I nomi dei vincitori: trionfo per Volevo Nascondermi ai David di Donatello 2021

Sono stati nominati i vincitori dell’edizione 2021 dei David di Donatello. Edizione che si era aperta tra le polemiche e che ha riservato non poche sorprese agli spettatori. Tra momenti di profonda commozione, come la premiazione di Sophia Loren, e altri di profondo stupore, come la vittoria di Immigrato di Checco Zalone come Miglior Canzone. L’edizione di quest’anno, segnata ancora dalla pandemia che sta flagellando il globo e il Belpaese, ha visto l’affermazione di Volevo Nascondermi, film sulla vita di Antonio Ligabue, che ha portato a casa ben sette statuette.

David di Donatello 2021- I vincitori della Sessantaseiesima edizione

  • Miglior Film: Volevo nascondermi.
  • Migliore Regia: Giorgio Diritti, Volevo nascondermi.
  • Miglior Regista Esordiente: Pietro Castellitto, I predatori.
  • Migliore sceneggiatura originale: Mattia Torre, Figli.
  • Miglior sceneggiatura non originale: Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio, Lontano lontano.
  • Miglior Produttore: Marta DonzelliI e Gregorio Paonessa, Miss Marx.
  • Migliore attrice protagonista: Sophia Loren, La vita davanti a sé.
  • Migliore attore protagonista: Elio Germano, Volevo nascondermi.
  • Miglior attrice non protagonista: Matilda De Angelis, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.
  • Migliore attore non protagonista: Fabrizio Bentivoglio, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.
  • Migliore fotografia: Matteo Cocco, Volevo nascondermi.
  • Miglior Compositore: Downtown Boys, Miss Marx.
  • Miglior Canzone: “Immigrato” musica e testi di Luca Medici, Antonio Iammarino, interpretata da Luca Medici, Tolo Tolo.
  • Migliore Scenografia: Ludovica Ferrario, Alessandra Mura, Paola Zamagni, Volevo nascondermi.
  • Migliore Costumista: Massimo Cantini Parrini, Miss Marx.
  • Miglior Truccatore: Luigi Ciminelli – Andrea Leanza, Federica Castelli (prostetico o special make-up), Hammamet.
  • Miglior Acconciatore: Aldo Signoretti, Volevo nascondermi.
  • Migliore Montatore: Esmeralda Calabria, Favolacce.
  • Miglior Suono: Presa diretta, Carlo Missidenti; Microfonista, Filippo Toso; Montaggio, Luca Leprotti; Creazione suoni, Marco Biscarini, Mix, Francesco Tumminello, Volevo nascondermi.
  • Migliori Effetti Visivi: Stefano Leoni, Elisabetta Rocca, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.
  • Premio Cecilia Mangini per il Miglior Documentario: Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli.
  • Miglior fillm straniero: 1917 di Sam Mendes.
  • Miglior cortometraggio: Anne di Domenico Ccroce e Stefano Malchiodi.
  • David Giovani: 18 regali di Francesco Amato.
  • David alla Carriera: Sandra Milo.
  • Premio David Speciale: Monica Bellucci; Diego Abatantuono.
  • Davide dello Spettatore: Tolo Tolo di Luca Medici.
  • Targhe David 2021 – Riconoscimento d’Onore: Ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu.

(fonte: Ansa)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui