Nelle ultime ore Apple ho visto nascere una polemica relativa agli iPhone. Al centro della controversia la scarsa durata delle batterie, capaci di durare fino al 60% in meno rispetto al previsto. La principale accusa rivolta alla compagnia sarebbe stata quella di aver consapevoltemente ridotto la vita dei dispositivi per costringere i consumatori a comprare il nuovo modello di iPhone.

La cosa, ovviamente, ha avuto ripercussioni serie sull’immagine di Apple. La società  si è perciò vista costretta a rispondere per via ufficiale alla cosa, rilasciando un comunicato con le proprie scuse.

Abbiamo ascoltato i feedback dei nostri clienti sulla maniera in cui gestiamo le vecchie batterie degli iPhone. Comprendiano come alcuni si sentano traditi da Apple, e ci scusiamo. Ci sono stati molti malintesi su questa situazione, perciò è nostra volontà chiarire e far conoscere le modifiche apportate.

Non abbiamo mai agito per ridurre di nostra volontà la durata di un prodotto Apple, o peggiorarne l’esperienza per gli utenti allo scopo di spingerli ad acquistare nuovi prodotti. Il nostro obiettivo sarà sempre creare prodotti amati dagli utenti, che durino nel tempo. Aumentare il ciclo di vita degli iPhone fa parte di questo“.

In seguito il comunicato di Apple si è concentrato sulle batterie e la loro durata. La spiegazione fornita riguarda semplicemente l’eccessivo uso della batteria che, stando al comunicato “diventano meno efficaci con l’aumentare del tempo, portando una diminuzione della loro capacità di ricarica”.

Per sedare la polemica la società ha previsto una serie di sconti sulle batterie. I possessorri di un’iPhone acquistato tra Gennaio e Dicembre 2018 potranno ottenere una nuova batteria a metà prezzo in caso di malfunzionamento di quella in possesso.

(fonte: Apple.com)

No more articles