Un bundle speciale per festeggiare i 25 anni di Crash Bandicoot su Nintendo Switch

Crash Bandicoot compie 25 anni e, per festeggiare l’anniversario d’argento del marsupiale, Nintendo ha preparato un bundle speciale per Switch. Una buona occasione per ottenere a un prezzo “agevolato” tutti gli ultimi giochi legati ai Fratelli Bandicoot. Potete vedere l’annuncio, giunto tramite la pagina Twitter di Nintendo of America, qui di seguito. Diteci che cosa ne pensate lasciandoci un vostro commento!

25 anni di Crash Bandicoot: un bundle per avere tutti i giochi su Nintendo Switch

Con la generazione videoludica appena trascorsa Crash è tornato in grande stile sulle nostre console. Il primo gioco è stato N.Sane Trilogy, che ci ha riportato i primi tre titoli del franchise, usciti su PlayStation. Crash Bandicoot e i seguiti, Cortex Strikes Back e Warped, sono senza dubbio una remastered coi controfiocchi, che un fan della saga non può farsi scappare.

Parlando di remastered è bene notare come con Crash Team Racing: Nitro Fueled si sia andati ben oltre questo concetto. Il titolo non si è infatti limitato a riproporre pedissequamente quando fatto da Naughty Dog nel 1999, ma ci ha anche proposto alcune magnifiche innovazioni, come un comparto competitivo online, nuovi kart, nuovi personaggi e tracciati inediti. Un piccolo capolavoro per gli amanti dei titoli di racing.

Crash Team Racing Nitro Fueled

Infine, con Crash Bandicoot 4: It’s About Time, la saga è continuata sotto l’egida di Toy’s for Bob, presentandosi in una veste inedita. Il gioco si mostra innovativo per la serie introducendo meccaniche del tutto nuove, ma mostrandosi anche decisamente più difficile per i suoi predecessori. Una sfida davvero unica per tutti i fan del franchise dei fratelli Bandicoot.

Se questo articolo ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.