versione basata sulle tiles tipiche di Windows 8. L’intera dashboard è divisa in tre macro-aree: Home, Community e Store, visibili in alto, che possono essere sfogliate velocemente anche attraverso la pressione dei pulsanti dorsali.

Il cambiamento più significativo visibile sulla Home è la finestra che si apre a sinistra, dalla quale è possibile accedere velocemente al profilo, alla lista amici ed ai gruppi; visualizzare messaggi e notifiche; entrare nelle impostazioni, spegnere e riavviare la console; nonché affiancare diverse app che supportano tale funzione.

NXOE-Shot-02

new-xbox-one-experience-screenshot_1920.0.0

Dalla sezione centrale della pagina principale è invece possibile accedere al multitasking, ai giochi ed alle app, mentre sulla destra saranno visualizzati i soliti messaggi promozionali, presenti anche nella sezione Community. In quest’area sono raggruppate tutte le attività degli amici (obiettivi sbloccati, clip e screenshot) ed è possibile, a propria volta, condividere le suddette.

La sezione Store, infine, è sua volta suddivisa in sotto-sezioni che dedicate a Giochi, App, Film e TV e Musica, niente di diverso da quanto visto nelle precedenti dashboard, se non fosse per una migliore organizzazione generale delle singole pagine.

Una menzione speciale va fatta sicuramente per la sezione delle Impostazioni, riordinata attraverso un menu, anch’esso a scorrimento verticale, posizionato a sinistra dello schermo, dai cui è appunto possibile selezionare le singole impostazioni da modificare, i cui parametri vengono invece visualizzati a destra.

Da segnalare, infine, la nuova app Accessori Xbox, accedendo alla quale è possibile anche aggiornare il controller e configurarlo, attraverso la funzione che permette la mappatura completa dei tasti. Un plus che sarà di sicuro gradimento per gli smanettoni più accaniti.

new_xbox_one_experience_1

New Xbox Experience rappresenta un taglio piuttosto netto con il recente passato, per quanto riguarda Xbox One. La nuova dashboard, infatti, paragonata alla vecchia, è sinceramente di un altro pianeta. Meglio organizzata, più fluida, veloce e reattiva, basata sul nuovo sistema operativo di casa Microsoft, è quanto di meglio gli utenti Xbox One potessero augurarsi, alla luce dell’esperienza degli ultimi due anni, nel corso dei quali non hanno fatto mancare le lamentele per una dashboard che appariva decisamente obsoleta, poco funzionale ed ancor meno accattivante. A Microsoft va dunque reso il merito di aver saputo trasformare le polemiche in feedback utili ad ideare e realizzare una New Xbox Experience decisamente più in linea con i desiderata degli utenti.

Insieme alla dashboard, come detto, l’aggiornamento ha reso infine disponibile a tutti gli utenti anche la retrocompatibilità con i giochi Xbox 360.

Al momento, i titoli che supportano questa funzione sono un centinaio, in maggioranza Live Arcade, anche se non mancano giochi di grande blasone, come Gears of War, Just Cause 2 e Fallout 3; e Microsoft assicura che ne saranno aggiunti altri ogni mese.

I giochi digitali in proprio possesso inclusi nella lista dei titoli compatibili compariranno automaticamente nella già citata sezione, mentre per quelli in versione retail sarà necessario inserire il disco di gioco nella console. Seguirà il processo di download ed installazione, terminato il quali si potranno riabbracciare le vecchie glorie di Xbox 360.

backwards-compatible-games

Sul funzionamento della retrocompatibilità c’è poco da segnalare. Il gioco provato (Assassin’s Creed 2) non ha presentato problemi particolari, comportandosi essenzialmente come sulla vecchia console. Tutto come previsto, insomma, ma soprattutto come auspicato.

Tirando le somme, alla luce di quanto detto, si può affermare che Microsoft, questa volta, non abbia fatto uno dei soliti passi falsi cui aveva abituato negli ultimi due anni. Al di là della strategia alla base della “mossa- retrocompatibilità”, con questo aggiornamento, la casa di Redmond ha dimostrato quantomeno la volontà di correggere almeno una parte di quegli errori che, ad oggi, hanno probabilmente compromesso la rotta della sua console ammiraglia.

No more articles