Silent Hill: Lasciati ispirare! Prenota ora!

Il ricordo dell’estate ti turba? Il pensiero di tornare alla routine ti causa dissenteria? Sei già stanco di andare a letto presto per sentir suonare la sveglia il giorno dopo? Ci pensiamo noi a tirarti su il morale! Stay Nerd (per il sociale e la cultura) inaugura infatti oggi una nuova rubrica a tema “viaggi e avventura” che ti farà sognare di quelle esotiche e ambite mete turistiche che, per forza di cosa, ora non puoi raggiungere ma che domani, o un giorno chissà… poi vediamo… forse sì. Con “Stay Nerd Club Mad” la nostra redazione ti porterà a scoprire quei luoghi, spesso dimenticati, perfetti per organizzare la tua prossima vacanza, o anche solo per una scampagnata domenicale. Quei posti memorabili, perfetti per un viaggio in famiglia o con gli amici all’insegna di uno “spensierato” divertimento. Sei pronto per partire? La nostra prima tappa è un luogo “di culto”, una meta ridente e  ricca di divertimenti eleganti per tutta la famiglia… occhio solo alla nebbia! Perché pare proprio che abbondi a… Silent Hill.

“Tutto sommato mi sono divertita”
Heather Mason ha assegnato 5 stelle su TrapAdvisor

La storia

Silent Hill

Situata nella contea del Maine, già celeberrima per lo sguinzagliamento di gran parte dei più celebri orrori “kinghiani”, Silent Hill è una località ridente ma poco soleggiata, edificata sulle sponde del meraviglioso Lago Toluca. Fondata nel 1500 su suolo sacro da una tribù indiana, ed in seguito maledetta proprio da una delle simpatiche autoctone per un evidente carenza dell’ormone femminile, fu solo nel tardo 1600 che, in seguito alla colonizzazione, la città venne rifondata diventando fulcro di un certo fervore religioso le cui principali attività di svago includevano la tipica battuta mensile di “caccia alla strega”, il barbecue di eretici e la mai troppo apprezzata esposizione annuale di articoli da tortura. Dopo 200 anni di attività sanguinolente ed un alto tasso di maledizioni e mutilazioni varie, il business della città vede un generale impoverimento dovuto alla non trascurabile fine dei moti dell’Inquisizione sicché Silent Hill viene, nel 1800, trasformata in una florida colonia penale che, sotto il nome di “Prigione di Toluca”, ospita un buon numero di reietti e galeotti, nonché una locale e pratica missione per gli ammalati, gli appestati, e i disgraziati in generale. Le attività penitenziarie terminano bruscamente dopo poco meno di cinquant’anni, lasciando però ai cittadini di Silent Hill non un pugno di mosche, ma di polvere. Nei pressi della città viene infatti scoperto un ricco giacimento di carbone, la cui estrazione da da vivere… e morire a molte delle anime residenti in città. Il carbone, divenuto attività fondamentale per la città grazie soprattutto alla fondazione della Gillespie Coal & Iron Company, una compagnia che in pochi anni si dimostra tra i principali estrattori ed esportatori di carbone fossile del paese questo, almeno, fino ad una brusca battuta d’arresto dovuta all’incedere della Guerra Civile Americana.

“Non ho ancora capito se quella era neve”
Harry Mason ha assegnato 4 stelle su TrivaGoToHell

Silent Hill City

Nel 1961 le attività estrattive vengono dunque accantonate, e la forza lavoro si trasferisce sul campo di battaglia mentre viene rimesso in piedi il vecchio centro di detenzione sicché la prigione, ora nominata ufficialmente “campo di detenzione statale” comincia ad accogliere prigionieri di guerra riportando a Silent Hill i suoi più apprezzabili inquilini: assassini e galeotti. Conclusasi la guerra, il penitenziario viene definitivamente chiuso e dalla sua struttura (o meglio dai suoi resti) viene ricavato quello che è l’attuale “Silent Hill Hystorical Society”, un centro culturale e museale fondato per ricostruire e preservare la ricchissima storia della città. La costruzione del centro è privata, ed è fortemente voluta e finanziata da L’Ordine, un gruppo religioso locale dedito all’amore, all’altruismo e, in generale, al “reintegramento dei peccatori” nella società. Nonostante la fine della guerra, l’attività mineraria restò in stallo a causa di motivazioni non meglio note, anche se taluni dicono per un gravoso ed inarrestabile incendio che ancora brucerebbe nel sottosuolo… ma sono solo racconti. La verità è che in pochi anni dall’inizio del ‘900 Silent Hill, grazie al contributo non sottostimabile dell’Ordine, ha intessuto una fitta rete commerciale che ha portato la cittadina a diventare un’ambitissima meta turistica, grazie soprattutto al meraviglioso Lago Toluca su cui diversi battelli offrono esperienze turistiche divertenti ed appassionanti, come la celebre ricostruzione dell’affondamento del Titanic ad opera del Little Baroness… di cui tuttavia sono momentaneamente sospese repliche causa dispersi in acqua.

Luoghi “di culto”

Silent Hill Historycal

Visitando Silent Hill non puoi perdere l’occasione di portare la tua famiglia in alcuni dei luoghi che hanno fatto la storia di questa città. Divisa in tre distretti fondamentali, PalevilleSouth Vale ed South-eastern district. La Città di Silent Hill saprà “catturare” i suoi ospiti con una fitta e dedalica rete di attrazione e luoghi da visitare, tali che ti sembrerà di non essere più capace di uscire dalla città, ma tranquillo! Si sa che il tempo vola via quando ci si diverte e prima o poi ne uscirai… cioè qualcuno ce l’ha fatta. I luoghi da visitare sono innumerevoli e la leggera nebbia che ammanta spesso la città potrebbe non facilitare il tuo tour, ma non perderti d’animo e tieni a portata di mano questo prontuario con alcuni dei migliori luoghi da visitare anche se devi tenere presente che non tutti sono sempre disponibili e che alcuni di essi hanno la “singolare” caratteristica di spostarsi:

Balkan Church

Moviechurch

Situata nel cuore della città vecchia, ad angolo di Bloch St e Bachman Rd, la Balkan Church è una chiesa cristiana dall’architettura sobria e semplice. Costa effettivamente di un’unica camera: una navata con panche a schiera ed un altare su cui svetta un crocifisso di pregevole fattura ma di datazione ignota. Visitate la chiesa e sarete accolti dalla gentile ed affabile perpetua, la signora Dahlia Gillespie, sempre a disposizione dell’ospite e ben disposta a raccontare storie e retroscena sulla fondazione della città (e sul suo culto). La chiesa è anche un’ottima occasione per ammirare un reperto archeologico unico e misterioso che gli abitanti chiamano Flauros la cui costruzione pare si perda addirittura in un antico poema cinese della dinastia Han.

Lakeside Amusement Park

Silent Hill Lakeside Amusement Park

Situato nella resort area di Paleville, il Lakeside Amusement Park è la meta preferita dai turisti ma, soprattutto, dai numerosi bambini (vivi e non) che lo frequentano ogni anno in cerca di emozioni forti, divertimento e così tanto merchandising da farvi letteralmente perdere la testa! Seguite la mascotte, Robbie the Rabbit, su alcune delle più emozionanti attrazioni della costa est come la terrificante Borley Huanted Mansion, il divertente l’Happy Carousel o l’esperienza da capogiro su rotaie della Montain Coaster! Il Lakeside Amusement Park offre al pubblico, con un solo biglietto, oltre 20 diverse attrazioni per tutta la famiglia… sempre che non si muovano, cambino posizione o chissà che altro ma… ehi! Attrazioni che si spostano, meccanismi ferruginosi e pupazzi rosa di conigli che ti indicano in modo inquietante? Diamine il Lakeside Amusement Park è l’attrazione che sogni da una vita!

Silent Hill Hystorical Society

maxresdefault

Se avete voglia di un giro nei boschi allora non potete non fare un salto alla Silent Hill Hystorical Society, una struttura museale dalla fondamentale importanza storica situata nella Northwest South Vale, e gestita con passione dal benemerito cittadino Frank Anderson. Costruita probabilmente sui resti della vecchia prigione ottocentesca (probabilmente come monito storico per volere dell’Ordine). Il Silent Hill Hystorical Society è un vero e proprio monumento storico su fondamenta, ospite di una collezione di reperti storici, cimeli e memorabilia vari. L’edificio, visto da fuori, è apparentemente piccolo ma una volta dentro scoprirete che c’è molto di più e chissà, potreste magari beccare uno dei celebri “buchi” di Silent Hill, un innovativo sistema di trasporto che vi porterà in un battibaleno… da qualche altra parte… forse… non è detto. In ogni caso, prima che sparisca, vi conviene dare un’occhiata al bellissimo dipinto “Misty days remains of the Judgement”, un quadro olio su tela di autore ignoto probabilmente ritraente un macellaio intento nel suo quotidiano lavoro di bottega.

Toluca Lake

Toluca Lake

Incorniciato dalla foresta circostante, il Lago Toluca è un luogo imprescindibile per qualunque turista di Silent Hill. La vastità del lago è tale da poter essere tranquillamente incluso tra i maggiori laghi americani e di certo come il più grande della costa est. Sebbene sia impossibile misurarlo con esattezza per motivi ancora ignoti, è stimato che il Lago Toluca sia grande circa il doppio dell’intero suolo calpestabile di Silent Hill. Il Toluca Lake ha purtroppo una pessima nomea, a causa dei numerosi incidenti che nei secoli si sono susseguiti costando la vita a molte navi con annessi equipaggi. Il lago, tuttavia, continua ad essere uno snodo fondamentale per l’economia locale, grazie ad alcune attività come i giri in battello e la nuova attrattiva dell’anno: la pesca del cadavere poiché proprio di cadaveri le acque abbondando. Infine, proprio il lago, ed il terreno circostante, furono il cuore del terreno sacro della popolazione indigenza che qui abitava nel periodo pre-coloniale anche se buona parte dei reperti annessi al tempo è ora esposta nel già citato Silent Hill Hystorical Society. Gran parte delle attrazioni di Silent Hill si sviluppano proprio attorno al lago e vista la sua grandezza è meglio programmare per bene la propria scampagnata o rischierete un viaggio lungo e… senza ritorno. Un ottimo punto di inizio può essere il Lakeview Hotel, un ottimo luogo in cui albergare se non gradite il tran tran cittadino ed in cui si trovano anche alcuni dipinti e riferimenti al locale culto dell’Ordine, nonché alla meno nota ma comunque affascinante “Setta di Valtiel”.

“La mia stanza era un buco”
Henry Towsend ha assegnato 3 stelle su Traveller’s Holes

Personalità eminenti

Pyramid Head

Silent Hill è insomma ricca di luoghi di visitare e cose da fare, specialmente se sentite il bisogno di togliervi di dosso qualche “peso” o se avete voglia di veder ripulito il vostro armadio da alcuni scheletri ingombranti, siamo certi che questa gioiosa cittadina del New England saprà far breccia nel vostro cuore… e nelle vostre budella, aiutandovi a trovare quel giusto mix tra relax ed avventura che è da sempre la matrice di una buona vacanza. La città è inoltre ricca di personalità eminenti e se beccate la giusta combinazione di eventi astrali, riti pagani e coscienze sporche potreste imbattervi in alcune delle eminenti personalità della città tra i quali il Dottor Troy Abernathy, il beneamato concittadino (e membro dell’Ordine) Leonard Wolf, la simpatica ed affabile signora Gillespie (e magari sua figlia… forse), nonché il beneamato sindaco ad honorem il Dott. Gran. Figl. Di Putt. Pyramid Head che sarà ben lieto di introdurvi ad alcune delle più tipiche attività silenthilliane come la corsa nel vicolo buio, lo sgozzamento dell’impura, l’impalamento del malcapitato e tutte le altre meravigliose discipline cui sono dediti i bravi abitanti di Silent Hill da fare rigorosamente con camice, guanti in lattice e spirito di costernazione.

“Galeotta fu per me questa città…”
Murphy Pendleton ha assegnato 5 stelle su Wandedie

In conclusione. Se siete alla ricerca di un luogo affascinante e ricco di storia, allora non potete mancare l’appuntamento con Silent Hill, ridente città americana nonché vero e proprio “luogo di culto” per ogni bramoso amante dell’avventura e del divertimento spensierato. A Silent Hill non solo troverete un altissimo numero di attività impegnative e divertenti, ma anche un luogo sicuro e confortevole capace, tuttavia, di regalarvi emozioni intense ed appaganti. Alta o bassa stagione? A Silent Hill non è importante! Questa cittadina del Maine trova sempre il posto giusto alle animelle che decidono di varcarne la soglia… anche senza prenotazione nel caso vi trovaste in zona semplicemente dopo uno schianto automobilistico (si sa che il New England investe troppo poco sulla sicurezza e la manutenzione stradale). Un po’ di utili consigli vi aiuteranno comunque a compiere il vostro viaggio nel modo giusto:

Portatevi una torcia;
Non date troppa confidenza agli sconosciuti;
Non accarezzate cani, specialmente i randagi senza pelle;
Se vi lanciate in un buco almeno prima salvate la partita;
La città abbonda di chiavi abbandonate nei vicoli bui: raccoglietele;
Portatevi un abbigliamento comodo;
Non abbuffatevi prima di scappare…
… si potreste dover scappare;
Non dimenticate di lasciare la mancia al “valletto” (di Dio);
Evitate di portare con voi vostra figlia;
Non visitate la città se siete freschi di lutto;
Per il resto godetevi il soggiorno ed il riposo! Che sarà pure eterno ma non per questo meno rilassante!

No more articles