Ant-Man 3: Paul Rudd chiede l’aiuto dei fan per il nuovo film Marvel

Ant-Man 3 non è stato ancora annunciato in maniera ufficiale, e così l’attore protagonista Paul Rudd (che nella saga interpreta Scott Lang) si è rivolto direttamente ai fan nella speranza di convincere mamma Marvel a dare l’ok al nuovo film del MCU.

Sinceramente, visti i buoni esiti al box office dei due film dedicati ad Ant-Man (ma in generale vale per qualsiasi film legato al Marvel Cinematic Universe) non ci aspettavamo problemi o dubbi sulla realizzazione del terzo capitolo. Il primo film di Ant-Man ha infatti incassato in in totale quasi 520 milioni di dollari, mentre il sequel Ant-Man and the Wasp ha addirittura stracciato il precedente, superando i 620 milioni. Tutto questo, più il successo di Avengers: Endgame pare non sia servito a rassicurare lo studio di produzione, che non si è sbilanciato a riguardo, lasciando nell’incertezza il futuro cinematografico dell’eroe Scott Lang.

ant-man 3

Paul Rudd ha di recente dichiarato a Yahoo!:

Non so ancora se verrà realizzato Ant-Man 3. Dovete chiamare i vertici dello studio e far partire una campagna per far approvare il progetto!“.

Una sorta di appello ai fan da parte dell’attore, che di recente ha partecipato insieme a Michael Pena ad uno spot promozionale per la Pepsi, diretto proprio dal regista di Thor: Ragnarok: Taika Waititi (che potrebbe dirigere anche Thor 4).

Anche la co-protagonista Ant-Man, Evangeline Lilly, ha di recente parlato della possibilità di realizzazione di Ant-Man 3, insistendo sul fatto che anche lei è non ne sa nulla.

“Tengono queste cose così nascoste che nessuno mi ha detto nulla di ciò che accadrà”, ha detto a SyFy. “Ma lo sapete. Può succedere di tutto”.

Tuttavia Lilly ha anche aggiunto che la storia del suo personaggio non è ancora terminata, e non può esser lasciata in sospeso.

I fan attendono speranzosi.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), i Castelli Romani, Francesco Totti, la pizza e soprattutto la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna mia moglie sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.