Quanto morirai in una scala da uno a dieci?

In vista dell’uscita dell’attesissima settima stagione di Game of Thrones, ci è balenata in mente un’idea macabra e divertente al tempo stesso. Parlando del Trono di Spade non si possono di certo non citare tutte quelle orribili morti che si sono susseguite dalla prima stagione in poi. Effettivamente, il punto di forza dell’opera nata dalla mente di George R. R. Martin è proprio questo: lasciare lettori e telespettatori con un grande punto interrogativo in testa, innestandogli la terribile consapevolezza che nessun personaggio sia al sicuro!

Le tipologie di morte in Game of Thrones sono tra le più disparate; alcune drammatiche e toccanti, altre dubbie e al limite del ridicolo, come vi abbiamo elencato in questo articolo. Il primato delle dipartite più sciocche lo detiene il caro Oberyn Martell, sia perché se l’era sentita un po’ troppo spavalda e sia perché, lo avrete pensato anche voi, poteva infilarsi in testa un maledetto elmetto.

Oggi siamo qui per elencarvi i personaggi più in auge di Game of Thrones, che rischiano però di fare una brutta fine, dato che già sono scampati alla morte un paio di volte, e che probabilmente non la passeranno liscia ancora per molto.

Sandor Clegane: Il Mastino

Il caro Mastino fa la sua entrata in scena nel pilot della prima stagione di GOT, e già da piccolo aveva rischiato la vita diverse volte a causa del fratellone tutt’altro che fraterno, anche detto La Montagna. Non è un segreto infatti che Gregor Clegane gli ficcò la faccia nel fuoco quando aveva soltanto sette anni. E già partiamo male.

Il Mastino uccise il primo uomo a 12 anni e, notando quanto il fratello fosse cruento (si vocifera che abbia addirittura ucciso il loro stesso padre), Sandor decise di squagliarsela da casa Clegane e di mettersi al servizio dei Lannister, diventando la guardia del corpo del principe Joffrey (e abbiamo detto tutto).

Nonostante i diversi scontri affrontati, egli ne esce sempre vincitore, o perlomeno ne esce sempre vivo, fino a che non si imbatte in una guerriera piuttosto particolare: Brienne di Tarth, con cui si scontra a lungo e duramente.
Peccato che in Game of Thrones, finché non si vede il personaggio esalare l’ultimo respiro (e neanche lì si può essere sicuri), nulla è detto.

Avevamo infatti lasciato Sandor Clegane morente, dopo essere stato abbandonato da Arya, ad affrontare il proprio cammino verso la luce (o l’oscurità). Invece, nell’ultima stagione, grande colpo di scena: il Mastino è ancora vivo. Ha fatto un po’ la fine del contadino, ma insomma, sembrava felice, fino a che un branco di razziatori non lo ha costretto a rivelare nuovamente la sua vera natura.
Zappare la terra non fa per lui.

In tutto ciò, dopo essere sopravvissuto alle ferite riportate nello scontro con Brienne, il Mastino è stato fin troppo fortunato per avere una vita tranquilla in futuro, anzi, potrebbe anche essere il prossimo a perire.

Grado di sfiga: 9

Probabilità di morire: 8

Gregor Clegane: La Montagna

Ah no, aspetta… ma non era morto? Nei libri è morto? E cos’è quella cosa che cammina?

Presto chiamate Rick Grimes!

No, no!

Ci vorrebbe il Dottor Frankestein!

Bene, andiamo! Lupo ululì, castello ululà!

Grado di sfiga: 3

Probabilità di morire: è già morto.

Tyrion Lannister

Il Folletto è di certo uno dei personaggi più amati di Game of Thrones, ma non possiamo fare a meno di notare quante volte egli abbia rischiato la propria vita, molto spesso accusato di crimini che non aveva commesso.
Tyrion è un personaggio scomodo per tantissime fazioni, e lo è sempre stato, disprezzato dal padre e da Cersei trova conforto, e neanche sempre, nell’unico della famiglia che lo rispetti: Jaime.

Essendo però un eterno sfigato, Tyrion si ritrova sempre in mezzo a sciagure e sempre accusato di crimini di cui non ha colpe, come nella prima stagione, quando Caitlyn lo fa prigioniero e lo porta a Nido dell’Aquila per farlo giustiziare, ma dopo un processo per combattimento egli riesce a scamparla. O come durante la battaglia di Approdo del Re, dove Ser Mandon Moore cerca di ucciderlo procurandogli ferite molto gravi e sfigurandogli il volto (mai fidarsi di Cersei), e anche qui per fortuna il nostro Folletto viene salvato dall’eroico Podrick.

Facendo un salto nel tempo arriviamo ad un nuovo processo per combattimento: il Folletto è questa volta accusato di essere il responsabile della morte di Re Joffrey e si richiede nuovamente la procedura. Ma il suo campione è Oberyn e sappiamo tutti che fine abbia fatto. Insomma tra una cosa e l’altra viene effettivamente condannato a morte ma, da uomo di intelletto quale è, riesce a darsela a gambe.

Adesso, sotto l’ala protettiva di Daenerys (ci è voluto un po’ per convincerla), il Folletto sembra essere al sicuro. Eppure in Game of Thrones nulla è detto. Mai.

Grado di sfiga: 8,5

Probabilità di morire: 6

Jorah Mormont

Che dire, il personaggio più Friendzonato della storia di Game of Thrones, quello che si è perdutamente innamorato di una ragazzina con tre draghi e un po’ hippie, aveva una vita relativamente agiata. Fino a che non le fa uno sfregio e lei la prende malissimo, tanto da esiliarlo. Di nuovo.

Ma tra una cosa e l’altra, e anche perché non era vaccinato, Jorah si becca un bel morbo grigio e sembra essere condannato ad una vita di sofferenze alle quali sopraggiungerà la morte.
Una delle domande più frequenti che i fan si sono posti è proprio se Jorah riuscirà o no a guarire da una malattia che sembrerebbe in realtà non avere una vera e propria cura.

A lungo andare il morbo grigio si farà strada nel corpo di Jorah fino a portarlo al decesso. Ancora non sono chiare le tempistiche della malattia; potrebbe fare effettivamente la fine degli Uomini di Pietra oppure trovare una cura. È anche vero che la saga è stata in grado di stupirci, facendo sopravvivere persone oramai condannate a morte, quindi non ce la sentiamo di dare Jorah per defunto, ma resta comunque parecchio a rischio.

Grado di sfiga: 9

Probabilità di morire: 8

Theon Greyjoy

Che dire, Theon è stato uno dei personaggi più sfigati di Game of Thrones, e nonostante nei libri in realtà ritorni molto dopo, nella serie TV viene mostrato fin da subito il suo destino orribile. Passa dall’essere il protetto degli Stark all’oggetto delle sadico torture di Ramsey Bolton, e ciò che subisce è veramente deprecabile, al limite del nauseante per ogni spettatore o lettore. Tra dita di piedi e mani mozzate, denti staccati e castrazione Theon è vittima anche di terribili torture psicologiche che lo portano ad annullarsi completamente per assumere l’identità di Reek. Soltanto quando finalmente riesce a scappare dalla dimora dei Bolton, lentamente, molto lentamente, torna a rendersi conto di essere il fratello di Yara e che la vuole come regina delle Isole di Ferro. Ma questo è irrilevante, perché tanto lui e la sorella sono costretti a scappare a causa dello zio. Che culo. Almeno hanno le navi.

In tutto ciò i due sembrano essere relativamente al sicuro, con Ramsey che ormai è morto e sepolto (e meno male), ma Theon non avrà comunque vita facile, come se non avesse già sofferto abbastanza.

Grado di sfiga: OVER 9000!

Probabilità di morire: 7

Jaime Lannister

Anche lo Sterminatore di Re non ha avuto dei trascorsi agevoli: tra assassinare sovrani alle spalle, farsi la sorella e perdere una mano, non è semplice andare avanti. Prendendo in considerazione poi il fatto che gli sono morti tutti i figli, non è nemmeno particolarmente felice. Senza contare il grado di infamia che Cersei ha nel frattempo raggiunto.

Insomma, Jaime non è in pericolo di vita, lo è stato per molto tempo, ma adesso sembra essere al sicuro. Tuttavia lo sarà, probabilmente, ancora per poco.

Grado di sfiga: 7

Probabilità di morire: 6

Cersei Lannister

Più che essere stata sfigata, Cersei se le è andate un po’ a cercare tutte le sue disgrazie, e oramai vive soltanto di frustrazione e sete di vendetta. Insomma, una madre che sopravvive a tutti i suoi figli non può sperare di vivere d’altro, anche se è lei la causa di tutte le sue sventure. Forse uccidendo se stessa riuscirebbe a trovare la pace definitiva.

Ma la battaglia finale si sta avvicinando, e Cersei adora l’Alto Fuoco: che cosa inventerà? Ricordiamo che Daenerys non può bruciare!

Grado di sfiga: se la procura da sola

Probabilità di morire: speriamo in un 9

Sansa Stark

totomorto game of thrones

Sansa è invece uno di quei personaggi che la sfortuna se la ritrova sempre davanti, pur non volendo. Prendiamo anche in considerazione che la sfiga risiede direttamente nel sangue degli Stark, e forse è proprio per questo che Jon Snow non è morto; fosse stato un vero Stark avrebbe probabilmente tirato le cuoia nella prima stagione.

Ma nonostante tutte le sue disavventure Sansa è ancora in piedi, più forte che mai, ormai donna, anche grazie e per colpa di Ramsey Bolton, ma è più decisa di prima. Vuole trovare la pace, vuole vendetta.

Considerando però che si tratta pur sempre di una Stark, non sappiamo quanto le possa andare bene.

Grado di sfiga: 9

Probabilità di morire: 5

Arya Stark

totomorto game of thrones

Stesso discorso di prima, la piccola Arya ha dovuto passare periodi decisamente difficili, ma è sempre stata un personaggio dal carattere molto forte, estremamente simile alla madre, e il suo unico desiderio è quello di uccidere tutte le persone che le hanno rovinato la vita.

Dopo aver imparato ad essere una perfetta assassina, decide quindi di tornare indietro, tuttavia il suo destino è ancora incerto. Incontrerà nuovamente il Mastino? E questa volta lo ucciderà? Cosa accadrà nella battaglia finale?

Considerando – come dicevamo per la sorella – che è una Stark, la sfiga potrebbe ben presto tornare a perseguitarla.

Grado di sfiga: 8

Probabilità di morire: 6

ARTICOLI SCELTI PER TE

No more articles