Alice’s Adventures in Wonderland, Lewis Carroll con illustrazioni di Salvador Dalì, Princeton University Press

Ristampata per la prima volta in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’opera, nel 2015, e tornata disponibile da poche settimane, questa edizione della storia di Alice non può mancare nella libreria di appassionati e amanti dell’arte. Pubblicato per la prima volta nel 1969 con una tiratura di tremila copie, il testo di Lewis Carroll viene qua impreziosito dalle visionarie illustrazioni del maestro Salvador Dalì, che sostituisce le iconiche scene tratteggiate da John Tenniel con una personalissima reinterpretazione del Paese delle Meraviglie.

Buona Apocalisse a tutti!, Neil Gaiman e Terry Pratchett, Mondadori

Per far passare più velocemente il tempo, in attesa della prima puntata della serie TV Amazon ispirata a questo romanzo, non c’è niente di meglio una rilettura (o una prima lettura) delle strambe avventure dell’angelico Aziraphale e il demoniaco Crowley alla ricerca dell’Anticristo (un ragazzino tutto sommato molto simpatico). Scritto nel 1990 da due colossi della letteratura contemporanea come il compianto Terry Pratchett e l’ancora vivissimo Neil Gaiman, Good Omens, questo il titolo originale, è un racconto esilarante e sconclusionato che piacerà molto ai fan di Douglas Adams e, in generale, a chiunque soffra di una forma di adorazione per l’umorismo british.

Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, Philip K. Dick, Fanucci

Prima di Villeneuve e Ridley Scott, quando Harrison Ford era un giovinetto e Ryan Gosling non era neanche nato, nel 1968, faceva la sua comparsa sul mercato uno dei romanzi più conosciuti di Phlip K. Dick. Riprendendo i temi tipici dello scrittore, dalla questione della realtà all’uso di droghe, veniamo catapultati nella San Francisco del futuro, anno 1992, in compagnia di Rick Deckar, cacciatore di taglie e scontento proprietario di una pecora robotica. Se anche voi ne avete viste, di cose, ma questo libro manca nel vostro bagaglio culturale, è il momento di dargli un’opportunità.

I Goonies, James Kahn, Salani

Novellizzazione del soggetto di Spielberg, i Goonies tornano in libreria dopo più di trent’anni grazie a Salani che ristampa il romanzo tratto dal film cult del 1985. Nonostante il target “dai nove anni in su”, sappiamo benissimo che ci sono un sacco di quasi-adulti nostalgici che non si faranno scappare l’occasione di tornare bambini tra i ragazzi dei Goon Docks.

#Like4Like, Marco Rincione e Prenzy, Shockdom

Fatevi un giro nella black-mirroriana (e parallelamente concepita) graphic novel di Marco Rincione, lo sceneggiatore del duo artistico gemellare, e Francesco Prenzy Chiappara, disegnatore dal tratto spigoloso quanto mai congruo nel raffigurare una versione distorta del mondo che è, ahinoi, umana, troppo umana. #Like4Like ipotizza che, per l’appunto, i like diventino un giorno moneta di scambio per il genere umano, e che anzi da loro dipenda la durata della vita di ognuno. Più like prendi, più vivi, di conseguenza: cosa sei disposto a fare per piacere a tutti? Da leggere, riflettere, rileggere e pensare. Ripetere secondo coscienza.

L’Ultima caccia di Kraven, J.M. DeMatteis e Mike Zeck, Panini Comics

Sono mesi che Panini Comics ci ripropone collection di Spider-Man, così come ha fatto per Daredevil, sin dall’uscita a luglio di Homecoming, re-cine-comic-boot dedicato all’arrampicamuri cinematografico più giovane mai visto. Eppure è fuori da quella collana che arriva, finalmente, la gemma più brillante. L’ultima caccia di Kraven è un’avventura oscura, inusuale, inaspettata e imprevedibile, che vede il cacciatore per eccellenza di casa Marvel spingersi molto più in là di quanto abbiano fatto molti villain di Spidey. Peter Parker sepolto vivo, Kraven nei panni di Spider-Man… Non possiamo dirvi altro, sarebbe un crimine.

Le ragazze nello studio di Munari, Alessandro Baronciani, Bao Publishing

Bao Publishing ci ripropone, dopo sette anni dalla pubblicazione originaria, un’edizione riveduta e corretta dallo stesso autore de Le ragazze nello studio di Munari, racconto variopinto di un ragazzo ossessionato dall’ingegno e dalla seduzione. Le sue avventure, così come le diverse e ambiziose tecniche meta-narrative e meta-fumettistiche (all’interno troverete diversi materiali, biglietti o altri espedienti ad alterare la fruizione della “sola” carta) compongono un cocktail gustoso di una Milano di sorrisi e nudi. Ritorna un’opera imperdibile di Alessandro Baronciani e colpisce con la forza di una nuova prima volta.

Macumba, Mattia Iacono, Tunué

Torna Mattia Iacono con Macumba, dopo la sua graphic novel d’esordio, Demone Dentro. L’autore, che già alla sua opera prima dimostrava di avere una grande voce, un grande occhio e tutto lo stile necessario per trasfigurarli in una grande storia, ci racconta questa volta di superstizioni, paure e paranoie che investono, in maniera del tutto anormale, un uomo del tutto normale. Se anche tutto questo non fosse abbastanza, beh, avete visto come disegna e colora Mattia?

Mezza fetta di limone, Mattia Labadessa, Shockdom

Mezza fetta di limone è arrivato, il primo autentico romanzo grafico di Labadessa, che non rinuncia al suo stile, al suo giallo predominante, al suo uomo-uccello, ma alza la posta e comincia a raccontare una storia dal respiro ampio, forse più ampio di un solo volume. Mezza fetta di limone estende la nostra prospettiva sul mondo dell’autore, interiore ed esteriore, con personaggi come Wilson, il coniglio, o Franco, il tucano. Insomma, Mezza fetta di limone potrebbe essere tante cose, qualcosa di divertente, di profondo, di importante. Quel che è sicuramente? Una lettura consigliata.

Corto Maltese – Equatoria, Juan Diaz Canales e Ruben Pellejero, Rizzoli Lizard

Per Corto Maltese è di nuovo il momento di appassionarvi con uno dei suoi viaggi alla ricerca di verità e tesori. Il personaggio era già ritornato sulle pagine dei quotidiani, come i vecchi “fumetti di una volta”, e proprio con Equatoria, per mano di Diaz Canales e Pellejero, già provatisi più che in grado di portare avanti il suo buon nome di marinaio e avventuriero. E ora, quella stessa storia, torna in volume con Rizzoli Lizard. Certo, forse noterete i piccoli stacchi ogni paio di pagine, dovuti all’originale pubblicazione episodica, ma cosa importa? Anzi, avrete la piacevole intenzione di fare binge-watching.

A cura di Andrea Giovalè e Angela Bernardoni

No more articles