87Eleven è la società di stunt e action design fondata da Chad Stahelski e David Leitch, ormai un’istituzione nel campo dell’entertainment

Nel cinema action, fatto di adrenalinici corpo a corpo, inseguimenti e acrobazie al limite del verosimile, è sempre più importante una preparazione adeguata, anche perché a differenza degli anni ’80 o ’90, quando iniziò a entrare seriamente nel vivo il cinema d’azione e piccoli errori o uno scarso realismo erano tollerati, adesso l’occhio clinico dello spettatore è sempre più attento e soprattutto sempre più esigente, visto che oltretutto la grande mole di film di questo tipo, distribuiti ogni giorno sulle varie piattaforme di streaming (e loro vero core business, insieme ai teen drama), ci ha ormai abituato ad un lavoro discreto anche in produzioni in cui un tempo avremmo assistito a un vero e proprio scempio.

Così quando ci confrontiamo con un film o una serie TV in grado di innalzarsi dal pur buon livello generale, siamo subito in grado di percepirlo, e ormai in diverse occasioni siamo persino in grado di riconoscere chi può esserci dietro.

87eleven

Nel 2017, dopo aver assistito alla proiezione di Atomica Bionda, molti di noi strabuzzarono gli occhi per via dell’egregio lavoro svolto da Charlize Theron in termini di preparazione fisica e di coordinamento con il capo degli stunt. L’attrice sudafricana si è allenata apprendendo diverse tecniche di arti marziali, avvalendosi del supporto di ben otto personal trainer che hanno pianificato i suoi ritmi lavorativi e l’hanno aiutata nelle scene, ma anche del contributo del collega Keanu Reeves, che ai tempi si stava preparando a John Wick 2.
Ma cosa hanno in comune Charlize Theron e Keanu Reeves?
Chi mastica cinema lo sa: la produzione alle spalle dei due film appena citati, ovvero la 87eleven.

87Eleven, oltre ad essere una casa di produzione cinematografica, è infatti anche la società di stunt e action design fondata proprio da Chad Stahelski e David Leitch – rispettivamente registi di John Wick 2 e Atomica Bionda – e da anni ormai curano in modo certosino questi aspetti nei loro film o in quelli per cui sono richiesti i servigi della loro società.

I grandi film d’azione richiedono veri stunt d’azione”, campeggia nel sito dell’87eleven, sottolineando il loro massimo impegno nel fornire ai clienti attrezzature, strutture e una formazione eccellente, permettendo ai registi di realizzare le loro visioni creative e dar vita sullo schermo a stunt d’azione in modi eccezionali.

Chi sono gli uomini dietro 87eleven

Chad Stahelski è il fondatore e co-proprietario di 87eleven. Oltre al cinema e all’entertainment Stahelski è maestro anche in uno degli aspetti chiave della sua società, ovvero le arti marziali, essendo stato istruttore presso l’Accademia di Inosanto in California, fino al suo passaggio al cinema nel 1991. Il suo primo ruolo come attore fu in Mission of Justice nel ’92, ma già dall’anno precedente aveva preso parte al film Point Break, e da lì la sua carriera come stuntman è stata tutta in discesa. Ha fatto da controfigura a Brandon Lee nelle riprese di The Crow e al personaggio di Keanu Reeves, Neo, in The Matrix nel ’99, ma le sue ambizioni non si fermavano certo lì e così in quegli anni ha fondato 87eleven insieme al collega David Leitch, con l’obiettivo di portare l’arte dello stunt e l’action design a nuovi livelli.

A metà degli anni 2000, Stahelski fa un ulteriore salto in avanti, diventando coordinatore degli stunt, figurando in questo ruolo in film come V for Vendetta, The Hunger Games, Sherlock Holmes – Gioco di ombre, per poi salire un altro scalino ancora aggiungendo la regia al suo repertorio, come direttore della seconda unità in The Hunger Games: La ragazza di fuoco e Captain America: Civil War, ma soprattutto distinguendosi nella regia nel franchise di John Wick.
Alle sue spalle però, anche in John Wick, c’è sempre il fido David Leitch.

87eleven

Leitch è co-proprietario di 87eleven, ma la sua carriera nell’entertainment nasce come stuntman nel piccolo schermo in Sherman Oaks nel1995. Da qui passò ai lungometraggi con Orgazmo (1997) e BASEketball (1998), ma poco dopo – nel 1999 – ottenne l’importante ruolo di controfigura del personaggio di Brad Pitt, Tyler Durden, in Fight Club, seguendo poi l’attore come faceva il suo Cliff Booth con Rick Dalton, anche in Spy Game, Ocean’s Eleven e Troy. Una carriera di controfigura e stuntman in piena ascesa, alla quale nel frattempo abbinava il lavoro nella 87eleven al fianco di Chad Stahelski, ma anche – come il collega – nei panni di coordinatore degli stunt in Tron: Legacy e Jupiter – Il destino dell’universo fino a diventare anch’egli direttore di seconda unità in The Wolverine, Jurassic World e Teenage Mutant Ninja Turtles: Out of the Shadows.

Nel 2014 è co-regista dell’amico Stahelski in John Wick, ma secondo voci non confermate il suo è più di un aiuto, e non è un caso che proprio il minore apporto di Leitch nei successivi due li renda film assai meno riusciti del primo.

Se non conferme quantomeno indizi si potrebbero trovare nei lavori da regista di Leicht, come il sovracitato e fantastico Atomica Bionda del 2017 o ancora in Deadpool 2, in Fast & Furious – Hobbs & Shaw o il recente Io sono Nessuno con Bob Oderkink, mentre attendiamo di vedere su Netflix Kate di Cedric Nicolas-Troyan con Mary Elizabeth Winstead, che sembra promettere decisamente bene da questo punto di vista.

Quel che sappiamo, insomma, è che il lavoro di 87eleven nel cinema d’azione è sempre più dominante e per gli amanti del genere assistere ad un film con alle spalle la troupe di Leitch e Stahelski è sinonimo di garanzia. Perché per 87eleven menare, volare, fare inseguimenti o quant’altro è semplicemente il pane quotidiano.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), i Castelli Romani, Francesco Totti, la pizza e soprattutto la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.