Star Wars: The Clone Wars continua

Di certo quando è stato annunciato che al Comic-Con di San Diego si sarebbe tenuto il Panel dedicato al 10° Anniversario della serie “The Clone Wars”, molti fan hanno avvertito una “perturbazione nella Forza”, ma  prevedere una nuova stagione composta da 12 episodi, è una cosa oltre le più rosee aspettative di tutti noi!
Aggiudicandosi il premio di notizia più cliccata nel periodo della fiera, con tanto di hashtag  #CloneWarsSaved, facciamo il punto di cosa tratterà questa la Settima Stagione della serie di Dave Filoni e perché torna dopo 5 anni di interruzione.

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

Ambientata  nell’era della Trilogia Prequel nello specifico tra Episodio II “ L’attacco dei Cloni” ed Episodio III “La Vendetta dei Sith”, si pensava che la serie del 2008 avrebbe mostrato le Guerre dei Cloni fino alla loro conclusione, o quasi, ed invece non è stato così. Nonostante un film uscito nelle sale cinematografiche di quasi tutto il mondo ed oltre 100 episodi, nel 2013 a causa dell’acquisizione da parte di Disney, “The Clone Wars” venne sospeso alla sua quinta stagione, lasciando i fan con un numerose storyline in sospeso e un grandissimo senso di vuoto.

A fornire una nuova speranza alla serie ci ha pensato Netflix che si è presa la briga di produrre una sesta stagione chiamata “ The Lost Missions” che con 13 episodi ha fatto fare un passetto più in avanti verso “L’Ordine 66”.
Oltre l’uscita della prima stagione Rebels, a farci intuire una prematura morte della serie The Clone Wars, si era inserita tra le variabili l’operazione “The Clone Wars Legacy”, ossia la diffusione degli episodi incompleti (praticamente degli storyboard in movimento) e libri come “Darth Maul: Figlio di Dathomir” e “Dark Disciple” che trattavano tutti archi previsti per le stagioni successive.

La Bad Batch e l’Assalto di Mandalore

Uno di questi archi narrativi incompleto vedeva Anakin Skywalker, Rex e Cody conoscere la “Clone Force 99”, una squadriglia di cloni sopra le righe, meglio nota come Bad Batch, a cui capo si trova il tostissimo Sergente Hunter, che con i suoi capelli lunghi e fascia rossa strizza molto gli occhi a Rambo.
Il fatto che nella seconda parte del  trailer mostrato a San Diego possiamo vederlo in piedi accanto al Jedi e Rex in primo piano,  di fronte alle truppe che si preparano a partire per la missione, ci suggerisce che la loro storia, o parte di essa, la vedremo nei prossimi episodi..


Il trailer mostra anche Obi-Wan ed Anakin chiamati da Rex per una missione urgente, e non appena entrano nella sala delle comunicazioni vediamo l’immagine olografica di Ahsoka, l’apprendista di Anakin che oramai ha lasciato l’ordine Jedi.
Possiamo dedurre che questa scena accada veramente a ridosso di Episodio III perché si vede un Anakin con i capelli lunghi, come nel film, ed una Ahsoka cresciuta rispetto all’ultima sua apparizione nella serie, ma non ancora in età “adulta” come la si vede in Rebels.
Accanto all’ologramma di Torguta si vede una guerriera mandaloriana, che ci porta a pensare che il secondo arco narrativo della serie possa essere l’assedio sul Pianeta Mandalore, già visto numerose volte, e che avevamo lasciato nella stagione 5 nel pieno di una guerra civile.
A confermare il tutto ci pensa anche il poster ufficiale della nuova stagione che mostra il classico casco Fase II dell’esercito della Repubblica, colorato degli stessi colori di Ahsoka, caratteristica delle truppe che seguono l’ex-Jedi in battaglia.



“Che cosa ci ha dato Dave Filoni? – Speranza

E questa scena riadattata di Rogue One, riassume in poche parole quel che è stato questo annuncio per i Fan di Star Wars, soprattutto dopo un Episodio VIII spartiacque ed un SOLO boicottato dalle masse, il Ritorno di The Clone Wars sembra aver riportato tutti i fan dalla stessa parte.
In questi 10 anni passati tra “La Vendetta dei Sith”  ed “Il Risveglio Della Forza” i fan hanno saziato la loro voglia di Star Wars grazie alle puntate settimanali di “The Clone Wars” o “Rebels”, che sono però sempre stati considerati per bambini e quindi scansati dal grande pubblico, considerati come prodotti di “Serie B”.
Grazie al passaparola degli eventi di SOLO, e con la conclusione di Rebels ( che per molti aspetti ha sempre cercato di essere il seguito spirituale di The Clone Wars, fallendo nell’impresa) finalmente in molti si sono resi conto che la storia di Star Wars è tutta collegata e bisogna seguirla in tutte le sue forme: serie animate, libri fumetti e videogiochi.

Chi le ha seguite sempre, come il sottoscritto, ha avuto modo di affezionarsi negli anni a questi personaggi “da piccolo schermo” come Ahsoka o Rex, ed il pensiero di poter vedere nuovamente in azione Jedi e Cloni fianco a fianco, in quella che sappiamo essere una delle loro ultime avventure, è veramente emozionante.
Dave Filoni, da bravo sceneggiatore e regista, sa benissimo di avere sulle spalle le enormi aspettative dei fan, quindi ci piace pensare che con questa Settima Stagione possa portare le Guerre dei Cloni fino al rapimento del cancelliere, la scena iniziale di Episodio III, per così incastrarsi alla perfezione la serie con la Saga.
Non ci resta che attendere l’uscita di questi 12 episodi esclusivi per la piattaforma multimediale Disney, di prossima apertura ed augurarci che La Forza sia con Noi ( e con Dave Filoni)!

A cura di Gabriel Valenti

No more articles