In un’intervista rilasciata a Entertainment Weekly uno degli sceneggiatori di Rogue One: A Star Wars Story Gary Whitta, ha parlato del finale alternativo del film.

Tutto il team di sceneggiatori, infatti, erano d’accordo sul finale che avrebbe dovuto avere il film, ovvero quello che abbiamo visto tutti al cinema. Tuttavia, la paura che questa idea potesse essere rigettata da Disney e Lucasfilm, tant’è che anche il materiale promozionale del film presentava delle scene che non sono poi arrivate nella versione finale. Nonostante le preoccupazioni, però, il team ha deciso di andare avanti per la sua strada ottenendo comunque il via libera dalla casa madre.

Nel dubbio, però, un finale alternativo c’era, decisamente più positivo di quello definitivo: Jyn e Cassian riescono a procurarsi i dati di costruzione della Morte Nera, riuscendo a fuggire per il rotto della cuffia grazie ad una navetta ribelle che li portava in salvo da Scariff, distrutto dalla letale arma Sith.

Darth Vader riesce comunque a raggiungere la navetta distruggendola, per poi dirigersi verso lo shuttle della Principessa Leia, tuttavia i due eroi sarebbero comunque riusciti a scamparla con dei gusci di salvataggio, per poi rifugiarsi ad Alderaan e consegnare i famosi piani di costruzione.

(Fonte: Entertainment Weekly)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui