Un uomo residente nell’Indiana è stato arrestato per aver rubato e rivenduto alcune copie di Call of Duty WWII.

La storia assume alcuni tratti paradossali alla luce delle modalità con cui si è giunti al fermo dell’indagato. L’uomo avrebbe sottratto le copie da un magazzino di proprietà di Sony. Difficile capire come sia stato possibile per lui penetrare nella struttura,  considerato che le telecamere di sorveglianza non hanno mostrano nessuna intrusione. Non è ancora chiaro come il ladro sia riuscido a eludere o manipolare le registrazioni.

Il crimine, poteva essere quasi perfetto, in assenza di prove. Per sua sfortuna, il ladro si è tradito vendendo le copie di gioco su ebay. Rintracciato dopo le prime transizioni, è stato arrestato e condannato per furto aggravato e violazione della proprietà intelletuale. La pena detentiva potrebbe essere pari a otto anni di carcere.

(fonte: Kotaku.com)
No more articles